Inammissibile per difetto di interesse l'impugnazione dell'atto privo di lesività

Sintesi: L’impugnativa dell’atto privo del requisito della lesività - quale è un atto meramente confermativo e privo di qualsivoglia valenza costitutiva - e quindi sfornito di carattere provvedimentale, è inammissibile per difetto di interesse del ricorso.

Estratto: «Il ricorso è inammissibile per carenza di interesse.Come dedotto anche dall’Amministrazione resistente, gli atti impugnati non producono alcun effetto lesivo della sfera giuridica della società ricorrente.Come sopra riportato, le note impugnate (cfr. nota del 2.8.2012 a cui poi espressamente rinvia la successiva nota del 30.10.2012) confermano l’efficacia dei permessi di costruire rilasciati e afferenti al complesso alberghiero in oggetto, precisando altresì ch... _OMISSIS_ ... sono stati “recepiti” nel PUG approvato nel 2012.L'Amministrazione, a fronte dell’atto di impulso della ricorrente, si è dunque limitata a dichiarare l'esistenza di suoi precedenti provvedimenti che autorizzavano l’attività edilizia, senza compiere alcuna nuova istruttoria e senza una nuova motivazione, manifestando così la decisione di non ritornare sulle scelte effettuate.Trattandosi pertanto di atti meramente confermativi, privi quindi di valenza costitutiva, vale al riguardo l’indirizzo consolidato della giurisprudenza secondo cui l’impugnativa dell’atto privo del requisito della lesività, e quindi sfornito di carattere provvedimentale, è inammissibile per difetto di interesse del ricorso.Occorre precisare che il Collegio... _OMISSIS_ ... nel diritto amministrativo sia riconosciuto il provvedimento di conferma, quale provvedimento di secondo grado che presuppone un completo riesame della fattispecie e si sostituisce, pur avendo identico dispositivo, all'atto confermato; è piuttosto che nella fattispecie odierna tale atto non solo non è riscontrabile ma non si palesa né necessario né dovuto, non avendo il Comune avviato alcun procedimento di contestazione o riesame dei titoli rilasciati ma semplicemente confermato de plano i precedenti provvedimenti.»

Sintesi: E' inammissibile il ricorso proposto avverso una variante urbanistica se non sono stati impugnati gli atti di revoca della variante urbanistica di segno opposto: tali atti infraprocedimentali sono infatti di per sé espressamente les... _OMISSIS_ ...stano il procedimento iniziato su richiesta del (futuro) ricorrente, senza necessità di attendere la pronuncia successiva sull’adozione della variante, che non può che essere contraria agli interessi fatti in giudizio, essendosi il Comune già opposto ad essi.

Estratto: «In sostanza la variante che andava nel senso auspicato dalla S. srl è stata definitivamente revocata, senza che essa abbia impugnato gli atti relativi ed è stato previsto di predisporre altra variante che, con la classificazione a verde agricolo, impedisse l’insediamento degli allevamenti di carattere industriale da essa propugnati, con ciò espressamente schierando il Comune a sostegno della petizione popolare che ad essi si opponeva.Nessuno di tali provvedimenti è stato impug... _OMISSIS_ ...e ciascuno di essi si ponesse come preclusivo della soddisfazione degli interessi della ricorrente.E’ vero che il procedimento ha avuto un seguito fino al provvedimento consiliare finale, oggetto di gravame, ma tale seguito era ormai ineluttabilmente diretto, in conseguenza della presupposta deliberazione consiliare, presa, fra l’altro, all’unanimità, che incaricava l’amministrazione, che ha eseguito l’indirizzo consiliare, di dar corso a un nuovo e diverso procedimento che introduceva una pianificazione contraria agli interesse della S. srl, e ciò dopo che la Giunta aveva già revocato gli atti che preludevano, invece, ad una variante conforme all’accoglimento dei suoi disegni.In questa situazione si sarebbero dovuti immediatamente impugna... _OMISSIS_ ... atti infraprocedimentali, di per sé espressamente lesivi e che arrestavano il procedimento iniziato su richiesta della ricorrente, senza necessità di attendere la pronuncia successiva del Consiglio comunale sull’adozione della variante n. 18, che non poteva che essere contraria agli interessi fatti valere col presente gravame, essendosi già il Comune ad essi opposto con le tre presupposte deliberazioni.Il ricorso dev’essere pertanto dichiarato inammissibile.»

Sintesi: Non può attribuirsi natura meramente confermativa al provvedimento che rinnova un precedente rigetto sulla base di una motivazione diversa e maggiormente approfondita.

Estratto: «Per quanto attiene al primo motivo di gravame, prescindendo da ulteriori consi... _OMISSIS_ ...rito all’insussistenza di un obbligo dell’Amministrazione di confutare analiticamente le deduzioni svolte dai soggetti ammessi a partecipare al procedimento, deve osservarsi che il provvedimento di annullamento in data 24 marzo 2010 risulta superato dal successivo provvedimento n. 2522 in data 17 maggio 2010, al quale, in quanto corredato da diversa e assai più ampia motivazione, non può attribuirsi natura meramente confermativa (sul punto cfr., fra le più recenti, Con. St., Sez. IV, n. 4311/2012; Cons. Giust. Amm. Reg. Sic., n. 436/2012; Tar Firenze, Sez. II, n. 624/2012). Orbene, in tale secondo provvedimento - che la ricorrente non grava “in parte qua” mediante alcuna censura - il Comune ha ampiamente confutato le deduzioni svolte in sede procedime... _OMISSIS_ ...orrente, con la conseguenza che la doglianza della società, espressamente riferita alle motivazioni di cui al provvedimento di annullamento in data 24 marzo 2010, appare superata, come già indicato, dalla sopravvenienza del provvedimento - ampiamente motivato al riguardo - n. 2522 del 17 maggio 2010.»

Sintesi: La mera conferma delle precedenti determinazioni edilizie emanate dal Comune su richiesta del controinteressato, ormai divenute inoppugnabili per non essere state singolarmente gravate in sede giurisdizionale nei relativi termini perentori di legge, non costituisce un diniego di autotutela e non può essere impugnato, a causa dell'acquiescienza prestata ai precedenti provvedimenti edilizi.

Estratto: «La giurisprudenza di questa ... _OMISSIS_ .... 984 del 23 febbraio 2012) ha affermato, con argomentazioni del tutto condivise dal Collegio, che quando il provvedimento è comunque divenuto inoppugnabile, l’istanza di autotutela o di attivazione dei poteri di vigilanza in materia edilizia assume, a ben vedere, la sostanza di una richiesta di riesame della determinazione ormai definitivamente consolidatasi.Nel caso in esame emerge dalla documentazione citata dall’appellante (cfr. ad es. doc. 6 e doc. 8 allegati all’atto di appello) come, effettivamente, il sig. M. avesse, sin dall’inizio dell’edificazione dell’immobile contestato, la piena percezione e consapevolezza non soltanto delle opere di volta in volta in corso di realizzazione, come risulta anche dai verbali di sopralluogo redat... _OMISSIS_ ...comunali e provocati da esposti dello stesso sig. M., ma anche dell’intera opera poi realizzata, avuta presente la documentazione anche cartografica da questi ottenuta dal Comune dopo due richieste di accesso alle pratiche edilizie della Società, nonché la perizia giurata presentata per il tramite del proprio legale pro tempore, e cioè di atti, quali quelli indicati nel capo 9 che precede, dei quali ha avuto piena conoscenza molto tempo prima della proposizione del ricorso di primo grado ...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 48748 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 8,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo