Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo nella pagina prodotto.

RICORSI, IMPUGNAZIONI, DOMANDE GIUDIZIALI

GIUDIZIO --> LEGITTIMAZIONE ATTIVA --> SOGGETTI --> CONDUTTORE

Sintesi: Il locatario, in funzione dell'interesse alla conservazione e prosecuzione del rapporto locativo, e quindi di un interesse differenziato e qualificato alla verifica della legittimità della concessione e ora del permesso di costruire, è titolare di una posizione legittimante all'impugnazione, riveniente non solo dal contratto sebbene dalla disciplina legale che ne consente la risoluzione in presenza di specifici presupposti, tra i quali anche il rilascio del titolo edilizio (oltre alla tempestiva comunicazione di diniego da inviare con lettera raccomandata almeno dodici mesi prima della scadenza o diciotto per le locazioni alberghiere).


Estratto: «2.1) Com'è noto, l'art. 29 della legge 27 luglio 1978, n. 392 (recante "Disciplina delle locazioni di immobili urbani"), a garanzia di un preminente interesse alla stabilità delle attività economiche, consente il diniego di rinnovazione, alla prima scadenza, dei contratti di locazione degli immobili urbani a uso diverso dalle abitazioni (la cui durata è regolata dal precedente art. 27 in sei anni per quelli adibiti a attività industriali, commerciali e artigianali e turistiche, nonché ad attività di lavoro autonomo e in nove anni per quelli a uso alberghiero) solo in relazione a fattispecie tipizzate, tra le qu... _OMISSIS_ ...esigenza del locatore di "demolire l'immobile per ricostruirlo, ovvero procedere alla sua integrale ristrutturazione o completo restauro, ovvero eseguire su di esso un intervento sulla base di un programma comunale pluriennale di attuazione ai sensi delle leggi vigenti".Nella predetta ipotesi, però, "...il possesso della prescritta licenza o concessione è condizione per l'azione di rilascio" e "gli effetti del provvedimento di rilascio si risolvono se, prima della sua esecuzione, siano scaduti i termini della licenza o della concessione e quest'ultima non sia stata nuovamente disposta".Orbene, non può revocarsi in dubbio che il locatario, in funzione dell'interesse alla conservazione e prosecuzione del rapporto locativo, e quindi di un interesse differenziato e qualificato alla verifica della legittimità della concessione e ora del permesso di costruire, sia titolare di una posizione legittimante all'impugnazione, riveniente non solo dal contratto sebbene dalla disciplina legale che ne consente la risoluzione in presenza di specifici presupposti, tra i quali anche il rilascio del titolo edilizio (oltre alla tempestiva comunicazione di diniego da inviare con lettera raccomandata almeno dodici mesi prima della scadenza o diciotto per le locazioni alberghiere).»

Sintesi: L'esistenza e la legittimità del titolo edilizio costituiscono (assieme alla tempestiva comu... _OMISSIS_ ...vazione) il presupposto condizionante l'effetto giuridico della risoluzione del rapporto locativo, per cui il mero dato temporale della scadenza del termine contrattuale non può incidere né sulla legittimazione né sull'interesse a ricorrere del locatario nei confronti del titolo rilasciato al proprietario.

Estratto: «Il giudice amministrativo veneto, pur senza contestare in astratto la legittimazione, l'ha esclusa in concreto in base al rilievo che:"...poiché M.I. ha notificato l’atto introduttivo del presente giudizio in data 8 e 9 febbraio 1996, - ossia in epoca successiva alla predetta data del 31 dicembre 1995 - ne consegue che a quel momento la medesima ricorrente aveva già perduto il titolo legittimante a contestare la concessione edilizia rilasciata a I.G.".Tale assunto è però manifestamente erroneo, perché proprio l'esistenza e la legittimità del titolo edilizio costituisce (assieme alla tempestiva comunicazione del diniego di rinnovazione) il presupposto condizionante l'effetto giuridico della risoluzione del rapporto locativo e quindi il mero dato temporale della scadenza del termine contrattuale non può incidere né sulla legittimazione né sull'interesse a ricorrere; e ciò pur lasciando in disparte il rilievo che se il locatario non rilascia l'immobile alla scadenza occorre pur sempre far luogo alla procedu... _OMISSIS_ ...l'art. 30 della legge n. 392/1978 e che, nel caso di specie, avendo la M.I. proposto opposizione, il giudizio relativo è stato definito, come pure rilevato nella sentenza, solo con la sentenza del Tribunale di Vicenza n. 71 del 20 giugno 1997, che ha confermato la sentenza del Pretore di Thiene n. 121 del 31 ottobre 1996 appellata dall'interessata.D'altro canto, la concessione edilizia n. 165/95 è stata rilasciata "soltanto" 13 dicembre 1995 e comunicata alla locataria il 20 dicembre 1995, come pure ricordato dal giudice veneto, e la sua impugnativa, avvenuta con la notifica del ricorso l'8-9 febbraio 1996, è incontestabilmente tempestiva.»

Sintesi: Il soggetto che vanta diritti di godimento sul bene sottoposto a procedimento espropriativo ha sicuro interesse a dubitare della legittimità del procedimento di variante urbanistica appositiva di vincolo espropriativo e perdurante efficacia del vincolo stesso; ciò per le inevitabili ripercussioni sulla tenuta in generale del procedimento espropriativo.

Estratto: «La tesi della Provincia di Lecce , che fa leva sulla mancanza di interesse, da parte della società ricorrente Trecocart , a lamentare una violazione attinente al procedimento di variante urbanistica allo strumento urbanistico generale del comune di Galatone non può condividersi.Essa muove da una visione atomistica dell’opera pubbl... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 6,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista