Legittimità costituzionale della tassazione dell'indennità di esproprio

INDENNITÀ DI ESPROPRIAZIONE E DI OCCUPAZIONE --> IMPOSTE --> IRPEF --> RITENUTA FISCALE, LEGITTIMITÀ

In tema di imposte dirette sui redditi, la ritenuta fiscale del 20% di cui alla l. n. 413 del 1991, art. 11, comma 7, successivamente trasfuso nell’art. 35 del testo unico espropri, operata dal soggetto pubblico espropriante sulle plusvalenze realizzate mediante percezione della indennità di esproprio a seguito di una procedura di espropriazione per pubblica utilità o di cessione di terreni fabbricabili, non incide e non può in alcun modo incidere sul "giusto equilibrio" (che discende normalmente dalla normativa che individua, disciplina e determina sia le ipotesi di ingerenza dell'ente pubblico sulla proprietà privata, sia il quantum d... _OMISSIS_ ... in tali casi al privato spogliato del suo diritto di proprietà secondo la Convenzione CEDU e Protocollo n. 1 addizionale), attenendo solo al momento successivo dell'esercizio del potere impositivo dello Stato sui propri contribuenti.

La disciplina di cui al commi 1, lett. f), e 5 della legge all'art. 11 L. n. 413/191, non pone dubbi di legittimità costituzionale, in riferimento agli artt. 3 e 53 Cost., in quanto il legislatore è libero di sottoporre ad imposizione fiscale manifestazioni di capacità contributiva, come la plusvalenza in questione, che in precedenza non erano colpite e concretizzando la percezione della plusvalenza un indice di ricchezza e di capacità contributiva, la cui individuazione è rimessa così come la nozione di reddito, alla disc... _OMISSIS_ ... legislatore, senza che tale disciplina si ponga in contrasto sia con il citato art. 3 sia con la CEDU, la quale concerne soltanto il profilo della tutela del diritto dì proprietà, ma non gli aspetti fiscali della vicenda espropriativa.

La disciplina di cui al commi 1, lett. f), e 5 della legge all'art. 11 L. n. 413/191, non pone dubbi di legittimità costituzionale, in riferimento agli artt. 3 e 53 Cost., sul rilievo che essa determinerebbe un'ingiustificata differenziazione di situazioni omogenee o una lesione del principio di capacità contributiva rispetto alle espropriazioni che invece rimarrebbero indenni da tassazione solo perché l'Amministrazione ha corrisposto l'indennità prima del 31-12-1991; il legislatore è libero di sottoporre ad imposizione ... _OMISSIS_ ...tazioni di capacità contributiva, come la plusvalenza in questione, che in precedenza non ne erano colpite e la percezione della plusvalenza concretizza un indice di ricchezza e capacità contributiva, la cui individuazione è rimessa, così come la nozione di reddito, alla discrezionalità del legislatore.

La disciplina di cui alla L. 30 dicembre 1991, n. 413, art. 11, comma 5, non pone dubbi di legittimità costituzionale in riferimento agli artt. 3 e 24 Cost., sul rilievo che essa determinerebbe una ingiustificata differenziazione di situazioni omogenee o una lesione del diritto di difesa rispetto alle espropriazioni che, invece, rimarrebbero indenni da tassazione, solo perché l'Amministrazione ha corrisposto indennità prima del 31 dicembre 1991 o perché ... _OMISSIS_ ...dizio si sia chiuso a quella data, in quanto, sotto il profilo impositivo, l'unico momento rilevante è quello della percezione della plusvalenza ed il diverso trattamento costituisce un effetto tipico della disciplina della successione delle leggi nel tempo, il cui decorso costituisce, di per sé, elemento diversificatore.

La L. 27 luglio 2000, n. 212 (Statuto del Contribuente), prevede all'art. 3 comma 1 che le disposizioni tributarie non hanno effetto retroattivo; tuttavia il comma 5 della L. n. 413/1991 si riferisce alla diversa ipotesi in cui la percezione della plusvalenza sia avvenuta dopo l'entrata in vigore della precitata legge, sebbene l'atto ablativo sia precedente. La predetta norma, lungi dal determinare un'applicazione retroattiva della legge, pos... _OMISSIS_ ...enza del comma 9, la plusvalenza viene corrisposta non prima ma sotto la vigenza della legge, costituisce soltanto una applicazione del principio di " cassa " e del principio di rango costituzionale di tassazione dei redditi, entrate , rendite ect .

La disciplina di cui all'art. 11 comma 5 L. n. 413/1991, non pone dubbi di legittimità costituzionale in riferimento agli artt. 3 e 24 Cost., sul rilievo che essa determinerebbe una ingiustificata differenziazione di situazioni omogenee o una lesione del diritto di difesa rispetto alle espropriazioni che, invece, rimarrebbero indenni da tassazione, in quanto, sotto il profilo impositivo, l'unico momento rilevante è quello della percezione della plusvalenza ed il diverso trattamento costituisce un effetto ... _OMISSIS_ ...sciplina della successione delle leggi nel tempo, il cui decorso costituisce, di per sé, elemento diversificatore.

La disciplina di cui all'art. 11 comma 5 L. n. 413/1991 non pone dubbi di legittimità costituzionale in riferimento agli artt. 3 e 53 Cost., in quanto il legislatore è libero di sottoporre a imposizione fiscale manifestazioni di capacità contributiva, come la plusvalenza ivi prevista, che in precedenza non ne erano colpite, concretizzando la percezione della plusvalenza un indice di ricchezza e di capacità contributiva la cui individuazione è rimessa, così come la nozione di reddito, alla discrezionalità del legislatore.

La disciplina di cui alla L. n. 413/1991 non pone dubbi di legittimità costituzionale, in riferimento agli... _OMISSIS_ ...ost., sul rilievo che essa determinerebbe un'ingiustificata differenziazione di situazioni omogenee o una lesione del diritto di difesa rispetto alle espropriazioni che, invece, rimarrebbero indenni da tassazione, in quanto, sotto il profilo impositivo, l'unico momento rilevante è quello della percezione dell'importo ed il diverso trattamento è un effetto tipico della disciplina della successione delle leggi nel tempo, il cui decorso costituisce, di per sé, elemento diversificatore.

La disciplina di cui alla L. 30 dicembre 1991, n. 413, art. 11 non pone dubbi di legittimità costituzionale in riferimento agli artt. 3 e 53 Cost., in quanto il legislatore è libero di sottoporre ad imposizione fiscale manifestazioni di capacità contributiva, come la plusvalenza in... _OMISSIS_ ...
La disciplina di cui alla L. n. 413/1991 art. 11 non pone dubbi di legittimità costituzionale in riferimento agli artt. 3 e 53 Cost., in quanto il Legislatore è libero di sottoporre ad imposizione fiscale manifestazioni di capacità contributiva, come la plusvalenza ivi prevista.

La disciplina di cui all’art. 11, comma 9 L. n. 413/1991 non confligge con l'art. 42 Cost. (con riferimento all'art. 53 Cost.), in ragione di un preteso effetto doppiamente espropriativo della tassazione dell'indennità determinata secondo la L. n. 359 del 1992, art. 5 bis in misura sensibilmente inferiore al valore di mercato, occorrendo distinguere gli aspetti fiscali da quelli sostanziali-indennitari, con rigorosa delimitazione dei rispettivi ambiti di riferimento.
... _OMISSIS_ ...Corte Costituzionale chiamata a pronunciarsi sulla L. n. 413 del 1991, art. 11, ha sottolineato la necessità di distinguere gli aspetti fiscali da quelli sostanziali - indennitari, con rigorosa delimitazione dei rispettivi ambiti di riferimento, nel senso che la questione circa la congruità dell'indennizzo è estranea all'area di operatività dell'art. 53 Cost.; se, da un lato, l'individuazione degli indici di ricchezza e ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 12962 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo sopra riportato è composto da contenuti tratti da questo prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 3241 pagine in formato A4

45,00 €