Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo nella pagina prodotto.

VINCOLI URBANISTICI

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> DECADENZA, REITERAZIONE, INDENNIZZO --> DURATA E DECADENZA --> CONSEGUENZE --> OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE --> ISTANZA DI RITIPIZZAZIONE --> AVVIO PROCEDIMENTO ESPROPRIATIVO

L’intervenuto avvio del procedimento espropriativo, non esonera comunque l’amministrazione dal provvedere espressamente sull’istanza del proprietario diretta alla riqualificazione di area incisa da vincolo decaduto.

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> DECADENZA, REITERAZIONE, INDENNIZZO --> DURATA E DECADENZA --> CONSEGUENZE --> OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE --> ISTANZA DI RITIPIZZAZIONE --> COMPROPRIETARIO

Non si pone come ostativo alla formazione del silenzio inadempimento a istanza di riqualificazione di area incisa da vincolo decaduto, il fatto che il soggetto istante non sia titolare del 100% della proprietà dell'area; tale circostanza fattuale non può, infatti, ritenersi idonea a neutralizzare il diritto di un comproprietario a pretendere dall'Amministrazione comunale che venga esercitato un potere-dovere previsto dalla legge, fermo restando che qualora l'altro comproprietario non condivida la nuova destinazione, che doverosamente l'Amministrazione potrebbe attribuire all'area, lo stesso potrà avvalersi dei r... _OMISSIS_ ...sti dalla legge.

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> DECADENZA, REITERAZIONE, INDENNIZZO --> DURATA E DECADENZA --> CONSEGUENZE --> OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE --> ISTANZA DI RITIPIZZAZIONE --> CONTENUTO

Il peculiare e più immediato thema decidendum che caratterizza l’azione sul silenzio ex art. 21bis legge 1034/1971 riguarda l’obbligo o meno del Comune di dare una risposta alla domanda di riqualificazione di aree incise da vincolo decaduto, obbligo che non può non ritenersi sussistente, a prescindere dal fatto che il ricorrente medesimo non abbia specificato nel dettaglio ed in precisione su quali ambiti zonali sussistono vincoli soggetti a scadenza e su quali altri il vincolo esistente non potrebbe considerarsi espropriativo.

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> DECADENZA, REITERAZIONE, INDENNIZZO --> DURATA E DECADENZA --> CONSEGUENZE --> OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE --> ISTANZA DI RITIPIZZAZIONE --> ESAURIMENTO CUBATURA

L’interesse del soggetto proprietario del terreno ad ottenere una destinazione urbanistica dell’immobile inciso da vincolo decaduto, non è eliso dalla mera consumazione dei diritti edificatori per esaurimento della cubatura disponibile, atteso che l’esercizio dei diritti e f... _OMISSIS_ ...i completa nella edificazione ma comporta una serie di attività che da essa possono prescindere nei limiti, ovviamente, nella destinazione impressa dall’autorità urbanistica.

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> DECADENZA, REITERAZIONE, INDENNIZZO --> DURATA E DECADENZA --> CONSEGUENZE --> OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE --> ISTANZA DI RITIPIZZAZIONE --> GIÀ EVASA

Non sussiste un obbligo di provvedere dell’amministrazione su istanza del privato ad oggetto la riqualificazione di area incisa da vincolo decaduto, quando suddetta istanza sia strumentale all'ottenimento di specifica destinazione, già oggetto di precedente richiesta rigettata dall'Amministrazione.

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> DECADENZA, REITERAZIONE, INDENNIZZO --> DURATA E DECADENZA --> CONSEGUENZE --> OBBLIGO DI RIPIANIFICAZIONE --> ISTANZA DI RITIPIZZAZIONE --> NECESSITÀ

Una volta scaduti i vincoli espropriativi la p.a. è tenuta - autonomamente, non essendo invero necessaria neanche un’apposita istanza del privato - a ridisciplinare l'area rimasta priva di normazione urbanistica, rimuovendo per tali zone bianche i gravosi standard di sostanziale inedificabilità previsti (in precedenza art. 4, ult. comma, della l. 28 gennaio 197... _OMISSIS_ ...'art. 9, d.P.R. 6 giugno 2001 n. 380).

La ripianificazione di aree bianche per vincoli scaduti rappresenta un dovere istituzionale per la PA, anche a prescindere dalle singole domande dei proprietari coinvolti, trattandosi di previsioni attinenti a standard pubblicistici rimasti inattuati, che esigono chiarezza in ordine al loro eventuale (motivato ed indennizzato) rinnovo, ovvero in ordine alla loro rinuncia, previa diversa regolazione urbanistica da imprimere all’area.

L’Amministrazione è tenuta a ripianificare le aree incise da vincolo decaduto senza che si ravvisi la necessità di essere sollecitata da un’apposita istanza del privato, in quanto l’adempimento “risponde al pubblico e generale interesse alla definizione di un razionale ed ordinato assetto del territorio”.

L’Amministrazione è tenuta a ripianificare l’area incisa da vincolo decaduto, senza che si ravvisi la necessità di essere sollecitata da un’apposita istanza del privato, in quanto l’adempimento “risponde al pubblico e generale interesse alla definizione di un razionale ed ordinato assetto del territorio”.

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> DECADENZA, REITERAZIONE, INDENNIZZO --> DURATA E DECADENZA --> CONSEGUENZE --> OBB... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 4,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista