Le opposizioni alla quantificazione dell'indennità di occupazione legittima devono essere decise dal G.O.

Estratto: «Il ricorso è ammissibile e in parte fondato, sicché potrà essere accolto, nei limiti di quanto di ragione.Sussiste, in primo luogo, nella fattispecie in esame, la giurisdizione esclusiva di questo adito G.A. E’ vero che successivamente alla pronuncia del 2003 del Tribunale di Nola declinatoria della giurisdizione ordinaria è intervenuta la pronuncia della Corte costituzionale n. 204 del 2004, che ha dichiarato l'illegittimità costituzionale dell’art. 34 del decreto legislativo n. 80 del 1998 nella parte in cui prevedeva che sono devolute alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo le controversie aventi per oggetto «gli atti, i provvedimenti e i comportamenti» anziché «gli atti e i provvedimenti» delle pubblich... _OMISSIS_ ...ni e dei soggetti alle stesse equiparati, in materia urbanistica ed edilizia (pronuncia ribadita dalla stessa Corte con sentenza 28 luglio 2004, n. 281, che ha dichiarato l'illegittimità costituzionale del comma riportato nella parte in cui istituisce una giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo in materia di edilizia e urbanistica, anziché limitarsi ad estendere in tale materia la giurisdizione del giudice amministrativo alle controversie aventi ad oggetto diritti patrimoniali consequenziali, ivi comprese quelle relative al risarcimento del danno). Ma è altresì vero che la Consulta è nuovamente intervenuta sul tema del riparto nella materia delle occupazioni appropriative della p.a. esaminando, con la sentenza 11 maggio 2006, n. 191, l’art. 53 del d.P... _OMISSIS_ ...01, n. 327 (recante il testo unico delle disposizioni legislative e regolamentari in materia di espropriazione per pubblica utilità), ove è prevista la devoluzione alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo delle controversie aventi per oggetto gli atti, i provvedimenti, gli accordi e i comportamenti delle amministrazioni pubbliche e dei soggetti ad esse equiparati, conseguenti alla applicazione delle disposizioni del testo unico. In quella sede, la Corte ha dichiarato l’illegittimità costituzionale dell’art. 53, comma 1, del decreto legislativo 8 giugno 2001, n. 325 (trasfuso nel d.P.R. n. 327 del 2001) nella parte in cui, devolvendo alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo le controversie relative a «i comportamenti delle pubbl... _OMISSIS_ ...zioni e dei soggetti ad esse equiparati», non esclude i comportamenti non riconducibili, nemmeno mediatamente, all’esercizio di un pubblico potere. Il giudice delle leggi, con il rescritto del 2006 in esame, recuperando una distinzione elaborata dalla Cassazione a sezioni unite nella fase di vigenza dell’art. 34 del d.P.R. n. 80 del 1998 tra “comportamenti (appropriativi) amministrativi” e “comportamenti (appropriativi) meri”, ovvero tra occupazione appropriativa ed occupazione usurpativa, ha in sostanza affermato il principio secondo cui è legittima (e resta ferma) l’attribuzione al G.A. della giurisdizione esclusiva sulle prime ipotesi (occupazione appropriativa da comportamento “amministrativo”, cioè a dire basat... _OMISSIS_ ...nti riconducibili, sia pur mediatamente, all’esercizio di un pubblico potere, quale una dichiarazione di pubblica utilità “a monte”, ancorché “scaduta”), mentre è incostituzionale (e, dunque, cade) quella sulle seconde ipotesi (occupazione usurpativa da comportamento “mero”, cioè a dire derivante da comportamenti non riconducibili, nemmeno mediatamente, all’esercizio di un pubblico potere).Orbene, calando le regole di diritto ora enunciate nella fattispecie concreta all’odierno esame del Collegio, emerge in tutta evidenza l’ascrivibilità del caso pratico di che trattasi – occupazione d’urgenza originariamente legittima, poi asseritamene divenuta illegittima per scadenza del termine quinquennale senza per... _OMISSIS_ ...lla procedura ablatoria di asservimento – alla prima tipologia di fattispecie, quella delle occupazioni cd.”appropriative”, seguenti a comportamenti “amministrativi”, riconducibili, almeno mediatamente, all’esercizio di un pubblico potere, come tali ascrivibili senz’altro al G.A. (Cons. Stato, ad. plen., 30 luglio 2007, n. 9 e 22 ottobre 2007, n. 12).Esula, invece, dalla giurisdizione amministrativa, per spettare a quella dell’A.G.O., il capo della domanda relativo al riconoscimento degli indennizzi per il periodo di occupazione legittima (e, comunque, per ogni altra indennità espropriativa di legge), domanda per la quale continua a valere a tutti gli effetti, senza che possano ipotizzarsi effetti di assorbimento per la concent... _OMISSIS_ ...dizio, la riserva al giudice ordinario disposta dall’art. 53, comma 3, del d.P.R. n. 327 del 2001 (“Resta ferma la giurisdizione del giudice ordinario per le controversie riguardanti la determinazione e la corresponsione delle indennità in conseguenza dell'adozione di atti di natura espropriativa o ablativa”, disposizione in base alla quale deve ritenersi tuttora applicabile la previsione del comma quarto dell’art. 20 della legge n. 865 del 1971 – ancorché formalmente abrogata dal testo unico del 2001 – in base alla quale “Contro la determinazione dell'indennità gli interessati possono proporre opposizione davanti alla corte d'appello competente per territorio, con atto di citazione notificato all'occupante entro trenta giorni dalla ... _OMISSIS_ ...ell'indennità a cura del sindaco nelle forme prescritte per la notificazione degli atti processuali civili”).»

Sintesi: Del preteso risarcimento del danno nel periodo in cui si è verificata la legittima occupazione del bene, conosce, ai sensi dell'art. 34 comma 3 lett. b), del D.Lgs. n. 80/98 e dell’art. 53 comma 3 del DPR n. 327/2001, il giudice ordinario.

Estratto: «1.1.2 L'eccezione è invece fondata per quanto concerne il preteso risarcimento del danno nel periodo in cui si è verificata la legittima occupazione del bene.Per tale domanda, infatti, ai sensi dell'art. 34 comma 3 lett. b), del D.Lgs. n. 80/98 e dell’art. 53 comma 3 del DPR n. 327/2001, permane la giurisdizione del giudice ordinario (Cfr. Cass. SS.UU... _OMISSIS_ ..., n. 9847/2007).Di conseguenza va dichiarato il difetto di giurisdizione sotto il profilo in esame.»

Sintesi: In ordine alla domanda ad oggetto l'indennità di occupazione legittima precedente l'intervenuta occupazione acquisitiva, sussiste la giurisdizione del GO.

Estratto: «E’ infondata l’eccezione di difetto di giurisdizione del G.A. sollevata dalla difesa comunale, sussistendo, nella fattispecie, la cognizione amministrativa della controversia, trattandosi non già di un’occupazione puramente usurpativa (relativa a comportamenti “meri”), ma di un’occupazione originariamente legittima, ma poi divenuta illegittima per la mancata conclusione nei termini delle procedure espropriative (relativa, dunqu... _OMISSIS_ ...nti cd. “amministrativi”), secondo quanto bene chiarito da Cons. Stato. ad. plen. 22 ottobre 2007, n. 12, nonché 30 agosto 2005, n. 4, 9 febbraio 2006, n. 2 e 30 luglio 2007, n. 9, sulla scorta di Corte cost. n. 191 del 2006). Questa eccezione resta, invece, fondata limitatamente al capo (implicito) di domanda inerente la pretesa di inclusione nel quantum debeatur della somma di euro 11.931,80 dovuta, secondo la prospettazione di parte ricorrente, a titolo di mancato pagamento ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 15824 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 6,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo