L'atto riassuntivo, a seguito di sentenza di incompetenza, può contenere una domanda nuova

Sintesi: L'atto riassuntivo, a seguito di sentenza di incompetenza per valore del giudice civile, può contenere una domanda nuova, valendo in tal caso come introduzione di un giudizio "ex novo" purché tuttavia abbia tutti i requisiti di un valido atto di citazione ex novo.

Estratto: «Preliminarmente va rilevato che l'atto riassuntivo, può contenere una domanda nuova, valendo in tal caso come introduzione di un giudizio "ex novo" purché tuttavia abbia tutti i requisiti di un valido atto di citazione ex novo. (Cass. 29 ottobre 1983 n. 6457 e 10 febbraio 1981 n. 828). Nel caso di specie, non risultando apposta una nuova procura alla citazione in riassunzione ma avendo agito il procuratore dell'attore sulla base della medes... _OMISSIS_ ...asciata nell'ambito del giudizio riassunto a seguito della pronuncia di incompetenza per valore del Pretore di (...), il presente giudizio conserva lo stesso thema decidendum del giudizio riassunto, con inammissibilità della domanda nuova di risarcimento dei danni non compresa nella originaria procura. La rilevanza dell'eccezione va, comunque, ritenuta superata dalla rinuncia dell'attore alla domanda di risarcimento dei danni.Il thema decidendum del presente giudizio è, dunque limitato all'accertamento della violazione o meno delle distanze delle opere realizzate dal convenuto ed abbattimento delle opere o eventuali altri interventi (di arretramento) per la eliminazione di tale violazione, ove accertata. La domanda avanzata nel primo giudizio, poi riassunto, limita... _OMISSIS_ ...ento dell'opera viene solo specificata e precisata nelle conclusioni sub a) della citazione in riassunzione con il riferimento oltre che alla demolizione anche ad eventuale altro intervento per la eliminazione della violazione delle distante ove tale precisazione è un minus rientrante comunque nell'ambito della originaria formulazione più ampia.»