Perfezionamento della procedura di apposizione di un vincolo preordinato all'esproprio

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE --> PERFEZIONAMENTO

L’approvazione del progetto di opera pubblica e la conseguente variante al PRG può esplicare efficacia solo con l’approvazione regionale, posto che solo per l’effetto di quest’ultima può aversi la regolare modifica della destinazione urbanistica dei suoli interessati dagli interventi, non essendo sufficiente la sola adozione della variante, siccome atto non idoneo a far conseguire effetti di dichiarazione di pubblica utilità del progetto dell’opera approvata né capace di sorreggere gli ulteriori atti della procedura ablativa.

Nel regime del T.U. n. 327/200... _OMISSIS_ ... perfezionata la variante localizzativa dell'opera pubblica, qualora la stessa non sia stata mai inviata alla Regione e dunque non possa essere stata mai oggetto di alcun provvedimento né espresso né implicito di approvazione.

Le nozioni giuridiche di esecutività ed efficacia non sono sinonimi, bensì istituti di contenuto ed effetti diversi. L'immediata esecutività della delibera consiliare realizza il perfezionamento dell’atto nella sua idoneità a produrre ed imporre effetti giuridici; l’efficacia derivante da una pubblicazione prevista dalla legge, quindi in funzione non meramente pubblicitaria, determina invece il momento di effettiva produzione degli effetti della deliberazione consiliare. Pertanto corretta è l'affermata sussistenza del ... _OMISSIS_ ...ta di pubblicazione del provvedimento.

Dall’articolo 9 del d.p.r. n.327 del 2001, si evince che un bene è sottoposto al vincolo preordinato all'esproprio quando diventa efficace l'atto di approvazione del piano urbanistico generale, ovvero una sua variante, che prevede la realizzazione di un opera pubblica o di pubblica utilità.

Ai sensi dell’art. 9, comma 1, del d.P.R. n. 327/2001, secondo cui “un bene è sottoposto al vincolo preordinato all’esproprio quando diventa efficace l’atto di approvazione del piano urbanistico generale, ovvero la sua variante, che prevede la realizzazione di un’opera pubblica o di pubblica utilità”, il vincolo decorre da quando il piano o la sua variante è divenuta efficace, qu... _OMISSIS_ ...ovazione e non dalla adozione della stessa.

Dovendosi assicurare la conformità dell'opera pubblica alla normativa urbanistica di riferimento, il vincolo espropriativo si può legittimamente apporre unicamente quando diventa efficace l'atto di approvazione del piano urbanistico generale o, in mancanza, in caso di approvazione di una sua variante.

Alla luce del disposto di cui all’art. 9 del d.p.r. n. 327 del 2001, un bene è sottoposto al vincolo preordinato all’esproprio quando diventa efficace l’atto di approvazione della variante al piano regolatore generale, che prevede la realizzazione di un’opera pubblica o di pubblica utilità; dalla norma riportata risulta come, in presenza dell'individuazione determinata dell’a... _OMISSIS_ ...uo;intervento di pubblica utilità da realizzare, è sufficiente l’approvazione della variante perché nasca il vincolo preordinato all’espropriazione quale effetto automatico.

Dovendosi assicurare la conformità dell’opera alla normativa urbanistica di riferimento, il vincolo espropriativo si può ritenere legittimamente apposto unicamente quando è divenuto efficace l’atto di approvazione del piano urbanistico generale o, in mancanza, in caso di approvazione di una variante di tale piano.

La delibera di adozione di una variante urbanistica perde ogni effetto, in conseguenza del mancato intervento della definitiva delibera di approvazione. Non può pertanto essere certificata la sussistenza di vincoli espropriativi introdo... _OMISSIS_ ...ante adottata e non approvata.

Ai sensi dell'art. 2 della L. n. 1187 del 1968, il termine quinquennale di efficacia del vincolo espropriativo decorre dall’approvazione dello strumento urbanistico; ne consegue che è inconferente il richiamo all’applicabilità di tale normativa e al decorso del termine quinquennale, qualora la variante appositiva del vincolo sia solo adottata e non ancora approvata.

In base alla disciplina del DPR n. 327/2001, l’apposizione del vincolo preordinato all’esproprio si perfeziona, di regola, nel momento in cui acquista efficacia l’atto di approvazione del piano urbanistico generale, o di una sua variante, che preveda l’esecuzione dell’opera pubblica o di pubblica utilità.
... _OMISSIS_ ...I URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> VINCOLI URBANISTICI --> ESPROPRIATIVI E CONFORMATIVI --> ESPROPRIATIVI --> APPOSIZIONE --> PERFEZIONAMENTO --> PEEP

Gli effetti legali tipici derivanti dal PEEP consistenti nel vincolo preordinato all’esproprio e contestuale dichiarazione di pubblica utilità, allorquando vi sia variante allo strumento urbanistico generale, vanno determinati al momento in cui diventa efficace l’atto di approvazione del suddetto piano generale ovvero di una sua variante, secondo il chiaro disposto dell’art. 9 c. primo, d.p.r. 327/2001, per altro in recepimento di consolidato indirizzo giurisprudenziale in materia di efficacia dei vincoli ablatori.