Articolo

 Questo articolo è tratto dal testo in formato PDF nel riquadro, scaricabile in pochi minuti

 COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con citazione della fonte e link

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

IL CODICE DI COSAP E TOSAP

GIUDIZIO --> GIURISDIZIONE E COMPETENZA --> COSAP E TOSAP

I soggetti privati ben possono far valere, dinanzi al giudice ordinario, l'illegittimità della pretesa di pagamento avanzata dall'ente locale in base al regolamento per l'applicazione del canone concessorio di cui all'art. 27 C.d.S., sussistendo la giurisdizione del giudice amministrativo solo in relazione alla contestazione dell'atto autoritativo in sé, con il quale l'ente detta la disciplina per l'uso e l'occupazione dei beni pubblici.

Sussiste la giurisdizione del giudice ordinario in materia di canone e tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche, in ragione della natura, quanto al canone, di corrispettivo di una concessione reale o presunta (nel caso di occupazione abusiva), e della natura di tributo quanto alla TOSAP.

Sussiste la giurisdizione del giudice amministrativo nelle controversie aventi ad oggetto i criteri applicativi della tariffa COSAP e non la concreta determinazione della stessa.

Sussiste la giurisdizione del giudice amministrativo solo in relazione alla contestazione del regolamento COSAP e degli atti autoritativi della pubblica amministrazione mentre l’impugnazione dell’avviso di pagamento è compresa in quella del giudice ordinario.

Le contestazioni relative all'avviso di pagamento e alla quantificazione del COSAP appartengono alla giurisdizione del giudice ordinario.

Le controversie relative il regolamento emanato ai sensi dell’art. 27 del D.Lgs n. 285/92 e volto a disciplinare l’uso e l’occupazione dei beni pubblici, in relazione allo svolgimento su di essi di attività di rilevanza economica, compresa l’erogazione di servizi pubblici, appartengono alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo.

Le controversie relative alla richiesta di pagamento del canone patrimoniale concessorio non ricognitorio di cui all'art. 27 del D.D. Lgs n. 285/92 n. 285 (Codice della Strada) appartengono alla giurisdizione del giudice ordinario.

Le controversie che riguardano la mera quantificazione di indennità, canoni e altri corrispettivi senza che venga in rilievo l’esercizio di un potere discrezionale esulano dalla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo.

Il canone per l’occupazione di suolo pubblico non ha natura tributaria pertanto le relative controversie non appartengono alla giurisdizione tributaria bensì a quella amministrativa.

L’approvazione del regolamento relativo l’applicazione del canone per l’occupazione di spazi ed aree pubbliche e la determinazione dell’entità del canone sono provvedimenti amministrativi nei cui confronti sussiste la giurisdizione amministrativa.

La competenza in materia di debenza del canone per l'occupazione ... _OMISSIS_ ...

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

...continua.

Acquista l'articolo per soli 5,00 €, potrai visualizzarlo sempre sul nostro sito e ti verrà inviata una mail con il PDF dell'articolo in allegato

Acquista