Impugnabilità della rimessione in pristino stato dei luoghi interessati da attività estrattiva

Sintesi: L'ordine di rimessione in pristino stato dei luoghi interessati dall'attività estrattiva riveste un carattere immediatamente lesivo.

Estratto: «l'amministrazione ha intimato alla ricorrente la rimessione in pristino stato dei luoghi interessati dall'attività estrattiva.Tale disposizione riveste infatti un carattere immediatamente lesivo, trattandosi di un ordine di facere (con la comminatoria di specifiche sanzioni nel caso di inottemperanza), che tra l'altro comporta lo smantellamento materiale ed organizzativo dell'attività autorizzata. L'ordine di ripristino è stato adottato dalla Regione richiamando il disposto dell'articolo 29 della LR 54/83, il quale individua nel destinatario di tale ordine il “trasgressore”, va... _OMISSIS_ ...ensi di quanto previsto nel precedente art. 28, il soggetto nei cui confronti è stata pronunciata la decadenza dell'autorizzazione; tale decadenza può infatti produrre conseguenze sanzionatorie di tipo pecuniario –specificate appunto nell'articolo 28- oltre agli obblighi di ripristino ex art. 29 posti a carico del predetto trasgressore (tenuto anche “a provvedere a proprie spese alla sistemazione ed al risanamento dei luoghi”).Ciò premesso, non rimane comprensibile come possa delinearsi l'applicabilità di una norma (quella appunto rivolta ad ottenere dal soggetto decaduto la rimessione in pristino stato dei luogo), in assenza del suo presupposto fondante, vale a dire di quel provvedimento decadenziale, che allo stato la Regione si è... _OMISSIS_ ...a preannunciare.»