La materia dell’edilizia agevolata è di giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo

Sintesi: La controversia relativa mancata concessione di un contributo o finanziamento per la ristrutturazione di alloggi da destinare poi a locazione convenzionata e agevolata rientra nella giurisdizione esclusiva del G.A. nel caso in cui sia espressione di una concessione discrezionale e nella giurisdizione del G.O. qualora invece le provvidenze siano disciplinate in modo da rendere vincolata l'attività dell'amministrazione che deve svolgersi secondo i criteri predisposti dalla legge, con conseguente riconoscimento di un diritto soggettivo alle sovvenzioni stesse.

Estratto: «1. Nella concreta fattispecie, oggetto della causa principale è il risarcimento danni da inadempimento del Comune di Aosta chiesto dalla B. e non la mancata concessione del contri... _OMISSIS_ ...mento, di cui avrebbe dovuto conoscere il giudice amministrativo, trattandosi di concessione discrezionale in materia urbanistica o edilizia, in rapporto alla destinazione delle sovvenzione per ristrutturare appartamenti da destinare a locazione convenzionata e agevolata in un'area ad alta densità abitativa (su tale giurisdizione, in genere, cfr. S.U. ord. 1 dicembre 2009 n. 25261, 19 maggio 2008 n. 12641, 22 giugno 2007 n. 14572, 23 febbraio 2001 n. 66).Le eccezioni del controricorrente che a tali contributi nella particolare materia sopra individuata fanno riferimento sono quindi irrilevanti, oltre tutto perché legittimato passivo nell'eventuale azione tesa a ottenere la sovvenzione non concessa non può essere l'ente locale ma sarebbe la Regione, titolare del potere di dis... _OMISSIS_ ...e il contributo o il finanziamento perso dalla B. e ai quali fa riferimento il Comune di Aosta nella sua eccezione tesa a denegare i poteri del giudice ordinario nella causa principale. Dalla lettura della L.R. Valle d'Aosta n. 5 del 2003 emerge che nel caso le provvidenze previste normativamente sono disciplinate in modo da rendere vincolata l'attività dell'amministrazione che deve svolgersi secondo i criteri predisposti dalla legge regionale, con conseguente riconoscimento di un diritto soggettivo alle sovvenzioni stesse da pretendere in conseguenza dalla Regione dinanzi al giudice ordinario (sulla giurisdizione in tali casi, tra altre, cfr. S. U. ord. 21 novembre 2008 n. 27618 e 20 febbraio 2007 n. 3848).»

Sintesi: La domanda di risarcimento del danno... _OMISSIS_ ...toscrizione da parte della P.A. di una convenzione avente ad oggetto la concessione di una sovvenzione per la ristrutturazione di un immobile da destinare a locazione agevolata o convenzionata è di cognizione del G.O., qualora la legge configuri detta sottoscrizione come doversoa da parte della P.A..

Estratto: «2. Nel caso di specie il richiamo al contributo rientrante nella materia urbanistica ed edilizia riservata alla giurisdizione esclusiva del G.A., di cui al D.Lgs. 31 marzo 1998, n. 80, art. 34, come modificato dalla L. 21 luglio 2005, n. 205, vi è stato solo per predeterminare un criterio di liquidazione e quantificazione dei danni subiti dall'attrice a causa dell'inadempimento dal Comune di Aosta dell'onere a carico di esso di sottoscrivere tempe... _OMISSIS_ ...ma cioè del termine di scadenza per domandaci contributi regionali, la convenzione da allegare alla domanda di finanziamento costituente condizione di ammissibilità della stessa, con la conseguenza che l'attrice non chiede di annullare il provvedimento della Regione che l'ha pretermessa dalla graduatoria dei beneficiari dei contributi, di cui alla legge regionale n. 5 del 2003, ma solo di condannare il Comune di Aosta al risarcimento del danno costituito dal mancato ottenimento della somma prevista come contributo, per la condotta dell'ente locale, che non ha consentito a lei di chiedere in modo legittimo quanto le spettava, a causa della mancata tempestiva designazione del funzionario comunale che avrebbe dovuto sottoscrivere la convenzione, da allegare alla domanda del ben... _OMISSIS_ ...uente condizione di ammissibilità della stessa.Sembra allora palese che la domanda della B. ha come causa petendi non la mancata concessione del contributo dalla Regione Valle d'Aosta, ma la omessa sottoscrizione della convenzione che avrebbe vincolato l'immobile da ristrutturare alla destinazione per cui sarebbe stata riconosciuta la sovvenzione, cioè alla locazione in favore dei soggetti individuati dallo stesso Comune di Aosta, per convenzione che la legge afferma "deve essere sottoscritta" da chi chiede il beneficio e dall'ente locale e nel caso non è stata stipulata da questo in violazione di detto dovere, per cui, base dell'azione risarcitoria è tale inadempimento di un obbligo di legge e non la lesione di un interesse legittimo, in una situazione rispetto al... _OMISSIS_ ...a posizione autoritativa della P.A. ha rilievo.Nella fattispecie, deve ritenersi quindi che la giurisdizione spetti al giudice ordinario, che valuta le posizioni paritarie delle parti costituite da diritti soggettivi, di cui è chiesta tutela a fronte di violazione dei corrispondenti doveri, con l'azione reintegratoria per equivalente, da liquidare in rapporto alle sovvenzioni non ottenute dall'attrice, per l'inosservanza dell'onere del Comune di Aosta di sottoscrivere la convenzione, il cui schema era stato fornito dalla B. e da lei firmato, come previsto nella legge regionale (nello stesso senso, cfr. S.U. ord. 30 ottobre 2008 n. 26023).3. Pur vertendo la controversia in materia di edilizia e urbanistica e di concessione di contributi per realizzare alloggi destinati a loca... _OMISSIS_ ..., l'azione oggetto della causa principale sì fonda solo sulla mancata sottoscrizione della convenzione presupposto del contributo pubblico, che avrebbe dovuto essere sottoscritta dal funzionario dell'Ufficio case del Comune di Aosta designato per tale funzione dalla giunta comunale, con delibera che in fatto è stata successiva alla scadenza dei termini per presentare le domande di finanziamento per le opere di ristrutturazione di cui sopra. La tardività dell'adempimento che precede è posto dalla B. a base della azione risarcitoria, che non è connessa ad alcuna attività autoritativa delle P.A. e a tutela di interessi legittimi, derivando da un mero comportamento ineseguito dello stesso ente locale, che, anche nella materia urbanistica ed edilizia, non comporta la giuri... _OMISSIS_ ...iva del G.A. se non vi siano stati atti autoritativi dell'amministrazione incidenti su interessi legittimi (C. Cost. 6 luglio 2004 n. 204), con la conseguenza che deve riconoscersi al giudice ordinario il potere di decidere la controversia oggetto del processo principale, avente ad oggetto solo il risarcimento del danno per inadempimento di un obbligo di sottoscrizione di un atto imposto ad un ente pubblico dalla legge.»

Sintesi: La materia dell’edilizia agevolata, per la sua valenza sociale nei confronti dei ceti economicamente più deboli, rientra nel novero dei servizi pubblici come definiti dall’art. 33 del d.lgs. n. 80/1998 e, perciò, risulta devoluta alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo.

Estratto: «... _OMISSIS_ ...Collegio l’esame del gravame deve essere preceduto da una breve premessa, relativa alla riconducibilità o meno della causa entro i confini della giurisdizione del giudice amministrativo ed, in tale ambito, nella sfera della giurisdizione generale di legittimità, o non, piuttosto, in quella della giurisdizione esclusiva.Sul punto, il Collegio ritiene di dover aderire all’orientamento giurisprudenziale, secondo il quale la materia dell’edilizia agevolata, al pari di quella dell’edilizia abitativa pubblica, per la sua valenza sociale nei confronti ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 11527 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo