Indennità di occupazione non preordinata all'esproprio

INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE --> TEMPORANEA NON PREORDINATA AD ESPROPRIO

Un'area privata occupata per provvisorio stoccaggio di rifiuti, ove non riscontrabile diverso titolo (es. comodato), è soggetta alla disciplina degli articoli 49-50 tues. Conseguentemente va determinato va determinato il quantum debeatur per il periodo di illegittima occupazione; per il compimento delle opere di bonifica; per il danno conseguente alla eventuale attività economica del proprietario.

Relativamente all’indennizzo per occupazione temporanea vanno richiamate le previsioni di cui agli artt.49, 50 del D.P.R. n.327 del 2001, con riduzione della somma pari al valore venale del bene ad un dodicesimo, per ogni anno di occupazione.

La riparazione del... _OMISSIS_ ...recato alla proprietà privata dall'occupazione non preordinata ad espropriazione assume i connotati dell'obbligazione indennitaria che, in quanto riferita alla lesione dell'altrui interesse a prescindere dal contegno illecito e dalla colpa, si risolve nell'obbligo di versare un compenso in genere limitato alla perdita della disponibilità del bene e liquidato alla stregua dell'indennità di occupazione preepropriativa.

L'indennità per l'occupazione delle fasce laterali occupate per le necessità del "cantiere" e transito va calcolata, come l'indennità di occupazione legittima del suolo destinato all'esproprio, sull'indennità di espropriazione, comprensiva della maggiorazione del 50%.

Nel sistema di cui alla L. n. 2359/1865, all'occupazion... _OMISSIS_ ...ene apprestato un indennizzo che risponde a parametri più variegati rispetto all'indennizzo dovuto in ipotesi di occupazione d'urgenza che costituisce un preliminare della procedura di espropriazione.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE --> TEMPORANEA NON PREORDINATA AD ESPROPRIO --> OMISSIONE

Il mancato versamento delle somme dovute a fronte della disposta occupazione temporanea ex art. 49 DPR 327/2001 non comporta l’illegittimità dell’apprensione delle aree.

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> INDENNITÀ DI OCCUPAZIONE --> TEMPORANEA NON PREORDINATA AD ESPROPRIO --> RICERCHE ARCHEOLOGICHE

Gli artt. 43 della l. n. 1089 del 1939 e 68 del... _OMISSIS_ ...el 1865 prevedono il diritto del proprietario del terreno temporaneamente occupato per le ricerche archeologiche ad un indennizzo per i danni subiti, da determinarsi, con valutazione equitativa, avuto riguardo alla perdita dei frutti, alla diminuzione del valore del fondo, alla durata dell'occupazione e tenuto conto di tutte le altre circostanze valutabili, ivi compreso l'eventuale pregiudizio riconnesso alle attività commerciali estrattive in corso. Si tratta di una causa indennitaria del tutto autonoma rispetto a quella derivante dall'espropriazione per pubblica utilità, che prescinde dalla qualificazione legale ancorata al regime urbanistico del terreno occupato e, dunque, dagli effetti del vincolo archeologico (di natura conformativa), dalle sue dimensioni e dai provvedi... _OMISSIS_ ...i dell'uso, del godimento e della disponibilità del bene seguiti alla sua apposizione ed adottati ai sensi degli artt. 3 e 21 della l. n. 1089 del 1931.

La riparazione L. 1 giugno 1939, n. 1089, ex art. 43 del pregiudizio arrecato alla proprietà privata nel caso di occupazione temporanea a fini di ricerca archeologica non è ispirato al criterio dell'integralità del risarcimento, ma costituisce un'obbligazione indennitaria, secondo i parametri fissati dalla L. n. 2359 del 1865, art. 68 i quali assumono i caratteri della valutazione equitativa. Il criterio dell'interesse legale costituisce un utile parametro di riferimento in grado di commisurare secondo il metro dell'equità l'indennità dovuta all'effettiva portata del pregiudizio sofferto che solo latamente ha ... _OMISSIS_ ...i.

L'occupazione a fini di ricerca archeologica è diretta a realizzare l'interesse pubblico alla conservazione del patrimonio storico-artistico e la promozione della cultura e della ricerca (art. 9 Cost.), onde costituisce attività lecita della P.A., nascendo la proprietà del bene che riveste interesse storico, artistico ed archeologico già vincolata ed incidendo la connotazione culturale sul valore del bene stesso. Ne deriva che, ai sensi della L. 1 giugno 1939, n. 1089, la riparazione del pregiudizio arrecato alla proprietà privata non è ispirato al criterio dell'integralità del risarcimento, ma costituisce un'obbligazione indennitaria, secondo i parametri fissati dalla L. 22 ottobre 1865, n. 2359, art. 68, i quali assumono i caratteri della valutazione equi... _OMISSIS_ ...
L'occupazione a fini di ricerca archeologica costituisce attività lecita della pubblica amministrazione, mirante a realizzare l'interesse pubblico alla conservazione del patrimonio storico- artistico e alla promozione della cultura e della ricerca (art. 9 Cost.), essendo d'altro canto giustificati, per ragioni d'interesse culturale, anche il sacrificio definitivo della proprietà privata (L. n. 1089 del 1939, art. 56), o, più in generale, la limitazione all'uso, al godimento, alla disponibilità (artt. 3 e 21). Ne consegue la qualificazione in termini indennitari, e non risarcitori, del compenso dovuto per l'occupazione a fini di ricerche archeologiche.

La riparazione del pregiudizio arrecato alla proprietà privata dall'occupazione a fini di ricerca arch... _OMISSIS_ ...ò essere ispirata ai caratteri di integralità del risarcimento, bensì assume i connotati dell'obbligazione indennitaria che, in quanto riferita alla lesione dell'altrui interesse a prescindere dal contegno illecito e dalla colpa, si risolve nell'obbligo di versare un compenso minore, per lo più limitato alla perdita della disponibilità del bene (nella specie compensata con il criterio degli interessi legali sul valore del fondo per la durata dell'occupazione).

Riguardo all’occupazione finalizzata alla ricerca archeologica, l’art. 88 D.lgs. n. 42/2004 non esclude che l’indennità spettante al proprietario del terreno occupato sia determinata, secondo le modalità stabilite dalle disposizioni generali in materia di espropriazione per pubbl... _OMISSIS_ ...n un provvedimento successivo.

I criteri di liquidazione dell'indennizzo per l'occupazione archeologica si distaccano dalla prassi applicativa dell'occupazione in vista di successiva espropriazione, apparendo indicati dall'art. 68 L. n. 2359/1865 richiamato dall'art. 43 L. n. 1089/1939, in modo autonomo, i vari elementi utili a determinare il quantum della rifusione.

La giurisprudenza di legittimità ha avuto modo di indicare la corretta interpretazione del combinato disposto degli artt. 43 L. 1089/1039 (vedi ora l'art. 85 D.Lgs. n. 490/1999 n. 490), e 68 L. 2359/1865: la riparazione del pregiudizio arrecato alla proprietà privata dall'occupazione a fini di ricerca archeologica non può essere ispirata a caratteri di integralità, bensì assu... _OMISSIS_ ...dell'obbligazione indennitaria che, in quanto riferita alla lesione dell'altrui interesse a prescindere dal contegno illecito e dalla colpa, si risolve nell'obbligo di versare un compenso minore, per lo più limitato alla perdita.

Nell'ipotesi di occupazione temporanea, l'art. 68 L. n. 2359/1865 fissa alcuni parametri, validi anche per indennizzare l'occupazione archeologica, per effetto del richiamo operato dall'art. 43 L. n. 1089/1939 (poi art....


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 9902 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo