L'accertamento delle possibilità di edificazione per la determinazione dell'indennità di esproprio

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> IRRILEVANZA NELLA STIMA

L'accertamento delle possibilità di edificazione deve prescindere dall'incidenza del vincolo preordinato ad esproprio, ma tenere conto del regime urbanistico dell'area al momento del decreto di espropriazione, conseguendone che la natura del suolo va desunta dalla disciplina urbanistica attribuita alla zona dal piano regolatore generale, sempre che ad essa possano riconoscersi i caratteri di generalità ed astrattezza atti ad escludere il carattere espropriativo.

Ove in via eccezionale, vincoli, pur contenuti in piani di secondo livello, si presentino come particolari, incidenti su beni determinat... _OMISSIS_ ...non già di una generale destinazione di zona, ma della localizzazione puntuale (normalmente definita "lenticolare") di un'opera pubblica, la cui realizzazione non può coesistere con la proprietà privata, ma ne esige la traslazione in favore dell'ente pubblico, si realizza un vincolo sostanzialmente preordinato all'espropriazione, dal quale deve prescindersi ai fini della qualificazione dell'area, per gli effetti indennitari, con la necessità di individuare il parametro legale di siffatta qualificazione in uno strumento previgente.

La classificazione urbanistica del fondo deve aver luogo prescindendo dalla destinazione allo stesso impressa in vista della realizzazione dell'opera pubblica, non potendo incidere sulla liquidazione dell'indennità gli incr... _OMISSIS_ ...inuzioni di valore del suolo dipendenti dalla procedura ablatoria.

Del vincolo sostanzialmente preordinato all'espropriazione, nonostante la sua formale allocazione, deve comunque prescindersi ai fini della qualificazione dell'area, per gli effetti indennitari, con la necessità d'individuare il parametro legale di siffatta qualificazione in uno strumento previgente.

Di un vincolo sostanzialmente preordinato all'espropriazione, a prescindere dalla sua formale allocazione, deve comunque prescindersi ai fini della qualificazione dell'area, per gli affetti indennitari, con la necessità di individuare il parametro legale di siffatta qualificazione in uno strumento previgente.

Ai fini della determinazione del valore di mercato del terre... _OMISSIS_ ... per la liquidazione della relativa indennità, mentre deve tenersi conto dei vincoli e dei limiti di conformazione e di densità edilizia stabiliti, indipendentemente dall'espropriazione, dagli strumenti urbanistici in via generale, non deve invece essere presa in considerazione l'incidenza negativa esercitata dai vincoli specifici di destinazione preordinati all'espropriazione.

Del vincolo preordinato all'espropriazione deve prescindersi ai fini della qualificazione dell'area, per gli effetti indennitari, con la necessità di individuare il parametro legale di siffatta qualificazione in uno strumento previgente.

Se il vincolo ha natura espropriativa, da esso deve prescindersi nella qualificazione dell'area, pur quando la variante abbia mutato la ... _OMISSIS_ ... urbanistica di quest'ultima, con la conseguenza che soltanto in tal caso deve farsi riferimento alla previgente destinazione del piano regolatore generale.

Del vincolo sostanzialmente preordinato all'espropriazione deve prescindersi ai fini della qualificazione dell'area, per gli effetti indennitari.

E' irrilevante, ai fini indennitari, il vincolo preordinato ad esproprio (art. 5-bis, comma 3, e ora D.P.R. n. 327 del 2001, art. 32, comma 1), per cui nella determinazione dell'indennità non può tenersi conto di quella destinazione (potenzialmente penalizzante) in attuazione della quale avverrà l'espropriazione.

Secondo l'insegnamento della Corte Costituzionale e della Corte Suprema, il momento rilevante in cui eseguire l'accertamen... _OMISSIS_ ...ilità legali di edificazione di un fondo espropriato deve farsi coincidere con il momento dell'apposizione del vincolo preordinato all'esproprio (con conseguente irrilevanza, ai fini dell'accertamento in questione, del vincolo medesimo).

Se il vincolo incide su beni determinati, in funzione non già di una generale destinazione di zona, ma della localizzazione di un'opera pubblica, la cui realizzazione non può coesistere con la proprietà privata, il vincolo che la stessa contiene deve essere qualificato come preordinato alla relativa espropriazione con conseguente sua ininfluenza agli effetti indennitari e risarcitori.

Essendo indubbio che la destinazione pubblicistica comporta un vincolo funzionale alla realizzazione dell'intervento pubblico, e ... _OMISSIS_ ...quisizione dei beni all'amministrazione, come puntualmente avviene con l'approvazione del progetto comportante la pubblica utilità dell'opera, e poi con il decreto di esproprio, è dell'originaria destinazione (nel caso di specie ) agricola (non edificabile) che deve tenersi conto. La previsione di un vincolo preordinato all'esproprio è irrilevante ai fini della valutazione della natura e del valore da attribuire all'area occupata ed ablata, ai fini della determinazione delle dovute indennità.

Del vincolo espropriativo deve prescindersi nella qualificazione dell'area pur quando la variante ne abbia mutato la classificazione urbanistica, con la conseguenza che esclusivamente in tal caso per la determinazione dell'indennizzo deve farsi riferimento alla previgente... _OMISSIS_ ...el P.R.G.

Esclusa l'applicazione della variante perché contenente vincolo lenticolare, nulla resta se non applicare lo strumento generale preesistente.

Nell'individuazione della natura edificatoria di un terreno ai fini della determinazione della indennità di espropriazione (come dell'indennità di occupazione legittima, ad essa correlata), deve tenersi conto dei vincoli conformativi della proprietà, e non anche di quelli preordinati all'esproprio.

L'accertamento delle possibilità legali ed effettive di edificazione, ai fini della determinazione dell'indennità di esproprio, prescinde dall'incidenza del vincolo preordinato ad esproprio, ma tiene conto del regime urbanistico dell'area al momento del decreto di espropriazione, in attu... _OMISSIS_ ...i previsioni generali, mediante la dichiarazione di pubblica utilità dell'opera, è stato apposto il vincolo espropriativo.

La determinazione del valore venale del bene (nel caso di specie a fini risarcitori), va fatta sulla base delle caratteristiche attuali del terreni, ma senza tenere conto dei vincoli preordinati all’esproprio e di quelli connessi alla realizzazione dell’opera pubblica, secondo quanto previsto dall’art. 32 del D.P.R. 327/2001.

La ricognizione delle possibilità legali ed effettive di edificazione del bene va compiuta con riferimento al momento della vicenda ablatoria, identificato in quello del decreto di esproprio, desumendo la natura del suolo dalla disciplina urbanistica vigente e dalle varianti cui possan... _OMISSIS_ ...i caratteri di generalità e astrattezza atti ad escludere il carattere espropriativo. Al contrario, non si deve tenere conto delle varianti che impongono un vincolo particolare incidente su beni determinati, in funzione non già di una generale destinazione di zona, ma della localizzazione di un'opera pubblica, la cui realizzazione non può coesistere con la proprietà privata.

Il calcolo del valore dell'area illegittimamente occupata deve prescindere dal vincolo (illegittimamente) apposto. Assumere il valore equivalente a ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 19699 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo