DIR E PROCED AMMINISTRATIVO

Stai vedendo 53-60 di 278 risultati

La revoca del provvedimento amministrativo

Nei casi di revoca di un contributo pubblico perché erogato in assenza dei presupposti di legge o per l’inadempimento del beneficiario l'Amministrazione non ha uno specifico obbligo di motivazione, essendo l'interesse pubblico all'adozione dell'atto in re ipsa quando ricorra un indebito esborso di danaro pubblico con vantaggio ingiustificato per il privato e senza che assuma rilievo in senso contrario il decorso del tempo.

I presupposti del provvedimento di revoca

Il provvedimento di revoca, assunto nell'esercizio di potere di autotutela, deve essere adeguatamente motivato, in particolare allorché incida su posizioni in precedenza acquisite dal privato, non solo con riferimento ai motivi di interesse pubblico che giustificano il ritiro dell'atto, ma anche in considerazione delle posizioni consolidate e dell'affidamento ingenerato nel destinatario dell'atto da revocare.

La revoca del titolo edilizio e delle sanzioni edilizie

L’atto di ritiro del permesso di costruire adottato per vizi di legittimità è da qualificare quale annullamento: pertanto, esso non viola l’articolo 11 del DPR n. 380/2001, che sancisce l’irrevocabilità del permesso di costruire.

Il provvedimento di sospensione

Il provvedimento di sospensione non costituisce in generale un contrarius actus rispetto a quello costitutivo, sul quale esercita i suoi effetti, giacché non ne fa simmetricamente cessare definitivamente l’esistenza, ma soltanto ne limita temporaneamente l’efficacia.

Il termine di 18 mesi per l’annullamento in autotutela dei provvedimenti amministrativi

E' illegittimo il provvedimento di autotutela adottato nei confronti di una DIA edilizia in seguito superamento dei termini legali per l’esercizio del potere di autotutela delle amministrazioni pubbliche, definiti in diciotto mesi dall’art. 21 nonies della L. 7.8.1990 n. 241.

Tolleranza dell’occupazione senza titolo di beni pubblici

Rispetto all'attività amministrativa finalizzata a rimuovere una situazione di fatto contra legem come l'occupazione di beni pubblici, una eventuale, pregressa tolleranza e/o inerzia dell’amministrazione medesima non appare idonea a generare affidamento alcuno.

Abusi sul suolo demaniale: termini per l'esercizio dell'autotutela

Rispetto agli abusi realizzati sul suolo demaniale marittimo, la p.a. ha una potestà sanzionatoria, ex art. 54, cod. nav., che può essere sempre esercitata a prescindere dall'eventuale lasso tempo intercorrente tra l'evento abusivo e il suo accertamento.

Autotutela demaniale: affidamento dei privati

Nessuna disposizione di legge dispone in linea generale che non si proceda alla emanazione e alla esecuzione degli atti previsti dalla legge nel caso di commissione di abusi, quando sia presentata una istanza di regolarizzazione.

Abusi demaniali: alternatività dell'autotutela alla tutela giudiziale

In tema di beni demaniali o patrimoniali di un ente pubblico, il principio di alternatività della tutela ex art. 823, comma 2, c.c. non preclude all'ente che abbia agito in autotutela amministrativa con attività provvedimentale di esperire una diversa e successiva forma di reazione dinanzi al giudice ordinario, laddove il provvedimento adottato in autotutela abbia esaurito i propri effetti a causa del venir meno dello scopo pubblicistico al quale era preordinato.

L'autotutela nel caso di occupazione abusiva di beni demaniali. Potere e presupposti e casistica

L'ingiunzione di sgombero nel caso di occupazione abusiva di beni demaniali è atto dovuto e necessitato, dovendo l'Autorità ripristinare il corretto utilizzo del bene demaniale. Di conseguenza, l'omissione della comunicazione di avvio del procedimento non inficia la validità dell'atto impugnato, posto che può farsi applicazione dell'art. 21 octies, l. n. 241 del 1990.

Destinatari del provvedimento di autotutela demaniale

Quando risulta l’occupazione sine titulo di un bene demaniale, è irrilevante accertare se l’occupante abbia commesso un illecito con una condotta attiva, quale suo autore, ovvero se ne abbia acquistato il possesso quale successore a titolo universale o particolare di un dante causa: l’Amministrazione deve senz’altro tornare in possesso del suo bene, potendo esercitare un potere di natura ripristinatoria, senza la necessità di rivolgersi al giudice civile con ...

Delimitazione demaniale

Per dar luogo ad una occupazione senza titolo di una area demaniale non è necessaria la previa definizione del procedimento amministrativo di delimitazione del suolo demaniale, atteso il carattere meramente ricognitivo e non costitutivo della demanialità di tale procedimento.

Pagina 5 di 24 5