Espropriazione per pubblica utilità: onere della prova del danno da svalutazione

INTERESSI E RIVALUTAZIONE NELL'ESPROPRIAZIONE --> ONERE DELLA PROVA DANNO DA SVALUTAZIONE

Pur dovendosi riconoscere negli orientamenti della giurisprudenza alcune incertezze, si va ormai consolidando il principio secondo cui nei debiti di valuta (qual è quello per l'indennità di espropriazione), il danno da svalutazione va provato, come del resto richiede l'art. 1224 c.c. Vero è che, in difetto di prove specifiche, soccorre il potere del giudice di far ricorso a criteri presuntivi in ordine alle possibilità d'impiego del danaro coerenti con la situazione personale e professionale del creditore. Ma il ricorso a tali criteri non può prescindere dall'assolvimento, da parte del creditore stesso, quanto meno di un onere di allegazione, che consenta al giudice di... _OMISSIS_ ...are se, tenuto conto delle qualità personali del creditore e dell'attività da lui in concreto esercitata, il danno richiesto possa essersi verosimilmente prodotto.

La natura di debito di valuta dell'indennità di espropriazione che, a differenza dell'obbligazione risarcitoria, non è soggetta a rivalutazione monetaria automatica, impone al titolare del bene di proporre la domanda di ristoro del maggior danno ai sensi dell'art. 1224 c.c., allegandone le circostanze necessarie e fornendone la relativa prova.

Nel caso di ritardato adempimento di una obbligazione di valuta, il risarcimento del maggior danno spetta a qualunque creditore, quale che ne sia la qualità soggettiva o l'attività svolta (e quindi tanto nel caso di imprenditore, quanto nel caso... _OMISSIS_ ... impiegato, ecc.), fermo restando che se il creditore domanda, a titolo di risarcimento del maggior danno, una somma superiore a quella risultante dal saggio di rendimento dei titoli di Stato, avrà l'onere di provare l'esistenza e l'ammontare di tale pregiudizio, anche per via presuntiva, ed ai fini della percezione dell'eventuale differenza tra il rendimento dei titoli e la misura degli interessi ha almeno l'onere di allegare la circostanza che il tasso di svalutazione annuo fosse superiore ed il maggior danno non sia stato assorbito dalla liquidazione degli interessi.

Sulle somme determinate a titolo di indennità di espropriazione e di occupazione legittima, costituendo debiti di valuta (non di valore), sono dovuti gli interessi legali; a fronte del generico... _OMISSIS_ ... parte attrice alla sua qualità di investitore occasionale, non può comunque riconoscersi un maggior danno ex art. 1224,comma 2 c.c., in difetto di allegazione e dimostrazione circa il saggio medio di rendimento netto dei titoli di stato.

La svalutazione monetaria non è sufficiente a fondare il diritto del creditore al risarcimento del maggior danno verificatosi dopo la mora debendi, rispetto a quello già coperto dagli interessi legali. Nè è sufficiente un generico riferimento ai depositi bancari nel corso di un decennio, trattandosi di dati variabili nel tempo e in relazione alle diverse posizioni dei correntisti, e non necessariamente riferibili al creditore che è parte in causa.

L'avente diritto deve fornire la prova di aver subito dal ritard... _OMISSIS_ ...el credito indennitario un danno maggiore di quello liquidato per mezzo degli interessi legali.

L'indennità di occupazione, così come quella dovuta per l'espropriazione, integra debito di valuta, per cui la svalutazione monetaria, intervenuta durante il colpevole ritardo del debitore, non giustifica un adeguamento automatico, ma può costituire solo ragione di ulteriore danno risarcibile, in aggiunta a quello coperto dagli interessi, ai sensi dell'art. 1224 c.c., comma 2, e, quindi, nei limiti in cui il creditore deduca e dimostri l'incidenza nel suo patrimonio del fatto di non aver potuto tempestivamente disporre della somma dovutagli.

INTERESSI E RIVALUTAZIONE NELL'ESPROPRIAZIONE --> RIVALUTAZIONE E INTERESSI --> ONERE DELLA PROVA ... _OMISSIS_ ...AZIONE --> QUALITÀ SOGGETTIVA DEL RICHIEDENTE

Il maggior danno da svalutazione monetaria nelle obbligazioni pecuniarie non può essere riconosciuto sulla base della semplice qualità di imprenditore commerciale o agricolo del creditore e sulla mera presunzione dell'impiego antinflazionistico delle somme di denaro dovute, poiché il maggior danno ai sensi dell'art. 1224 c.c., comma 2 può ritenersi esistente in via presuntiva soltanto nei casi in cui, durante la mora, il saggio medio di rendimento netto dei titoli di Stato con scadenza non superiore a dodici mesi sia stato superiore al saggio degli interessi legali, indipendentemente dalla qualità soggettiva o dall'attività svolta dal creditore, fermo restando che, qualora quest'ultimo domandi per il titolo indi... _OMISSIS_ ...superiore a quella risultante dal suddetto saggio, sarà suo onere provare, anche in via presuntiva, l'esistenza e l'ammontare di tale pregiudizio.

Nel caso di ritardato adempimento di una obbligazione di valuta la pretesa di agganciare il maggior danno agli interessi bancari presuppone la qualità di risparmiatori.

Ai fini del riconoscimento del maggior danno da svalutazione monetaria del credito indennitario, è il soggetto interessato a dover fornire la prova di appartenere alla categoria degli imprenditori ovvero ad altre che avrebbero ragionevolmente fatto fruttare il denaro a tassi bancari particolari quale quella dei risparmiatori abituali o che avrebbe potuto provvedere al pagamento di interessi passivi, una volta conseguita la disponibilit... _OMISSIS_ ...CRLF|
INTERESSI E RIVALUTAZIONE NELL'ESPROPRIAZIONE --> RIVALUTAZIONE E INTERESSI --> ONERE DELLA PROVA DANNO DA SVALUTAZIONE --> RICORSO AL CREDITO BANCARIO

Qualora non sia né allegato, né dimostrato che nel periodo da considerarsi il saggio medio di rendimento netto dei titoli di Stato con scadenza non superiore a dodici mesi sia stato superiore al saggio degli interessi legali, la mera allegazione, da parte del creditore, della qualità di imprenditore, è ragione insufficiente, ai fini del riconoscimento del maggior danno, incombendo nei suoi confronti l'onere di dimostrare o di avere fatto ricorso al credito bancario sostenendone i relativi interessi passivi, ovvero - attraverso la produzione dei bilanci - quale fosse la produttività della... _OMISSIS_ ...a, per le somme in essa investite.

INTERESSI E RIVALUTAZIONE NELL'ESPROPRIAZIONE --> RIVALUTAZIONE E INTERESSI --> ONERE DELLA PROVA MAGGIOR DANNO

In caso d'inadempimento di una obbligazione di valuta (nel caso di specie consistente nell'indennità di espropriazione), il maggior danno di cui all'art. 1224 c.c., comma 2, spetta a qualunque creditore ne chieda il risarcimento, ed è determinato in via presuntiva nel parametro relativo all'eventuale differenza, durante la mora, tra il tasso di rendimento medio annuo netto dei titoli di Stato di durata non superiore a dodici mesi e il saggio degli interessi legali.

La somma determinata in sede giudiziale a titolo di indennità di espropriazione costituisce debito di valuta e quindi... _OMISSIS_ ...rivalutazione automatica e, comunque, il "maggior danno" causato dalla mora del debitore, qualora non sia assolto l'onere probatorio; la mora presuppone, infatti, un comportamento colpevole dell'espropriante, idoneo a far sorgere l'obbligo di ulteriore risarcimento, ai sensi dell'art. 1224, comma secondo, c.c., ma tale ulteriore pregiudizio non è presunto, dovendo la parte interessata assolvere, quanto meno, ad un onere di allegazione che consenta al giudice di verificare se il danno richies...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 20509 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo