Conseguenze della consequenzialità diretta tra atto preparatorio e atto finale sull'impugnazione del privato

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> ATTI PREPARATORI

Sintesi: La nota che abbia inteso avvisare il proprietario del fatto che la procedura espropriativa, tenuta ferma in attesa di verificare se e quali proprietari sarebbero addivenuti a cessione amichevole, sarebbe stata di lì a poco compulsata, é di per sé inidonea a produrre effetti lesivi: da qui l’inammissibilità della relativa impugnazione.

Estratto: «E’ infatti evidente che la nota impugnata ha semplicemente inteso avvisare la ricorrente del fatto che la procedura espropriativa, che era stata correttamente tenuta ferma in attesa di verificare se e quali proprietari sarebbero addivenuti a cessione amichevole, sarebbe stata di lì a poco compulsata.In particola... _OMISSIS_ ...rmazione secondo la quale il silenzio mantenuto dalla signora Oberti avrebbe implicato il di lei assenso alla procedura espropriativa é del tutto inidonea a fondare l’interesse della ricorrente ad impugnare la nota dell’11 giugno 1999, posto che la procedura espropriativa richiede comunque l’adozione di determinati atti da parte della amministrazione procedente– comunicazione di avvio del procedimento espropriativo, redazione del piano particellare, offerta formale della indennità di esproprio, decreto di esproprio, all’occorrenza il decreto di occupazione d’urgenza, etc. etc. – ed una eventuale acquiescenza a tali atti per essere efficace non potrebbe precedere l’adozione degli stessi ma solo seguirla. Oltre a ciò la giurispru... _OMISSIS_ ...amente constante nell’affermare che l’intenzione di prestare acquiescenza ad un atto amministrativo deve risultare in modo assolutamente non equivoco (C.d.S. sez. VI n. 5815 del 31 ottobre 2011; TAR Lomabardia-Milano sez. III n. 889 del 9 aprile 2013), di guisa che “L’acquiescenza ad un provvedimento amministrativo esige una esplicita ed in equivoca manifestazione di piena accettazione, mediante il compimento di atti o comportamenti univocamente rivelatori della volontà di accettarne gli effetti, posta in essere in un momento successivo a quello in cui si sia verificata la lesione dell’interesse legittimo azionato, con la conseguenza che nessuna acquiescenza o rinuncia preventiva alla tutela giurisdizionale dell’interesse legittimo é confi... _OMISSIS_ ... lo strumento di tutela non é ancora azionabile per mancanza di attualità della lesione”. (C.d.S. sez. VI n. 5966 del 27 novembre 2012).Orbene, nel caso di specie non risulta che gli atti progettuali siano stati depositati, che la ricorrente sia stata avvisata dell’avvio del procedimento espropriativo e della possibilità di prendere visione degli atti e di presentare osservazioni, né infine risulta che sia stato adottato uno qualsiasi degli atti successivi alla approvazione del progetto dell’opera. A fronte di ciò é evidente che la ricorrente non può aver prestato acquiescenza di sorta , ed in ogni caso il silenzio mantenuto sulla richiesta di addivenire a cessione bonaria non poteva certo essere interpretato come volontà di rinunciare in via preventiva ad ... _OMISSIS_ ...i impugnativa: é vero, anzi, che proprio per il fatto che la ricorrente non era addivenuta a cessione bonaria si doveva presumere che la stessa si sarebbe avvalsa degli strumenti di tutela approntati dall’ordinamento giuridico. Chiarita la assoluta infondatezza della affermazione dianzi esaminata, é evidente che la nota impugnata é di per sé inidonea a produrre effetti lesivi: da qui l’inammissibilità della relativa impugnazione.»

Sintesi: L’impugnazione dell’atto preparatorio fa sì che non sia necessaria l’impugnazione del provvedimento finale allorquando tra i due atti vi sia un rapporto di presupposizione – consequenzialità immediata e diretta, nel senso che la determinazione successiva si pone come inevitabi... _OMISSIS_ ...di quella precedente, perché non vi sono nuove e ulteriori valutazioni di interessi.

Estratto: «Il Collegio osserva ulteriormente che non può rilevare, quale motivo di inammissibilità del gravame, la mancata impugnazione del provvedimento dirigenziale n. 6871 del 18.6.2009, con cui il Comune ha costituito la servitù permanente di fognatura e di passo e transito (documento n. 21 depositato in giudizio dall’Ente).Invero, l’impugnazione dell’atto preparatorio fa sì che non sia necessaria l’impugnazione del provvedimento finale allorquando tra i due atti vi sia un rapporto di presupposizione – consequenzialità immediata e diretta, nel senso che la determinazione successiva si pone come inevitabile conseguenza di quella pr... _OMISSIS_ ...é non vi sono nuove e ulteriori valutazioni di interessi.Su tale premessa la giurisprudenza amministrativa ha costantemente statuito che la tempestiva impugnazione della declaratoria di pubblica utilità dell’opera esime il ricorrente dal seguire il prosieguo dell’iter procedurale, avendo l’eventuale annullamento degli atti presupposti un effetto non già meramente viziante, ma caducante sul decreto espropriativo della proprietà o, come nel caso di specie, sul decreto espropriativo di un diritto reale minore (ex multis: Cons. Stato, IV, 12.7.2007, n. 3984; TAR Campania, Napoli, V, 13.11.2007, n. 12105; TAR Sicilia, Palermo, III, 4.11.2009, n. 1726).»

Sintesi: Non può sostenersi la sufficienza dell’impugnazione dei soli atti preparat... _OMISSIS_ ...posto che l’atto finale sarebbe soltanto confermativo, in quanto secondo le regole generali del processo l’impugnazione deve dirigersi in primo luogo nei confronti dell’atto costitutivo degli effetti.

Estratto: «Il secondo motivo di ricorso è improcedibile in quanto i ricorrenti non hanno impugnato il progetto definitivo. Infatti tale progetto è stato approvato con delibera del CIPE n. 97 del 6 novembre 2009 e quindi in data successiva all’impugnazione contenuta nel presente ricorso. Né in materia può sostenersi la sufficienza dell’impugnazione dei soli atti preparatori, sul presupposto che l’atto finale sarebbe soltanto confermativo, in quanto secondo le regole generali del processo l’impugnazione deve dirigersi... _OMISSIS_ ... nei confronti dell’atto costitutivo degli effetti.Anche la comunicazione di avvio del procedimento di dichiarazione di pubblica utilità, nonché lo schema di "progetto definitivo del Sistema Viabilistico Pedemontano Lombardo depositato e reso pubblico in data 21.04.2009" sono atti aventi natura endoprocedimentale, i quali, pertanto, devono ritenersi privi di qualsivoglia capacità lesiva.»

GIUDIZIO --> IMPUGNAZIONE --> ATTI RICOGNITIVI

Sintesi: Non ha contenuto lesivo l'atto avente natura ricognitiva dell’assetto degli interessi determinato dal giudicato civile con sentenza passata in giudicato che abbia statuito circa l’acquisto della proprietà da parte dell’amministrazione e il diritto del privato ... _OMISSIS_ ...te per risarcimento e indennizzo.

Estratto: «C) Il Collegio rileva l’inammissibilità del ricorso sotto un duplice profilo.Da un lato, l’atto impugnato - che i ricorrenti qualificano come “una sorta di completamento del procedimento espropriativo (ora per allora)” - non ha contenuto lesivo, attesa la sua natura ricognitiva dell’assetto degli interessi determinato dal giudicato civile; in e...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 9268 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 2,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo
Nuovo

L’articolo visibile in questa pagina è composto da contenuti tratti dal seguente prodotto (in formato PDF) acquistabile e scaricabile con pochi click.

pdf 3048 pagine in formato A4

45,00 €