L’autorizzazione all’esercizio del commercio su strade ed aree pubbliche

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DI POSTEGGIO

Il decoro urbano non è una materia o un’attività ma una finalità immateriale dell’azione amministrativa, che corrisponde al valore insito in un apprezzabile livello di qualità complessiva della tenuta degli spazi pubblici, armonico e coerente con il contesto storico, perseguita mediante la selezione delle apposizioni materiali (es. dehor) e delle utilizzazioni, specie commerciali (art. 52 d.lgs. 42/2004) ma non solo; a seconda del profilo e dello strumento, può essere frutto vuoi di tutela (e valorizzazione) del patrimonio culturale, vuoi di disciplina urbanistica o del commercio, vuoi della politiche comunali di concessioni di suolo pubblico: comunque in ragio... _OMISSIS_ ...enze di legge.

L’autorizzazione all’esercizio del commercio su aree pubbliche va distinta dalla concessione di posteggio: la prima concerne l’attività, la seconda localizza il posto dove la stessa può essere esercitata.

Il d. lgs. 114/1998 intende per posteggi delle postazioni stabili, date in concessione per un periodo di dieci anni, siano esse inserite in mercati o isolate, contrapponendole alle altre aree pubbliche, sulle quali l’attività di commercio può svolgersi solamente in forma itinerante.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DI POSTEGGIO --> ALBI E REGISTRI

E' congruo e giustificato l’operato selettivo del Comune che, per salvaguardare... _OMISSIS_ ...iche di pregio di siti UNESCO, dispone l’istituzione di un albo degli esercizi commerciali, artigianali e alberghieri e dei pubblici esercizi, anche per commercio su area pubblica, che svolgono attività di rilevante valore artistico, storico, ambientale e documentario.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DI POSTEGGIO --> AMPLIAMENTO

Non è configurabile l’esistenza di un diritto incondizionato all’ampliamento del proprio posteggio da parte dei titolari di una concessione nell’ambito di un mercato tutelato dall’art. 41 della Costituzione.

Il suolo pubblico destinato allo svolgimento del mercato costituisce una risorsa limitata, ed è evidente che il concede... _OMISSIS_ ...to di un singolo posteggio senza riconoscere, al di fuori di ogni tipo di procedimentalizzazione, un’analoga facoltà agli altri operatori, comporterebbe un’ingiustificata disparità di trattamento, perché lederebbe gli interessi di quanti non hanno presentato domanda per primi, pregiudicando le condizioni di piena concorrenza e pari opportunità tra tutti i soggetti.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DI POSTEGGIO --> AREE A VERDE

Un'area a verde può essere destinata a "posteggio" e oggetto di concessione.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DI POSTEGGIO --> AREE PRIVATE A DISPOSIZIONE DELLA P.A. --> NATURA DEL NEGOZIO
... _OMISSIS_ ...regime giuridico delle aree private messe a disposizione del Comune per l’esercizio dell’attività di commercio su aree pubbliche, così come risulta dall'art. 28 d. lgs. 114/1998 è la risultante di un negozio giuridico misto: da un lato emerge la volontà del privato di concedere alla P.A., con conseguente dismissione delle facoltà di utilizzo del lotto di terreno per il tempo determinato dalla legge e creazione di un vincolo di indisponibilità convenzionale, e dall'altro di una stipula, accedente a tale vincolo, di un contratto di concessione di posteggio a favore di terzi, produttivo di effetti attraverso la richiesta del beneficiario di essere autorizzato all’uso dell’area per lo svolgimento di attività commerciale con uso di posteggio.
... _OMISSIS_ ...O E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DI POSTEGGIO --> BASE NORMATIVA

La fonte legislativa di rango statale delle autorizzazioni commerciali collegate ad una concessione di occupazione di suolo pubblico e quindi subordinate al pagamento di un canone va individuata nell’art. 63 del D.lgs 15 dicembre 1997 n. 446.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DI POSTEGGIO --> CATEGORIE MERCEOLOGICHE

L'obiettivo di tutela del decoro urbano può essere perseguito dalle amministrazioni competenti anche con riguardo alle trasformazioni negative che nel tempo subisce la dinamica, pur solo merceologica, del commercio ambulante, ove – ferme naturalmente le trasfo... _OMISSIS_ ...he compatibili - giunga al punto da divenire incongrua con le concrete caratteristiche storico-artistiche e con la dignità culturale dei luoghi.

La disciplina restrittiva che consenta l'utilizzo del suolo pubblico solo per attività commerciali rivolte ai residenti comprende anche la vendita di libri: non vi è infatti alcun elemento che possa consentire di affermare che la vendita di libri non rientra in una tipologia merceologica a servizio dei residenti, dato che soddisfa un bisogno di tipo culturale.

L'attività di somministrazione di alimenti e bevande, è disciplinata da una normativa speciale rispetto alla disciplina generale del commercio di cui al dlgs.114/98, quando non sia contestata la natura strumentale ed accessoria rispetto ad altra a... _OMISSIS_ ...iale prevalente.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DI POSTEGGIO --> CAUZIONE

L’imposizione della prestazione di una somma di danaro a titolo di cauzione da parte del Comune, mediante fonte regolamentare, non trova alcuna giustificazione nella disciplina del commercio su aree pubbliche e non risponde all’esigenze proprie dell’istituto della cauzione.

Né il D.LGS. n.114/1988, né la L.R. Campania n.1/2000 assegnano al Comune la facoltà di introdurre condizionamenti e aggravamenti nella procedura di assegnazione del posteggio per l’esercizio del commercio su aree pubbliche, mercé il rilascio del duplice titolo (annonario, di autorizzazione al commercio, e concessorio... _OMISSIS_ ...ccupazione di suolo pubblico) né in quella di trasferimento a soggetti terzi dell’attività (mediante cessione del compendio aziendale e successiva voltura commerciale) ovvero nel cd. subingresso.

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DI POSTEGGIO --> COMMERCIO ITINERANTE

L'art. 37, comma 1, della l.r. Lazio 18 novembre 1999, n. 33, esclude, per chi esercita l’attività commerciale in forma itinerante, l’occupazione di suolo pubblico.

E' viziato l’iter logico-motivazionale seguito dall’amministrazione che, dopo aver rilasciato un’autorizzazione genericamente rivolta al commercio “itinerante”, senza indicazione di una postazione specifica, e una ... _OMISSIS_ ...suolo pubblico genericamente indicante il tratto di strada designato, ritiene poi di interpretare il titolo rilasciato come esclusivamente rivolto a consentire l’attività in questione con riferimento ad una determinata postazione.

La posizione giuridica fatta valere dagli esercenti il commercio ambulante al rilascio del nulla-osta annuale è qualificabile quale interesse legittimo pretensivo e non come diritto quesito.

La ratio dell'art. 30, comma 3, d.lgs. 114/98, che fa salvi i diritti...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 41307 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo