Non rientra nella competenza in unico grado della Corte di Appello a giudicare le controversie di opposizione alla stima

GIUDIZIO --> GIURISDIZIONE E COMPETENZA --> RIVALSA

Sintesi: Va esclusa la possibilità per l'ente convenuto beneficiario della espropriazione di far valere, nell'ambito del giudizio di opposizione alla stima, pretese nei confronti dei soggetti delegati al compimento degli atti espropriativi o alla occupazione a norma degli artt. 35 e 60 della L. n. 865 del 1971, soggetti che restano estranei al rapporto espropriativo, trattandosi di rapporti che esulano la speciale competenza della corte d'appello in unico grado contemplata dall'art. 19, L. 1971, n. 865 - oggi art.54 del T.U.

Estratto: «5. Va dichiarata inammissibile la domanda spiegata in via subordinata dal Comune nei confronti della società cooperativa superficiaria, terza chiamat... _OMISSIS_ ...avente ad oggetto il pagamento della eventuale maggiore somma che dovesse essere riconosciuta come dovuta a titolo di indennità per l'esproprio e di occupazione legittima e ciò in forza della convenzione stipulata in data 8.2.95 e della previsione dell'art. 35 della L. n. 865 del 1971 .E' sufficiente qui ricordare che il legittimato passivo del procedimento di espropriazione alla stima proposta dall'espropriato è il soggetto a cui favore e a beneficio del quale risulta adottato il provvedimento ablatorio . Peraltro proprio in considerazione della natura e funzione del presente giudizio di opposizione alla stima così come individuato al paragrafo 2, va esclusa la possibilità per l'ente convenuto beneficiario della espropriazione di far valere, nell'ambito di detto giud... _OMISSIS_ ...ei confronti dei soggetti delegati al compimento degli atti espropriativi o alla occupazione a norma degli artt. 35 e 60 della L. n. 865 del 1971, soggetti che restano estranei al rapporto espropriativo .trattandosi di rapporti che esulano la speciale competenza della corte d'appello in unico grado contemplata dall'art. 19, L. 1971, n. 865 - oggi art.54 del T.U. (cfr. in questi esatti termini Cass. 13456/2011 resa in tema di espropriazione per la realizzazione di programmi per l'edilizia pubblica residenziale; in senso conforme Cass. 23.10.2008 n. 25622).»

Sintesi: La competenza eccezionale in unico grado attribuita al giudice dell'opposizione alla stima, indicato dalla L. 22 ottobre 1971, n. 865, art. 19 nella Corte d'Appello competente per territorio, ... _OMISSIS_ ...alla domanda di determinazione dell'indennità dovuta al proprietario del bene espropriato, ma non comprende anche la domanda - diversa ed autonoma per "petitum" e "causa petendi" - diretta a stabilire chi sia, nei rapporti interni, il soggetto che, in via di regresso, debba sopportare l'onere economico, appartenendo il relativo giudizio al giudice di primo grado secondo gli ordinari criteri della competenza.

Estratto: «7. Infondato, è, invece, il primo motivo del ricorso principale, con cui il comune ha denunciato violazione dell'art. 112 cod. proc. civ. per non avere la sentenza impugnata esaminato la propria domanda di manleva rivolta nei confronti della s.p.a. Esselunga, non avendo la Corte di merito l'obbligo di pronunciare su di ... _OMISSIS_ ...mmissibile attesa la propria incompetenza per materia a statuire su di essa: ciò in quanto la competenza eccezionale in unico grado attribuita al giudice dell'opposizione alla stima, indicato dalla L. 22 ottobre 1971, n. 865, art. 19 nella Corte d'Appello competente per territorio, è circoscritta alla domanda di determinazione dell'indennità dovuta al proprietario del bene espropriato ed a quelle accessorie di pagamento degli interessi e dell'eventuale maggior danno per il ritardato adempimento; ma non comprende anche la domanda - diversa ed autonoma per "petitum" e "causa petendi" - diretta a stabilire chi sia, nei rapporti interni, il soggetto che, in via di regresso, debba sopportare l'onere economico dell'indennità corrisposta dall'espropriato, appart... _OMISSIS_ ...ivo giudizio al giudice di primo grado secondo gli ordinari criteri della competenza (Cass. 18188/06; 1234/1995; 5753/1993).»

Sintesi: La domanda di garanzia che l'espropriante formuli avverso un altro soggetto che, a suo giudizio, sia tenuto a rivalerlo, non rientra nella competenza in unico grado della Corte di Appello a giudicare le controversie di opposizione alla stima, stabilita dall'art. 54, TU 327/01, poiché questa speciale competenza non è estensibile a rapporti diversi da quelli relativi alla determinazione dell'indennità.

Estratto: «Per costante giurisprudenza, parte del procedimento espropriativo, obbligato al pagamento dell'indennità e quindi legittimato passivo nel giudizio di opposizione alla stima è il soggetto esprop... _OMISSIS_ ...e del quale è stato pronunziato il decreto di espropriazione, dovendosi comunque identificare l'obbligato al versamento delle indennità esclusivamente nel soggetto che nel provvedimento ablatorio risulta beneficiario dell'esproprio. Nel caso in esame, il decreto di esproprio è stato pronunciato in favore del Comune di Apollosa, cui, pertanto, spetta in via esclusiva la legittimazione passiva e nei cui confronti gli attori hanno correttamente proposto il giudizio di opposizione.Il Consorzio è stato chiamato in causa dal Comune che ha proposto nei suoi confronti domanda di garanzia impropria sulla base di una clausola del contratto di cessione dell'area espropriata concluso tra il Comune e il Consorzio in data 4/09/07. La domanda è inammissibile. Come eccepito dal Consorzio, l... _OMISSIS_ ...ranzia che l'espropriante formuli avverso un altro soggetto che, a suo giudizio, sia tenuto a rivalerlo, non rientra nella competenza in unico grado della Corte di Appello a giudicare le controversie di opposizione alla stima, stabilita dall'art. 54, TU 327/01, poiché questa speciale competenza non è estensibile a rapporti diversi da quelli relativi alla determinazione dell'indennità. (Giur. pacifica. V. per tutte, Cass. 8/5/08 n. 11477, e sotto il vigore dell'art. 20, n. 867/1971, Cass. 24/04/1993 n. 4841). Trattandosi di pronuncia in rito, sussistono giusti motivi per compensare le spese di lite tra il Comune e il Consorzio.»

Sintesi: Non rientra nella competenza in unico grado della Corte di Appello a giudicare le controversie di opposizione alla stim... _OMISSIS_ ...ll'art. 54, TU 327/01, la domanda di garanzia che l'espropriante formuli avverso un altro soggetto che, a suo giudizio, sia tenuto a rivalerlo, poiché questa speciale competenza non è estensibile a rapporti diversi da quelli relativi alla determinazione dell'indennità.

Estratto: «Per costante giurisprudenza, parte del procedimento espropriativo, obbligato al pagamento dell'indennità e quindi legittimato passivo nel giudizio di opposizione alla stima è il soggetto espropriente, a favore del quale è stato pronunziato il decreto di espropriazione, dovendosi comunque identificare l'obbligato al versamento delle indennità esclusivamente nel soggetto che nel provvedimento ablatorio risulta beneficiario dell'esproprio. Nel caso in esame, il decreto di esproprio... _OMISSIS_ ...ciato in favore del Comune di Apollosa, cui, pertanto, spetta in via esclusiva la legittimazione passiva e nei cui confronti gli attori hanno correttamente proposto il giudizio di opposizione. Solo tardivamente, in conclusioni, essi hanno chiesto la condanna del Consorzio al pagamento della giusta indennità nell'ipotesi, che si è appena esclusa, in cui fosse riconosciuta la legittimazione passiva del Consorzio.Il Consorzio è stato chiamato in causa dal Comune che ha proposto nei suoi confronti domanda di gar...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 34474 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 7,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo