L'indennizzo previsto in caso di acquisizione sanante della proprietà

PATOLOGIA --> ACQUISIZIONE SANANTE --> ART. 42 BIS DPR 327/2001 --> INDENNIZZO/RISARCIMENTO

A seguito dell’entrata in vigore dell'art. 42bis del D.P.R. n. 327/2001, le questioni inerenti alla congruità dell'indennizzo fissato nel decreto di acquisizione risultano esse sottoposte alla giurisdizione del g.o., ai sensi dell'art. 133 comma 1 lett. g) c.p.a., dovendo le stesse essere ricondotte alle ipotesi - ivi previste - di determinazione e di corresponsione delle indennità in conseguenza dell'adozione di atti di natura espropriativa o ablativa. Il legislatore, infatti, dopo la caducazione dell'art. 43 del d.P.R. 327 del 2001 ha correlato l'adozione del provvedimento di acquisizione sanante dell'immobile ex art. 42 bis del medesimo decreto, non pi... _OMISSIS_ ...risarcitoria ma indennitaria.

La quantificazione del risarcimento del danno dovuto a seguito di occupazione illegittima di un bene irreversibilmente trasformato deve avvenire secondo le disposizioni dell'art.42-bis DPR 327/2001 e comunque nel rispetto del principio del ristoro integrale. L’Amministrazione è tenuta anche offrire gli interessi di cui all’art.42-bis quale risarcimento per il periodo di occupazione senza titolo.

In ipotesi di occupazione illegittima, laddove l’Amministrazione espropriante dovesse scegliere la strada dell’espropriazione postuma semplificata di cui all’art. 42 bis DPR 327/2001, devono essere rigorosamente adottati i criteri indennitari ivi espressamente previsti.

Il provved... _OMISSIS_ ...ivo ex art. 42 bis DPR 327/2001 garantisce al privato una tutela piena e satisfattiva al conseguimento dell’integrale valore del bene in prospettiva dichiaratamente “indennitaria” piuttosto che “risarcitoria”, non trattandosi, nell’auspicio “ricostruttivo” dei conditores, di non più plausibile acquisto ex re illicita, come ancora autorizzava a ritenere la formulazione del previgente art. 43.

Con l'art.42 bis DPR 327/2001 il legislatore ha previsto un mutamento del titolo della pretesa, con le consequenziali implicazioni in ordine alle eventuali contestazioni avverso la quantificazione dell’indennizzo stabilito in sede di adozione del provvedimento ex art.42-bis cit.

Il provvedimento di acquis... _OMISSIS_ ...42-bis del D.P.R. n. 327/2001 dovrà contenere l'indicazione dell’indennizzo dovuto per l’acquisizione ex nunc della proprietà del fondo, operare la quantificazione delle somme dovute a titolo di risarcimento del danno in conformità a quanto previsto dal terzo comma; offrire gli interessi previsti dal terzo comma quale risarcimento per il periodo di occupazione illegittima.

Alla luce dei precisi parametri normativi stabiliti dall'art. 42-bis del DPR 327/2001 27-2001, il quale, reintroducendo l'istituto dell'acquisizione sanante, prevede anche che al proprietario sia corrisposto un indennizzo per il pregiudizio patrimoniale e non patrimoniale, anche con riferimento ai fatti antecedenti (comma 8 del predetto art. 42 bis), è possibile condannare l'Ammi... _OMISSIS_ ...pagamento di una somma a titolo di risarcimento del danno per occupazione appropriativa, maggiorato del danno morale nella misura che si ritiene equo determinare nel 10% del danno patrimoniale.

Il trasferimento della proprietà privata in favore dell'Amministrazione può avvenire, oltre che a mezzo dello strumento negoziale o per usucapione, soltanto mediante il procedimento espropriativo ordinario o quello "espropriativo semplificato" previsto dall'art. 42 bis in via eccezionale. In entrambe le suddette forme di espropriazione il diritto sul bene si converte in diritto alla giusta indennità che il privato può far valere dinanzi al giudice ordinario (è significativo che, diversamente dall'originario art. 43 che riconosceva al privato il risarcimento de... _OMISSIS_ ...bis gli riconosca un "indennizzo", oltre al risarcimento per il periodo dì occupazione senza titolo).

La somma spettante al soggetto privato del bene con il decreto emesso ai sensi dell'art. 42 bis DPR 327/2001, ha natura indennitaria e non risarcitoria. Il legislatore utilizza, infatti, il termine “indennizzo” per confermare l’intento di sottrarre la fattispecie dall’ambito delle attività illecite, riconducendo piuttosto l’acquisizione del bene ad un’attività provvedimentale legale tipica, cui non può evidentemente riconnettersi alcun obbligo risarcitorio, ma solo indennitario.

La somma spettante al soggetto privato del bene con il decreto emesso ai sensi dell'art. 42 bis DPR 327/2001, ha nat... _OMISSIS_ ...a e non risarcitoria. Il fatto che il legislatore assieme al termine “indennizzo” abbia adoperato parole come “pregiudizio” o “a titolo risarcitorio” non inquina la bontà della tesi sostenuta, non rilevando, infatti, il complesso della terminologia usata come dimostrato anche dall’art. 39 del medesimo D.P.R.

Con l’art. 42 bis del d.P.R. n. 327/01, al ristoro economico spettante al privato espropriato a seguito di acquisizione sanante è stata conferita natura di indennizzo, e non più natura risarcitoria come previsto nel precedente art. 43 dello stesso d.P.R.

L'art. 42 bis DPR 327/2001 fa riferimento all’indennizzo, piuttosto che al risarcimento del danno, quale corrispettivo dell’attivi... _OMISSIS_ ...ere dall’Amministrazione, ciò per la liceità dell’attività, non retroattiva, posta in essere dall’Autorità agente.

In ipotesi di emanazione del provvedimento di acquisizione ex art. 42 - bis DPR 327/2001, l'Amministrazione è tenuta a corrispondere ai proprietari dell'immobile un indennizzo corrispondente al valore venale della superficie occupata al momento dell'adozione del provvedimento di acquisizione, oltre il 10% di tale valore per il ristoro del danno non patrimoniale (art. 42 - bis, primo e terzo comma).

L’art. 42-bis d.p.r. n. 327/2001 disciplina uno speciale procedimento ablatorio “ex post” a fronte del quale, come espressamente stabilito dal legislatore, al proprietario spetta un indennizzo (non un r... _OMISSIS_ ...r la perdita del diritto di proprietà, con la conseguenza che l’adozione del provvedimento di acquisizione ai sensi del citato art. 42-bis muta da risarcitoria ad indennitaria la pretesa del soggetto spogliato del bene.

L’istituto dell’acquisizione coattiva è stato reintrodotto dall'art. 42 bis DPR 327/2001; nella nuova versione (commi 1, 2, 3 e 4) si fa riferimento all’indennizzo, piuttosto che al risarcimento del danno, quale corrispettivo dell’attività posta in essere dall’Amministrazione, ciò forse per la liceità dell’attività, non retroattiva, posta in essere dall’Autorità agente.

Attraverso il procedimento espropriativo “semplificato", delineato dall'art. 42 bis DPR 3278/2001, il l... _OMISSIS_ ...ede un meccanismo che permette di disporre l’acquisizione del bene al patrimonio della P.A. previa corresponsione al privato di un indennizzo (non quindi di un risarcimento).

La quantificazione del risarcimento del danno in sede di adozione del provvedimento acquisitivo ex art. 42 bis DPR 327/2001 deve avvenire secondo le disposizioni ivi contenute e comunque nel rispetto del principio del ristoro integrale del danno subito, con offerta anche degli interessi quale risarcimento per il periodo di occupazione senza titolo.

Con l'a...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 15728 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo