Vizi amministrativi della procedura di esproprio per p.u.

PATOLOGIA --> VIZI NELLA AZIONE AMMINISTRATIVA --> EFFICIENZA, EFFICACIA ED ECONOMICITÀ

Il criterio di economicità porta ad escludere l’impegno degli uffici dell’ Amministrazione, con i connessi costi ed impiego di personale, per attività prive di immediato utile e per le quali non vi è neanche certezza che de futuro sussistano i mezzi finanziari per il loro perseguimento.

Il criterio dell’ efficacia sta a significare che l’azione amministrativa va indirizzata per il raggiungimento di scopi che possono realizzarsi su un piano di effettività e non solo plausibile ed ipotetico.

L'alternativa all'ampliamento di una struttura militare che comporta, per la localizzazione della nuova e più grande caserma, l... _OMISSIS_ ... di un’area di proprietà di terzi (mentre l’attuale impianto insiste su un bene del demanio statale), comporta per l’amministrazione statale un'operazione diseconomica, con violazione del nuovo art. 97 cost, che costituisce un principio generale dell’ordinamento già prima di entrare in vigore.

Il principio di economicità dell'azione amministrativa risulta violato nell'ipotesi dell'avvio di un'istruttoria per la valutazione di una domanda, quando già è evidente la presenza di una circostanza ostativa all'accoglimento dell'istanza stessa.

Non è ipotizzabile un’antinomia tra efficienza e legalità atteso che non può esservi rispetto del buon andamento della pubblica amministrazione, ex art. 97 Cost., se non vi è nel con... _OMISSIS_ ...del principio di legalità.

E' inammissibile, in quanto attiene a valutazioni di merito della pubblica amministrazione insindacabili sotto tale profilo dinanzi al giudice amministrativo, la doglianza relativa alla possibilità della PA di utilizzare una somma in modo più efficiente ed economico.

PATOLOGIA --> VIZI NELLA AZIONE AMMINISTRATIVA --> INCOMPETENZA

Il vizio di incompetenza da cui possa essere affetto un provvedimento amministrativo, soprattutto quando si contesta che la competenza appartiene ad un organo diverso dello stesso ente e non ad un ente radicalmente diverso, è un mero vizio procedimentale e, dunque, sanabile – ove il provvedimento abbia natura vincolata e l’irrilevanza del vizio sul contenuto di... _OMISSIS_ ...alese – ai sensi dell’art. 21-octies, secondo comma, della legge n. 241/1990, come introdotto dall’art. 14, comma 1, della legge 11 febbraio 2005, n. 15, la cui natura processuale è ormai pacifica.

Stante il divieto per il G.A. di pronunciare con riferimento a poteri amministrativi non ancora esercitati (art. 34, co. 2, c.p.a.), deve ritenersi che l'accoglimento di un vizio-motivo di incompetenza dell'organo che ha provveduto è, intrinsecamente e necessariamente, assorbente di ogni altro vizio-motivo dedotto nel ricorso.

Il riparto delle funzioni tra gli uffici (nella specie, tra due dirigenti comunali) rileva solo ai fini dell’organizzazione interna dell’ente locale e non ai fini della competenza esterna.

... _OMISSIS_ ...à ex art. 21 septies della legge 241/1990 è riconducibile al difetto assoluto di attribuzione e, quindi, all’incompetenza assoluta che non può sussistere quando il potere è esercitato, nell’ambito dell’amministrazione astrattamente competente, da un organo incompetente.

Il motivo asseritamente di incompetenza e quindi di forma procedimentale (nella specie, perché autore dell’atto sarebbe il funzionario piuttosto che il dirigente) non può sovvertire l’esito provvedimentale vincolato del procedimento.

In caso di accoglimento del ricorso per il vizio di incompetenza, non può ritenersi consumato il potere dell’Amministrazione di provvedere sulla questione.

Diversamente dal Comune, lo Stato e la Regi... _OMISSIS_ ...mati ad impugnare un atto autoritativo innanzi al giudice amministrativo per difetto di competenza, possono valutare se sussistano i presupposti per sollevare un conflitto di attribuzione, ovvero se avvalersi del rimedio di carattere generale della giurisdizione generale di legittimità.

La censura relativa al vizio di incompetenza deve essere valutata con priorità rispetto alle altre, altrimenti la valutazione del merito della controversia si risolverebbe in un giudizio meramente ipotetico sull'ulteriore attività amministrativa dell'organo competente cui spetta l'effettiva valutazione della vicenda, evidenziando vieppiù, che ciò lederebbe il principio del contraddittorio rispetto all'organo competente, formandosi la regola di condotta giudiziale senza che ques... _OMISSIS_ ...abbia partecipato al giudizio.

Per aversi incompetenza assoluta, il provvedimento impugnato avrebbe dovuto risultare adottato nell'esercizio di un potere normativamente conferito ad un organo appartenente ad un plesso amministrativo diverso da quello emanante.

Eventuali vizi di incompetenza degli atti della Giunta Municipale in relazione all’ambito riservato al Consiglio Comunale devono essere ricondotti alla categoria della annullabilità e non della nullità, appartenendo entrambi gli organi allo stesso plesso amministrativo.

Il vizio di incompetenza assoluta si verifica allorquando sussista una tale estraneità dell'organo che provvede al plesso organizzativo, cui compete l'adozione dell'atto in base alla ripartizione corret... _OMISSIS_ ...uzioni, da far apparire assolutamente non riferibile l'atto stesso all'amministrazione cui dovrebbe essere imputato.

Il vizio di incompetenza ha ex lege carattere assorbente, nel senso che impone unicamente la rimessione dell'affare all'autorità competente, a norma dell'art. 26 legge 1034/1971, e la ratio della preclusione all'esame degli eventuali ulteriori motivi di censura opera proprio nel senso di impedire una conformazione del successivo esame da parte dell'organo riconosciuto competente, che si tradurrebbe in una impropria intromissione nell'attività dello stesso.

La fondatezza della censura di incompetenza determina unicamente la rimessione dell'affare all'autorità indicata come competente, ed impedisce l'esame delle altre doglianze che ... _OMISSIS_ ...imenti, per risolversi in un giudizio anticipato sui futuri provvedimenti dell'organo riconosciuto come competente ed in un vincolo anomalo sulla riedizione del potere.

PATOLOGIA --> VIZI NELLA AZIONE AMMINISTRATIVA --> INCOMPETENZA --> CONVALIDA

Il provvedimento di convalida non può essere censurato per l’asserita mancata rivalutazione della vicenda amministrativa poiché volto alla sola funzione della rimozione del vizio di incompetenza.

L’art. 6, l. n. 249/1968 è espressione del principio di conservazione degli atti giuridici, operante (anche in pendenza di ricorso giurisdizionale) al fine di soddisfare l’interesse pubblico da identificare in re ipsa nell’eliminazione del vizio di incompetenza ch... _OMISSIS_ ...quo;atto, e sopravvissuto alla riforma della l. n. 241 del 1990 operata dalla l. n. 15 del 2005.

L'esercizio del potere di convalida (mediante ratifica) spettante all'organo competente sana con efficacia retroattiva l'atto viziato da incompetenza relativa, ancorché quest'ultimo sia oggetto di ricorso giurisdizionale pendente, ma fino a quando non ne sia intervenuto l'annullamento, infatti il provvedimento di secondo grado con cui l'autorità competente fa proprio un atto ad...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 15820 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo