L'annullamento del contratto stipulato tra la P.A. e il soggetto aggiudicatario della concessione va proposta al G.O

Sintesi: Qualora gli atti della procedura di gara siano annullati, la domanda di reintegrazione in forma specifica e di annullamento del contratto stipulato tra la P.A. e il soggetto che si è aggiudicato la concessione d'uso dei beni va proposta al G.O.: tuttavia, la sentenza di annullamento dell'aggiudicazione ingenera in capo alla P.A. l'obbligo di conformarsi alle statuizioni ivi contenute, prendendo atto dell'invalidità che affligge il contratto in via derivata, e in difetto potrà essere promosso il giudizio di ottemperanza.

Estratto: «3. E' viceversa inammissibile, per difetto di giurisdizione, la domanda di reintegrazione in forma specifica e di annullamento del contratto medio tempore stipulato tra il Comune e la controinteressata (cfr. ... _OMISSIS_ .... un., 28 dicembre 2007 n. 27169).Va ribadito, in ogni caso, che la presente sentenza di annullamento dell'aggiudicazione determina in capo al Comune l'obbligo di conformarsi alle relative statuizioni e di orientare conseguentemente la sua ulteriore azione, prendendo atto dell'invalidità che affligge il contratto in via derivata. In difetto, la ricorrente potrà instaurare il giudizio di ottemperanza, nel quale il giudice amministrativo ben potrà sindacare in modo pieno, completo e satisfattivo l'attività posta in essere dall'Amministrazione ovvero il suo comportamento omissivo, adottando tutte le misure (direttamente o per il tramite di un commissario) necessarie ed opportune per dare esatta ed integrale esecuzione alla sentenza e per consentire una corre... _OMISSIS_ ...del potere amministrativo (in tal senso Cons. Stato, ad. plen., 30 luglio 2008 n. 9; Id., sez. V, 19 maggio 2009 n. 3070).»