Titolo edilizio: inizio lavori

TITOLO EDILIZIO --> INIZIO LAVORI

Gli interventi di spianamento di un terreno e di movimento terra non sono idonei a costituire inizio dei lavori ai sensi dell’art. 15 del DPR n. 380 del 2001.

La nozione di inizio lavori si riferisce al loro concreto inizio per cui è ininfluente sia la presentazione da parte dell’impresa edile della denunzia delle opere in cemento armato (ai sensi della legge n. 1086 del 1971), che la comunicazione di inizio dei lavori, essendo necessario per evitare il maturarsi della decadenza l’effettivo avvio dei lavori e non la mera comunicazione dell’inizio degli stessi.

Le semplificazioni in materia edilizia di cui all'art. 30, comma 3 d.l. 69/13 (convertito nella l. 98/13) sono d... _OMISSIS_ ...favore aventi carattere eccezionale - e, dunque, da interpretare restrittivamente - con cui si consente la proroga dei termini di inizio e di ultimazione dei lavori autorizzati, purché i titoli abilitativi non risultino in contrasto con la disciplina urbanistica sopravvenuta e siano all’evidenza validi ed efficaci.

La crisi congiunturale dell'edilizia non è una valida ragione opponibile all'inutile decorso dei termini per l’inizio dei lavori, né per giustificare l'inerzia del titolare del permesso di costruire, perché fa riferimento a considerazioni generiche non rilevanti rispetto all'obbligo di osservare i tempi d’inizio e completamento dei lavori.

L'esposizione del cartello indicante il titolo abilitativo e i nominativi dei ... _OMISSIS_ ...ve non solo essere effettuata all'inizio dei lavori ma protrarsi in maniera continuativa durante tutta la fase di esecuzione degli stessi, ivi compresi i periodi in cui i lavori siano momentaneamente sospesi, risultando irrilevante la causa della sospensione, addebitabile o meno a fatto volontario del committente.

L’inizio dei lavori anteriore al ritiro del permesso di costruire, pur potendo costituire un irregolarità, non integra la fattispecie di costruzione in assenza di permesso di costruire.

Al fine del rispetto del termine di inizio dei lavori è necessario che il soggetto titolare del permesso di costruire ponga in essere, entro un anno dal rilascio del titolo edilizio, opere che denotino un serio intento costruttivo non configurabil... _OMISSIS_ ...ttività quali lo spianamento, il sondaggio o il mero picchettamento del terreno.

L’inizio dei lavori idoneo ad impedire la decadenza del titolo edilizio può ritenersi sussistente quando le opere intraprese siano tali da evidenziare l’effettiva volontà di realizzare l’opera non essendo a ciò sufficiente la predisposizione degli strumenti e dei materiali di costruzione.

Il termine di un anno per l’inizio dei lavori decorre dalla data di ritiro del titolo edilizio e non dalla sua adozione o pubblicazione sull'albo pretorio dell’ente.

L’articolo 30, comma 3-bis, del decreto legge n. 69 del 2013 che dispone la proroga triennale del termine di validità nonché dei termini di inizio e fine lavori nell'a... _OMISSIS_ ...venzioni di lottizzazione di cui all'articolo 28 della legge 17 agosto 1942, n. 1150, è una norma di portata eccezionale con conseguente necessità di interpretazione restrittiva della portata derogatoria da riconoscere alla stessa.

Il termine posto dal permesso di costruire per la conclusione dei lavori ha carattere perentorio e può essere interrotto solo quando il ritardo sia stato causato da forza maggiore o da factum principis sempreché, tuttavia, l'impedimento sia assoluto e non sia comunque riferibile alla condotta del privato interessato.

Per completamento dei lavori ai fini di cui all'art. 15 comma 4 D.P.R. 380/01 deve intendersi la realizzazione di tutte le opere che consentono di abitare o di utilizzare un edificio in condizioni di igie... _OMISSIS_ ... sicurezza.

L’inizio dei lavori può ritenersi sussistente quando le opere intraprese siano tali da manifestare una effettiva volontà da parte del concessionario di realizzare il manufatto assentito.

Il concetto di ultimazione relativo ad un manufatto risponde al completamento dell’edificio valutato nel suo complesso in modalità che ne permettano l’utilizzo secondo la destinazione prevista.

Per “inizio dei lavori” (nella specie, ai fini della verifica delle prescrizioni di un'autorizzazione) si deve intendere qualsiasi intervento che possa comportare scavi o movimenti di terra.

Il termine per l'inizio dei lavori ha natura perentoria.

L'autorità comunale non è obbligata ad ... _OMISSIS_ ...mine dell'inizio e dell'ultimazione dei lavori necessari per la costruzione assentita con il rilascio del titolo edilizio: tali termini, infatti, sono previsti per legge nella misura massima, e ad essi si deve far riferimento nel caso in cui l'autorità comunale non li abbia indicati nel titolo abilitativo.

L’inizio dei lavori idoneo ad impedire la decadenza della concessione edilizia può ritenersi sussistente quando le opere intraprese siano tali da evidenziare l’effettiva volontà di realizzare l’opera, non essendo a ciò sufficiente il semplice sbancamento del terreno e la predisposizione degli strumenti e materiali da costruzione.

L’inizio dei lavori non è configurabile per effetto della sola esecuzione dei lavori di sba... _OMISSIS_ ...a che sia manifestamente messa a punto l’organizzazione del cantiere, con la sussistenza di altri indizi che dimostrino il reale proposito di proseguire i lavori sino alla loro ultimazione.

I titoli edilizi hanno efficacia temporale che decorre con la comunicazione dell’inizio dei lavori e termina con quella di comunicazione di fine dei lavori.

La previsione, contenuta nel permesso di costruire, di termini brevi, deve essere oggetto di una puntuale motivazione, volta ad evidenziare le ragioni dello scostamento dai termini massimi previsti dalla legge, pari a un anno per l’inizio lavori ed a tre per la fine lavori.

Ai fini della sussistenza dei presupposti per la decadenza dalla concessione edilizia, l’effet... _OMISSIS_ ... lavori deve essere valutato non in via generale ed astratta, ma con specifico e puntuale riferimento all’entità ed alle dimensioni dell’intervento edilizio così come programmato e autorizzato, e ciò al ben evidente scopo di evitare che il termine per l’avvio dell’edificazione possa essere eluso con ricorso a lavori fittizi e simbolici, e quindi non oggettivamente significativi di un effettivo intendimento del titolare della concessione stessa di procedere alla costruzione.

Ai sensi dell’art. 15 comma 2 d.P.R. n. 380/2001, “Il termine per l'inizio dei lavori non può essere superiore ad un anno dal rilascio del titolo”. Dunque, non è previsto un termine “minimo” a favore del privato per l’inizio... _OMISSIS_ ... solo un termine “massimo”, nel senso che l’Amministrazione non può, nel permesso di costruire, fissare un termine superiore ad un anno per l’inizio dei lavori, ma ben può fissare un termine inferiore.

TITOLO EDILIZIO --> INIZIO LAVORI --> CANTIERAMENTO

L’inizio lavori, ai sensi dell’art. 15, comma 2, d.P.R. n. 380 del 2001, deve intendersi riferito a concreti lavori edilizi che possono desumersi dagli indizi rilevati sul posto. Pertanto i lavori debbono ritenersi “iniziati&rdquo...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 19990 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo