Legittimità dei provvedimenti di subconcessione demaniale

DEMANIO E PATRIMONIO , CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE , SUBCONCESSIONE

Il contratto con il quale il titolare di una pubblica concessione affitti a un terzo l'azienda, al cui esercizio è destinato il bene in concessione, integra un contratto di cosiddetta subconcessione, che non ha a oggetto il bene demaniale in sé, ma implica il mero trasferimento al subconcessionario delle facoltà spettanti al concessionario; tale contratto è valido ed efficace tra le parti stipulanti anche in assenza di autorizzazione da parte della p.a. concedente, ferma restando in questo caso la sua inopponibilità nei confronti dell'amministrazione concedente, che può dichiarare la decadenza dalla concessione o revocarla.

Il contratto col quale il concessionario di un'area de... _OMISSIS_ ... ad un terzo l'azienda, al cui esercizio quell'area sia destinata, integra un contratto di cosiddetta subconcessione, che non ha ad oggetto il bene demaniale in sé, ma implica il mero trasferimento al subconcessionario delle facoltà spettanti al concessionario ed atteggiantisi, nei rapporti tra privati, come diritti soggettivi perfetti. Ne consegue che tale contratto è valido ed efficace tra le parti stipulanti anche in assenza di autorizzazione da parte della P.A. concedente, ferma restando in questo caso la sua inopponibilità nei confronti dell'Amministrazione concedente, che può dichiarare la decadenza dalla concessione o revocarla.

Poichè la concessione in uso di un bene demaniale deve necessariamente trovare il suo fondamento nella legge o in un provvedim... _OMISSIS_ ...tivo, il concessionario può locarlo o concederne il godimento a terzi solo se autorizzato dall'amministrazione concedente o se lo consente la legge; pertanto, la subconcessione di fatto di un immobile demaniale, mentre vincola il concessionario e il subconcessionario, è inopponibile all'amministrazione concedente, la quale può pretendere dal terzo l'indennizzo per l'occupazione "sine titulo".

Spetta all'amministrazione concedente, nell'esercizio del potere autorizzatorio attribuito e volto alla tutela dell'interesse pubblico, espressamente autorizzare, con il rilascio di una sub concessione, il rapporto tra il concessionario e il terzo, ferma restando la titolarità in capo al concessionario del rapporto concessorio, funzionale ad assicurare all&rsquo... _OMISSIS_ ...istrativa preposta alla gestione dei beni facenti parte del demanio un unico interlocutore, a prescindere dalle pattuizioni di diritto privato sottostanti la vicenda pubblicistica.

L’autorizzazione comunale rappresenta il presupposto necessario e indefettibile al fine del perfezionamento e della perdurante efficacia dell’affidamento dell’area in concessione a un soggetto diverso rispetto al concessionario.

La subconcessione di fatto a terzi di beni demaniali da parte del concessionario, mentre vincola il concessionario ed il subconcessionario, è inopponibile all'amministrazione concedente.

La subconcessione di aree all’interno dell’aeroporto per lo svolgimento di un’attività commerciale costitui... _OMISSIS_ ... del potere pubblicistico veicolato dalla concessione, che ne è il necessario antecedente. Il concedente conserva intatta tutta la sua potestà sul bene demaniale affidato in concessione e, poi, in subconcessione, mantenendo in specie i suoi generali poteri di autotutela sul bene demaniale (art. 823 c.c.) nei confronti tanto del concessionario, quanto del subconcessionario.

Laddove la concessione-contratto vieti, pena la risoluzione della concessione medesima, il subentro di terzi nel godimento e utilizzo ai fini commerciali del bene concesso, il provvedimento di secondo grado adottato dall’Ente comunale non è una revoca per sopravvenienze giuridico-fattuali o per rinnovata valutazione dell’interesse pubblico originario, bensì una decadenza p... _OMISSIS_ ...o.

Un'autorizzazione implicita alla subconcessione di bene demaniale non è configurabile per l’insanabile contrasto con quanto previsto dall’articolo 45 bis cod. nav..

La subconcessione non realizza l’effetto di sostituire un terzo all’originario titolare del rapporto concessorio ma realizza esclusivamente il reimpiego, mediante strumenti di diritto privato, di alcuni beni oggetto della concessione ovvero di alcune opere realizzate in forza del rapporto concessorio.

La posizione del subconcessionario è derivata e dipendente da quella del concessionario inidonea ad assumere autonoma rilevanza nei confronti della P.A..

La concessione di occupazione di suolo pubblico rilasciata ad un esercizio c... _OMISSIS_ ... essere oggetto di sub-concessione da parte del titolare dello stesso.

L’affidamento in sub-concessione di beni del demanio marittimo compresi nelle aree portuali disciplinate dalla legge n. 84 del 1994, richiede la preventiva autorizzazione dell'autorità competente.

L’assegnazione in sub-concessione di immobili demaniali nei Rioni Sassi di Matera non può discostarsi da quelle che sono le finalità della legge n. 771/1986, ovverosia la conservazione ed il recupero architettonico, urbanistico, ambientale ed economico dei Rioni stessi: in tal senso, la proprietà di immobili che possono essere collegati a quelli demaniali non assume valenza prioritaria in via assoluta, restando detta assegnazione comunque subordinata alla verifica, con e... _OMISSIS_ ...della congruità architettonica della proposta progettuale formulata.

Le norme di cui al Codice della navigazione, articoli 42 – che afferma in linea generale il principio della revocabilità delle concessioni “a giudizio discrezionale dell’amministrazione marittima” – e 46, che richiede l’autorizzazione dell’autorità concedente per il subingresso nella concessione sono disposizioni la cui ratio non può che rinvenirsi nella necessità di ancorare il rapporto concessorio, in quanto titolo all’uso particolare di un bene pubblico, ad un permanente fondamento di fiduciarietà, per cui l’amministrazione, nell’esercizio del suo apprezzamento, necessariamente prognostico, non può non tenere conto del complessivo... _OMISSIS_ ...del concessionario.

Anche alle concessioni di aree portuali, disciplinate dall’art. 18, L. 28 gennaio 1994, n. 84, è applicabile l’art. 45 bis cod. nav., dettato per il demanio marittimo, che consente la subconcessione a terzi, previa autorizzazione dell’autorità competente.

Solo una nuova concessione, affidata con il sistema di evidenza pubblica, determina una frattura dell’originario rapporto sinallagmatico e determina, ex se, la caducazione automatica del subconcessione.

Qualsiasi convenzione diretta a subconcedere l’uso di un bene del patrimonio indisponibile dato in concessione necessita dell'acquisizione del preventivo consenso dell'Ente proprietario, in qualità di contraente ceduto, stante... _OMISSIS_ ....c.; diversamente, le clausole dell'accordo non sono opponibili alla P.A., che può ben esercitare i propri poteri di autotutela demaniale anche nei confronti del subconcessionario.

L’affidamento a terzi, costituente un rapporto derivato dalla concessione demaniale, viene inevitabilmente travolto dalla decadenza della stessa.

In quanto parte della concessione demaniale rilasciata, il concessionario resta l’interlocutore naturale dell’amministrazione ed è tenuto ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 16473 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo