L'occupazione appropriativa e l'occupazione usurpativa

PATOLOGIA --> OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA --> OCCUPAZIONE APPROPRIATIVA E USURPATIVA

La sopravvenuta inefficacia della dichiarazione di pubblica utilità e l'occupazione del fondo in assenza ab initio della dichiarazione medesima configurano fattispecie, che vengono per lo più qualificate rispettivamente come occupazione appropriativa e occupazione usurpativa.

PATOLOGIA --> OCCUPAZIONE ILLEGITTIMA --> OCCUPAZIONE APPROPRIATIVA E USURPATIVA --> DISTINZIONE

E' ormai indifferente e/o irrilevante parlare di occupazione acquisitiva o di occupazione usurpativa, qualora venga in rilievo un atto e/o comportamento illecito ascrivibile alla pubblica amministrazione e consistente nell’occupazione sine titulo di un suolo priva... _OMISSIS_ ...a sua irreversibile trasformazione per effetto della realizzazione su di esso di un’opera pubblica.

La distinzione tra occupazione appropriativa ed usurpativa ha oggi perso di significato sia con riferimento alla giurisdizione (nel senso che residuano al g.o. le sole ipotesi in cui ab origine manchi del tutto una dichiarazione di pubblica utilità dell’opera), che alla decorrenza del termine di prescrizione, trattandosi nei due casi di un illecito permanente.

La distinzione tra occupazione appropriativa ed usurpativa (quella realizzata in assenza di una valida dichiarazione di pubblica utilità), ha perso di significato sia con riferimento alla giurisdizione (nel senso che residuano al giudice ordinario le sole ipotesi in cui ab origin... _OMISSIS_ ...tto una dichiarazione di pubblica utilità dell'opera), che alla decorrenza del termine di prescrizione trattandosi nei due casi di un illecito permanente come affermato dalla più recente giurisprudenza amministrativa, aderendo alle argomentazioni svolte in più occasioni dalla Corte europea dei diritti umani e, di recente, dalla giurisprudenza amministrativa.

Secondo l’evoluzione giurisprudenziale - partita da numerose pronunce della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo prima e dalle sentenze della Corte Costituzionale n. 348 e n. 349 del 2007 poi - non assume concreto rilievo, in punto di mezzi tutela assicurati al proprietario danneggiato, la tradizionale distinzione tra occupazione espropriativa ed occupazione usurpativa, posto che in entrambi i c... _OMISSIS_ ...mento dell’Amministrazione assume i caratteri dell’illecito civile, con tutto ciò che ne consegue.

Alla luce dell'evoluzione giurisprudenziale - partita da numerose pronunce della Corte Europea dei Diritti dell’Uomo prima e dalle sentenze della Corte Costituzionale n. 348 e n. 349 del 2007 poi - non assume concreto rilievo, in punto di mezzi di tutela assicurati al proprietario danneggiato, la tradizionale distinzione tra occupazione espropriativa ed occupazione usurpativa, posto che in entrambi i casi il comportamento dell’Amministrazione assume i caratteri dell’illecito civile, con tutto ciò che ne consegue.

Il discrimen tra la occupazione usurpativa ed appropriativa, rientrante quest'ultima nella categoria delle ... _OMISSIS_ ...per p.u., dipende dalla presenza della dichiarazione di p.u. - che è il solo provvedimento idoneo a determinare la natura pubblicistica dell'opera e la sua conseguente acquisizione a titolo originario all'amministrazione espropriante.

Non assume concreto rilievo, in punto di mezzi tutela assicurati al proprietario danneggiato, la tradizionale distinzione tra occupazione espropriativa ed occupazione usurpativa, posto che in entrambi i casi il comportamento dell’Amministrazione assume i caratteri dell’illecito civile, con tutto ciò che ne consegue.

La distinzione fra occupazione acquisitiva e usurpativa ha perso di significato, poiché si tratta sempre di illeciti permanenti con l’unica differenza relativa alla individuazione del ... _OMISSIS_ ...quo;, dell’illecito, che, in caso di mancanza “ab imis” di una procedura ablatoria (ipotesi corrispondente alla cosiddetta “occupazione usurpativa”), viene ancorato al momento dell’immissione in possesso da parte dell’amministrazione e, in caso di mancanza o annullamento del titolo di esproprio (ipotesi corrispondente alla cosiddetta “occupazione acquisitiva”), viene ancorato al momento della scadenza del termine di occupazione legittima del terreno.

Accanto all’istituto dell’occupazione appropriativa o dell’accessione invertita, caratterizzata dalla sussistenza della dichiarazione di pubblica utilità e comportante l’acquisto in capo all’Amministrazione della proprietà, è ... _OMISSIS_ ... dalla giurisprudenza l’istituto dell’occupazione usurpativa che veniva configurata ove tale tipo di dichiarazione non fosse stata emanata o fosse stata successivamente annullata; in suddetta ipotesi la trasformazione non impediva la permanenza del diritto di proprietà in capo al privato e, quindi, il diritto di questi di chiedere o la restituzione del bene (salvo il limite della usucapione) o il risarcimento del danno.

L'istituto dell'occupazione acquisitiva va tenuto distinto dal fenomeno, indiscriminato e generico dell'apprensione sine titulo per qualsivoglia ragione e fine (pur se di interesse collettivo) di un bene immobile altrui, essendo lo stesso necessariamente caratterizzato "quale suo indefettibile punto di partenza" da una dic... _OMISSIS_ ....u. dell'opera e "quale suo indefettibile punto di arrivo" dalla realizzazione dell'opera pubblica medesima.

Gli elementi distintivi tra i diversi tipi di occupazione (acquisitiva ed usurpativa), si è attenuata dopo la dichiarazione d'illegittimità costituzionale del D.L. 11 luglio 1992, n. 333, art. 5 bis, commi 1 e 2 convertito in L. 8 agosto 1992, n. 359, per contrasto con gli obblighi internazionali sanciti dall'art. 1 del Protocollo addizionale alla CEDU e, quindi, per violazione dell'art. 117 Cost., comma 1, nonché, in via consequenziale, del D.P.R. 8 giugno 2001, n. 327, art. 37, commi 1 e 2 (Corte costituzionale, 24 ottobre 2007, n. 348 e n. 349).

Le figure dell'occupazione appropriativa e dell'occupazione usurpativa sono rispe... _OMISSIS_ ...tterizzate, l'una, dall'irreversibile trasformazione del fondo in assenza di decreto di esproprio e, l'altra, dalla trasformazione in assenza, originaria o sopravvenuta, di dichiarazione di pubblica utilità.

L'occupazione appropriativa, presupponendo la destinazione del fondo ad una finalità pubblicistica, che può verificarsi soltanto in presenza di una dichiarazione di pubblica utilità formale o connessa ad un atto amministrativo che per legge produca tale effetto, si distingue, com'è noto, dall'occupazione usurpativa, la quale ha luogo quando il comportamento dell'Amministrazione non sia ricollegabile ad una pubblica utilità formalmente dichiarata, o per mancanza ab initio della dichiarazione di pubblica utilità, o perché questa è venuta meno a seguito dell'... _OMISSIS_ ...ll'atto in cui era contenuta o per la scadenza dei relativi termini, verificatasi prima del compimento dell'opera.

Le figure della occupazione appropriativa e dell’occupazione usurpativa sono riconducibili, l’una, all'irreversibile trasformazione del fondo in assenza di decreto di esproprio, pure a seguito di una dichiarazione di pubblica utilità e, quindi, nell’ambito di una procedura di espropriazione; l’altra, alla apprensione-trasformazione del fondo in assenza, ab initio, della dichiarazione di pubblica utilità.

Avuto riguard...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 16088 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo