Decorrenza dei termini decadenziali per l'impugnativa giurisdizionale in caso di plurime pubblicazioni dell'atto

Sintesi: In presenza di una pluralità di pubblicazioni del medesimo provvedimento, tutte imposte dalla legge, il termine per la notificazione del ricorso, ai sensi dell’art. 21 della legge n. 1034/1971, decorre dalla scadenza del termine dell’ultima pubblicazione.

Estratto: «1. In via preliminare, devono essere affrontate le questioni pregiudiziali sollevate dalla difesa comunale, prima fra tutte quella di irricevibilità del ricorso per presunta tardività della notificazione del medesimo.L’eccezione è infondata.La deliberazione consiliare di approvazione della variante, n. 33/2006, è stata infatti pubblicata - ai sensi dell’art. 3, commi 20 e 21, della legge regionale n. 1/2000 - sia all’albo pretorio del Comune sia - succes... _OMISSIS_ ... Bollettino Ufficiale della Regione Lombardia (BURL), su quest’ultimo in data 26.4.2006 (cfr. la copia del BURL versata in atti dalla ricorrente, suo doc. 1).Ciò premesso, il presente ricorso risulta notificato il 26.6.2006, quindi esattamente sessanta giorni dopo (il giorno 25.6.2006 era festivo), la pubblicazione della deliberazione sul Bollettino della Regione.A tale proposito si ricordi che, in presenza di una pluralità di pubblicazioni del medesimo provvedimento, tutte imposte dalla legge, il termine per la notificazione del ricorso, ai sensi dell’art. 21 della legge n. 1034/1971, decorre dalla scadenza del termine dell’ultima pubblicazione, come nel caso di specie (cfr. TAR Lombardia, Milano, sez. II, 10.5.2002 n. 2026).»

Sintesi:... _OMISSIS_ ...vedimento sia soggetto a forme plurime di pubblicità, il termine per la relativa impugnazione decorre dalla scadenza dell'ultima formalità.

Estratto: «4. Preliminarmente, in rito, va disattesa l’eccezione di irricevibilità del ricorso sollevata dalla resistente amministrazione comunale.Stando a tale eccezione, il gravame sarebbe stato tardivamente proposto, in quanto avente per oggetto – quale atto definitivo e ultimo in ordine cronologico – il decreto del presidente della Provincia di Caserta, prot. n. 100/PRES, del 23 luglio 2004, di approvazione del piano regolatore generale, pubblicato sul Bollettino ufficiale della Regione Campania (B.U.R.C.) n. 54 del 15 novembre 2004 e in quanto notificato al Comune di Santa Maria a Vico – ... _OMISSIS_ ...e alla Provincia di Caserta – il 15 gennaio 2005, ossia oltre il termine decadenziale di 60 giorni ex art. 21, comma 1, della l. 6 dicembre 1971, n. 1034, decorrente dalla predetta data di pubblicazione e, quindi, scaduto il 14 gennaio 2005 (giorno non festivo).4.1. Al riguardo, giova, in primis, rammentare che le forme di pubblicità relative all’approvato strumento urbanistico generale non si esauriscono nella sua inserzione sul B.U.R.C., ma includono anche il deposito dei relativi atti presso il Comune.In particolare, a norma dell’art. 5, comma 7, della l. r. Campania 20 marzo 1982, n. 14 (applicabile ratione temporis alla fattispecie in esame, perfezionatasi prima della sua abrogazione ad opera dell’art. 49, comma 2, della l. r. Campania 22 dicembr... _OMISSIS_ ...uo;il decreto definitivo di approvazione degli strumenti urbanistici generali è emesso dal presidente della provincia o della comunità montana competente, su conforme deliberazione rispettivamente del consiglio provinciale o della giunta esecutiva, entro i termini di cui alla l. 17 agosto 1942, n. 1150 e successive modificazioni … trascorsi inutilmente tali termini, il piano presentato dal Comune si intende approvato e dovrà essere pubblicato nelle forme prescritte dalla stessa legge”.In base al titolo II (Direttive – Parametri di pianificazione), punto 5, dell’allegato (Direttive) alla l. r. Campania n. 14/1982 cit., trascorsi novanta giorni dal ricevimento, da parte della giunta regionale, del provvedimento di approvazione, senza che la giunta... _OMISSIS_ ...venga sullo strumento urbanistico generale, quest’ultimo “è reso esecutivo a mezzo di pubblicazione sul B.U.R.C.”.Ai sensi, poi, all’art. 10, comma 6, della l. n. 1150/1942, espressamente richiamata, quanto alle forme di pubblicità, dall’art. 5, comma 7, della l. r. Campania n. 14/1982 cit., “il decreto di approvazione del piano è pubblicato nella Gazzetta ufficiale della Repubblica Italiana … il deposito del piano approvato, presso il comune, a libera visione del pubblico, è fatto nei modi e termini stabiliti dal regolamento”.Poiché il regolamento di cui alla l. n. 1150/1942 non è stato emanato, è da ritenersi che le modalità di pubblicazione rimaste così non disciplinate in via attuativa siano identificabili in quelle... _OMISSIS_ ...atti comunali, quali previste dall’art. 124 del d.lgs. 18 agosto 2000, n. 267 (“tutte le deliberazioni del comune e della provincia sono pubblicate mediante affissione all’albo pretorio, nella sede dell’ente, per quindici giorni consecutivi, salvo specifiche disposizioni di legge”), ossia (almeno) nell’affissione all’albo pretorio dell’avviso di deposito dell’approvato piano regolatore generale presso gli uffici comunali.La duplice forma di pubblicità normativamente contemplata può, del resto, considerarsi rispondente a finalità distinte e, parallelamente, sottesa alla decorrenza di distinti dies a quibus, tra loro non necessariamente coincidenti: da un lato, l’inserzione nel B.U.R. segnerebbe il termine di inizio d... _OMISSIS_ ...acia e di connessa applicabilità, da parte del comune, del piano regolatore generale approvato (ad es., ai fini del rilascio dei titoli abilitativi edilizi); d’altro lato, il deposito presso gli uffici comunali a disposizione della collettività e l’affissione all’albo pretorio dell’avviso di tale deposito, in quanto funzionali a rendere effettivamente conoscibile un atto così complesso, assumerebbero rilievo ai fini della tempestività delle impugnazioni avverso quest’ultimo.4.2. Alla luce della superiore ricostruzione del quadro normativo di riferimento, e pur non ignorando l’esistenza di pronunce di segno contrario (cfr. Cons. Stato, sez. IV, 19 luglio 2004, n. 5225; 12 maggio 2009, n. 2948; pronunce entrambe dove, però, assume por... _OMISSIS_ ...la circostanza che l’art. 51 della l. r. Veneto 27 giugno 1985, n. 61 – al pari dell’art. 24, comma 11, della l. r. Campania n. 16/2004, inapplicabile ratione temporis alla fattispecie in esame – disponeva che il piano regolatore generale dovesse entrare in vigore il quindicesimo giorno successivo alla pubblicazione sul B.U.R. del provvedimento di approvazione definitiva mentre non imponeva il deposito delle cartografie presso la sede comunale; cfr. anche TAR Campania, Salerno, sez. II, 27 marzo 2009, n. 1221), il Collegio reputa preferibile non discostarsi dall’orientamento consolidato, secondo cui a rilevare ai fini della tempestività del ricorso sono, appunto, il deposito presso gli uffici comunali a disposizione del pubblico e la pubblicazio... _OMISSIS_ ... di tale deposito, integranti formalità essenziali per assicurare la conoscibilità di atti non agevolmente riproducibili nel B.U.R. (cfr. Cons. Stato, ad plen., 8 maggio 1996, n. 2).In base a tale orientamento, quando – come, appunto, nell’ipotesi de qua – il provvedimento sia soggetto a forme plurime di pubblicità, il termine per la relativa impugnazione decorre dalla scadenza dell'ultima formalità. In particolare, il termine per l'impugnazione dell’approvato piano regolatore generale...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 10912 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo