Impugnazione del decreto di occupazione d'urgenza

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> DECRETO DI OCCUPAZIONE

Sintesi: Il decreto di occupazione si pone come un atto che si limita ad anticipare gli effetti del successivo decreto di esproprio; in sede d'impugnazione del decreto di occupazione d’urgenza possono essere fatte valere contestazioni in ordine alle modalità con cui è stata posta in essere la suddetta anticipazione degli effetti ovvero alla necessità dell’anticipazione stessa degli effetti, ma non anche censure connesse alla scelta dell’area da espropriare, effettuata a monte al momento della dichiarazione di pubblica utilità.

Estratto: «Peraltro, nell’esposizione delle proprie ragioni, parte ricorrente sembra confondere il piano della rispondenza e funzion... _OMISSIS_ ...o;occupazione rispetto alle esigenze del progetto con quello della razionalità e proporzionalità delle scelte progettuali effettuate nell’individuazione dell’area da espropriare o, meglio, della localizzazione dell’area su cui l’opera andrà ad insistere.La lamentata mancata considerazione della preesistente utilizzazione dell’area di proprietà dei ricorrenti di cui è prevista l’espropriazione e delle conseguenze che la realizzazione dell’opera avrà sulla parte residua della proprietà, integra, infatti, una censura che avrebbe dovuto essere mossa nei confronti dell’approvazione del progetto esecutivo dell’opera e della conseguente dichiarazione di pubblica utilità e non anche dell’impugnato decreto di occupazion... _OMISSIS_ ...eordinata all’espropriazione. Quest’ultimo provvedimento, infatti, non può, per sua stessa natura, che avere ad oggetto le aree di cui il progetto esecutivo (atto presupposto) ha previsto l’ablazione: è questo, quindi, il provvedimento effettivamente lesivo delle legittime pretese di parte ricorrente alla conservazione della proprietà e rispetto a cui il decreto di occupazione si pone come un atto che si limita ad anticipare gli effetti del successivo decreto di esproprio che costituirà titolo idoneo al trasferimento della proprietà individuata, nella sua collocazione ed estensione, dalla dichiarazione di pubblica utilità.In sede di impugnazione del decreto di occupazione d’urgenza potrebbero, quindi, essere fatte valere contestazioni in ordine alle m... _OMISSIS_ ... è stata posta in essere la suddetta anticipazione degli effetti ovvero alla necessità dell’anticipazione stessa degli effetti, ma non anche, come avviene, invece, nel caso di specie, censure connesse alla scelta dell’area da espropriare, effettuata a monte al momento della dichiarazione di pubblica utilità.Non può, quindi, trovare accoglimento la prima doglianza che vorrebbe far discendere l’illegittimità del provvedimento impugnato dalla mancata considerazione dello stato dei luoghi e degli interessi imprenditoriali coinvolti.»

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> DECRETO DI OCCUPAZIONE --> PER ASSENZA PARTICOLARE URGENZA

Sintesi: Qualora dell’urgenza dell’avvio dei lavori e della conseguente necessità di ... _OMISSIS_ ...squo;occupazione ai sensi dell’art. 22 bis del DPR n. 327/2001 si sia dato atto già nel provvedimento di approvazione del progetto definitivo, la censura con cui si contesta la sussistenza del presupposto della particolare urgenza necessario ai fini dell’occupazione dei terreni deve essere svolta in sede di impugnazione di quel provvedimento, con conseguente tardività se proposta avverso il decreto di occupazione.

Estratto: « 6.- Con l’ultima censura, anch’essa formulata solo nel ricorso n. 972/2012, i ricorrenti contestano la sussistenza del presupposto della particolare urgenza necessario ai fini dell’occupazione dei terreni prima dell’adozione del decreto di esproprio.La censura è inammissibile, prima ancora che i... _OMISSIS_ ...issibile (per tardività) perché dell’urgenza dell’avvio dei lavori e della conseguente necessità di procedere all’occupazione ai sensi dell’art. 22 bis del DPR n. 327/2001 s’era dato atto già nel provvedimento n. 97/2009 di approvazione del progetto definitivo, e quindi tale censura doveva essere svolta in sede di impugnazione di quel provvedimento (mentre è stata introdotta soltanto con il ric. 972/2012); infondato perché le ragioni dell’urgenza risultano chiaramente evidenziate nell’impugnato decreto n. 2/2012 “per relationem” all’istanza 5.4.2012 del responsabile del procedimento espropriativo, in atti.»

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> DECRETO DI OCCUPAZIONE --> SCELTA TRA OCCUPAZIONE ... _OMISSIS_ ...MPORANEA

Sintesi: I vizi relativi alla scelta di sottoporre i terreni già assoggettati a vincolo preordinato all'espropriazione ed a dichiarazione di P.U., ad occupazione permanente per la realizzazione dell’opera pubblica ex art. 22 bis DPR 327/2001, piuttosto che ad altro di natura temporanea ex art. 49 TU, non possono essere fatti valere nei confronti del provvedimento di occupazione, sindacabile unicamente per la mancanza dei presupposti prescritti dal citato art. 22 bis, bensì nei confronti dei provvedimenti impositivi del vincolo e comportanti dichiarazione di PU, che ai beni medesimi hanno attribuito funzione strumentale alla realizzazione dell’opera pubblica piuttosto che quella peculiare dell'art. 49 TU.

Estratt... _OMISSIS_ ...proprietari non hanno rivolto (neppure in questo giudizio) alcuna censura nei confronti dei menzionati provvedimenti impositivi del vincolo e contenenti la dichiarazione di P.U. dei loro fondi: formulandole invece contro il provvedimento 1/2005 che ha disposto l'occupazione d'urgenza, peraltro in base alla tautologica affermazione che "emergeva con tutta chiarezza che le aree dei ricorrenti erano state espropriate per una esigenza temporanea ovvero quella di estrarre materiali da costruzione" (pag. 7 - 8); e muovendo dal presupposto erroneo che l'espropriazione e l'occupazione ad essa preordinate siano consentite per l'acquisizione dei soli terreni da trasformare irreversibilmente nell'opera pubblica e non anche delle aree strumentali e serventi rispetto a quest'ul... _OMISSIS_ ... destinate ad assolvere alla funzione loro assegnata nel progetto:quale esemplificativamente quella, dedotta dal Consorzio, di attuare la riqualificazione ambientale delle aree circostanti alla programmata diga.4. L'occupazione temporanea preordinata all'espropriazione, come rilevato sia pure in modo succinto dalla decisione impugnata ed affermato più volte da queste Sezioni Unite (cfr. sent. 3940/19(Ndr: testo originale non comprensibile) e 493/1998), già prevista (a seguito della L. 18 dicembre 1879, n. 5188) dalla L. n. 2359 del 1865, art. 71, comma 1, ultima parte, ha il suo presupposto nella necessità per l'Amministrazione di disporre dell'immobile per eseguirvi lavori relativi ad opere pubbliche dichiarate urgenti ed indifferibili. Ed è disposta allorquando, mentre è s... _OMISSIS_ ...a programmazione dell'opera pubblica dichiarata urgente ed indifferibile da realizzare in un'area, non è stata completata la procedura per il perfezionamento dei negozi giuridici di acquisizione della proprietà dell'area; è finalizzata, appunto, a consentire all'Amministrazione di conseguire l'immediato possesso dell'area e di superare, in questo modo, i tempi necessari per conseguirne la disponibilità all'esito del procedimento espropriativo.Con la conseguenz...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 14578 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo