Decadenza del titolo edilizio

TITOLO EDILIZIO --> DECADENZA

La decadenza del permesso di costruire costituisce effetto automatico del trascorrere del tempo.

La sentenza che annulla l’atto di decadenza dal permesso di costruire è auto-esecutiva, cosicché è onere delle parti riavviare il procedimento volto ad ottenere un nuovo nulla osta paesaggistico laddove quello collegato al primo permesso di costruire sia decaduto per decorrenza del quinquennio.

E’ illegittimo il provvedimento dell'amministrazione comunale di declaratoria di decadenza del permesso di costruire (già concessione edilizia), allorché sussistano impedimenti assoluti all'esecuzione dei lavori segnalati o comunque conosciuti all'amministrazione e l'impedimento non sia riferibile all... _OMISSIS_ ...privato interessato.

La declaratoria di inefficacia di un titolo edilizio non può essere motivata soltanto sulla base della mancata ultimazione dell’edificio entro i termini di legge, ma deve essere preceduto da un’istruttoria dettagliata che deve essere trasfusa in una motivazione approfondita ed esplicitata in apposito provvedimento di decadenza.

L’effetto decadenziale del titolo edilizio è conseguenza di un comportamento non attivo del beneficiario del titolo, il quale non provvede a completare le opere assentite entro il termine di legge, e deve dunque imputare la decadenza al proprio comportamento.

Le concessioni edilizie possono essere dichiarate decadute per inattività mancato inizio dei lavori nel termine... _OMISSIS_ ...ancato completamento degli stesse in tre anni, salvo proroghe), ma si tratta, in tal caso, di un potere diverso da quello di autotutela, che non attiene alla legittimità della concessione ma al venir meno della sua efficacia per scadenza del termine fissato ex lege.

L'art. 18 legge 10/1977 non solo non ha implicitamente abrogato la precedente e non incompatibile disposizione di cui all'art. 31 legge 1150/1942, ma, soprattutto, non ha inteso sanare le eventuali decadenze già verificate al momento della sua entrata in vigore.

La realizzazione, prima del rilascio del permesso di costruire, di parte di un intervento edilizio inscindibile in misura tale da rendere non autonomamente funzionali sul piano urbanistico-edilizio la quota parte delle opere ... _OMISSIS_ ...ella delle opere non ancora realizzate, determina l’inefficacia sopravvenuta del titolo edilizio per sopravvenuta mancanza dell’oggetto edilizio nell'intera consistenza e finalità autorizzata.

L'art. 15, co. 4, D.P.R. n. 380/2001 è applicabile anche alla d.i.a..

La sopraggiunta impossibilità di realizzare l’opera in conseguenza di una radicale modificazione della situazione di fatto (venir meno dell'edificio sul quale era stato autorizzato l'intervento edilizio) legittima la P.A. ad adottare un atto che dichiari la decadenza del titolo edilizio.

Poiché l’art. 23 D.P.R. 380/2001 non prevede espressamente un termine decadenziale per l’inizio dei lavori assentibili con d.i.a., deve ritenersi applicabile ... _OMISSIS_ ...denziale di un anno, sancito per il permesso di costruire dall’art. 15, co. 2, D.P.R. cit., che decorre dal compimento del trentesimo giorno successivo alla presentazione della d.i.a., tenuto conto delle circostanze che i relativi lavori possono iniziare ad essere eseguiti soltanto dopo d.i.a. giorni dalla presentazione della d.i.a. ed il controllo inibitorio può essere esercitato entro il medesimo termine.

L'entrata in vigore della nuova normativa regolamentare in materia antisismica, disposta dall’art. 1-bis d.l. 39/2009 conv. nella legge 77/2009, legittima la richiesta di una proroga del termine annuale per l’inizio dei lavori previsto dall'art. 15, co. 2, D.P.R. 380/2001.

I rilievi aerofotogrammetrici sono prove idonee a di... _OMISSIS_ ...cato inizio dei lavori.

L’ICI è un tributo che trova il suo presupposto nella titolarità della proprietà di un bene immobile, e in quanto tale non incide sulla efficacia della concessione.

Già l'art. 4 L. 10/77, come oggi l’art. 15 comma 4 D.P.R. 380/01, contemplava la perdita di efficacia della concessione edilizia per sopravvenienza di normativa urbanistica o vincolistica più limitativa nel caso in cui le opere assentite non risultassero già intraprese.

Gli interventi edilizi debbono essere ultimati entro un termine perentorio e, nel caso non lo siano, il concessionario deve presentare istanza diretta ad ottenere un nuovo edilizio.

L’entrata in vigore del nuovo strumento di programmazione urbanis... _OMISSIS_ ...é impeditiva di ogni attività edilizia che allo stesso non risulti conforme, escludendo l’ultrattività di precedenti normative o provvedimenti incompatibili.

La seconda parte dell'art. 15, comma 4, del d.P.R. 380/2001 (che prevede la salvezza delle licenze o costruzioni per le quali i lavori siano stati iniziati e vengano completati entro il termine di tre anni dalla data d'inizio) ha natura di norma eccezionale rispetto al principio generale (tempus regit actum) dettato dalla prima parte della disposizione.

TITOLO EDILIZIO --> DECADENZA --> EFFETTI

In caso di intervenuta decadenza del titolo originario, il titolo edilizio in variante sconta un’evidente illegittimità derivata e questo anche laddove il Comune abbi... _OMISSIS_ ...hiarare la decadenza di diritto da tale autorizzazione, che è connessa al semplice, infruttuoso decorso del termine prefissato per mera inerzia del titolare.

La decadenza dal permesso di costruire non può che produrre un effetto caducante della variante allo stesso, dato che rimane in tal modo priva di oggetto.

La successiva decadenza del permesso di costruire e l'incontestato obbligo di restituzione delle somme versate non può estinguere la diversa obbligazione relativa al pagamento delle sanzioni per il ritardato o mancato versamento del contributo di costruzione.

La decadenza del titolo edilizio determina l’insorgere in capo alla P.A. dell’obbligo di restituire il contributo di costruzione già versato dall’int... _OMISSIS_ ...
L’intervenuta decadenza, realizzatasi per superamento dei termini previsti per la realizzazione della costruzione (ai sensi dell’art. 15, co. 2, DPR n. 380/2001), comporta la impossibilità di realizzare la “parte non eseguita” dell’opera a suo tempo assentita, e la necessità del rilascio di un nuovo titolo edilizio per le opere ancora da eseguire, sempre che le stesse non possano essere realizzate sulla base di denuncia di inizio attività.

Una volta intervenuta la decadenza, chiunque intenda completare la costruzione necessita di un nuovo ed autonomo titolo edilizio, che deve provvedere a richiedere, sottoponendosi ad un nuovo iter procedimentale, volto sia a verificare la coerenza di quanto occorre ancora realizzare con... _OMISSIS_ ...i urbanistiche vigenti nell’attualità, sia, se del caso (e come la norma prevede), a provvedere al “ricalcolo del contributo di costruzione”.

Colui che intende completare il manufatto dopo la intervenuta decadenza di titolo edilizio è tenuto a reiterare il procedimento volto alla acquisizione di una nuova autorizzazione, manifestando ex novo la sua volontà di procedere a costruzione, anche se le opere da realizzare corrispondono a quelle oggetto di una precedente richiesta di variante.

L’i...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 54363 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo