Danneggiamento di bene demaniale: art. 635 c.p.

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> ART. 635 C.P.

Va assolto perché il fatto non costituisce reato l'autore della demolizione di un muretto ubicato al confine con il demanio stradale se, ferma la prova della sua volontà di demolirlo, non sia raggiunta la prova in merito alla sua consapevolezza dell'altruità del muretto in questione, delimitante il suo fondo.

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> ART. 635 C.P. --> CASELLI FERROVIARI

Il reato di danneggiamento di un immobile adibito un tempo a casello ferroviario è procedibile d'ufficio, posto che la demanialità delle strade ferrate e delle relative pertinenze non è venuta meno a seguito della trasformazione dell'Azienda a... _OMISSIS_ ...e dello Stato in Ente Ferrovie dello Stato con struttura di società per azioni.

È procedibile d'ufficio ex art. 639-bis c.p. il reato di danneggiamento di un immobile adibito un tempo a casello ferroviario.

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> ART. 635 C.P. --> EROSIONE LITORALE

Il mantenimento di scogliere che comporti l'erosione del litorale integra il reato di cui all'art. 635, co. 2, c.p..

DEMANIO E PATRIMONIO --> ABUSI DEI PRIVATI --> REATI --> ART. 635 C.P. --> PIANTE, BOSCHI E FORESTE

L'aggravante di cui all'art. 635 c.p., comma 2, n. 3 in relazione all'art. 625 c.p., n. 7 sussiste anche in relazione alla sottrazione di rami e tronchi asportati da alb... _OMISSIS_ ...bicati in zona demaniale, trattandosi di cose che per destinazione, oltre che per necessità naturale, sono esposte alla pubblica fede, ribadendosi l'irrilevanza a tal fine del fatto che l'esposizione non dipenda da un'azione o da un'omissione del possessore, potendo essa derivare anche da una condizione originaria della cosa sottratta, avuto riguardo alla ratio dell'aggravante in questione, preordinata alla tutela di un bene che non può essere adeguatamente protetto.

Agli effetti dell'aggravante di cui all'art. 635 c.p., comma 2, n. 3 in relazione all'art. 625 c.p., n. 7 possono essere considerati destinati a pubblica utilità gli alberi appartenenti ad un comune, e adibiti a una funzione ornamentale, valorizzando i connotati latu sensu pubblicistici del bene l... _OMISSIS_ ...o assolva funzionalmente scopi socialmente rilevanti.

Ai fini dell'integrazione della circostanza aggravante del reato di danneggiamento di cui all'art. 635 c.p., comma 2, n. 5, non occorre che la condotta abbia ad oggetto una intera piantata di alberi, essendo sufficiente che siano danneggiati anche soltanto taluni degli elementi arborei che formano la piantata stessa, sempre che l'azione non riguardi esclusivamente una singola pianta.