Carrello
Carrello vuoto



Circostanze in cui possono essere adottate ordinanze contingibili e urgenti


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLE ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI
anno:2018
pagine: 357 in formato A4, equivalenti a 607 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 20,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> PRESUPPOSTI --> ACQUISIZIONE AREE

E' illegittimo il provvedimento di acquisizione gratuita al patrimonio comunale dell'area interessata da opere abusive destinatarie di una precedente ordinanza contingibile e urgente che ne ordini la demolizione.

Il potere sindacale di emanare ordinanze contingibili ed urgenti ai sensi degli artt. 50 e 54 del T.U.E.L. presuppone unicamente la necessità di provvedere in via d'urgenza con siffatti mezzi per fronteggiare situazioni di natura eccezionale ed imprevedibile di pericolo attuale ed imminente per l'incolumità pubblica, cui non si può provvedere con gli strumenti ordinariamente apprestati dall'ordinamento. La previa acquisizione della disponibilità dell'area non rientra quindi tra i presupposti dell'esercizio della funzione.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> PRESUPPOSTI --> DIFFICOLTÀ AMMINISTRATIVE

Non è legittimo ricorrere all'ordinanza contingibile e urgente quale mezzo per eludere la tutela giurisdizionale ottenuta dal cittadino che si oppone all'acquisizione dei suoi beni, facendo ricadere in suo danno l... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o annullamento di pregresse procedure vittoriosamente impugnate.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> PRESUPPOSTI --> ECCEZIONALITÀ

I requisiti di necessità ed urgenza richiesti per l'adozione di un'ordinanza sindacale contingibile consistono in una eccezionale situazione di pericolo, tale da non potere essere fronteggiata se non con interventi immediati e indilazionabili, non rientranti tra gli ordinari mezzi previsti dall'ordinamento giuridico

E' illegittima l'adozione di provvedimenti extra ordinem, contintingibili ed urgenti, pur a fronte di problemi e criticità (nella specie, in materia cimiteriale e di polizia mortuaria) risalenti nel tempo.

Presupposto per l'adozione di ordinanze contingibili ed urgenti è il pericolo per l'incolumità pubblica dotato del carattere di eccezionalità tale da rendere indispensabili interventi immediati ed indilazionabili, consistenti nell'imposizione di obblighi di fare o di non fare a carico del privato.

Le ordinanze contingibili e urgenti possono essere adottate soltanto per affrontare situazioni di carattere eccezionale ed impreviste, costituenti concreta minaccia per la pubblica ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...grave;, per le quali sia impossibile utilizzare i normali mezzi apprestati dall'ordinamento giuridico in presenza di un preventivo accertamento della situazione che deve fondarsi su prove concrete e non su mere presunzioni, anche se l'obiettivo può essere di prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità dei cittadini.

Non è possibile attribuire al Sindaco un potere atipico di ordinanza, sganciato dalla necessità di far fronte a specifiche situazioni contingibili di pericolo.

È illegittima l'ordinanza contingibile ed urgente con cui sia ordinata la rimozione di opere abusive da area demaniale, qualora sia possibile disporre la rimessione in pristino mediante un provvedimento dirigenziale di rimozione dell'opera asseritamente abusiva: viene a mancare infatti il requisito dell'eccezionalità, requisito imprescindibile per l'esercizio del potere di cui all'art. 50 d. lgs. 276/2000.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> PRESUPPOSTI --> IMPREVEDIBILITÀ

Non risulta ostativa all'emanazione dell'Ordinanza contingibile ed urgente ex art. 54, comma 4, D.Lg.vo n. 267/2000 l'assenza di una situazione accidentale e/o impre... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...pure la persistenza di un comportamento inerte da parte del Comune, a conoscenza della situazione di pericolo, attesocchè anche in tali situazioni l'aggravarsi del pericolo non esime l'Amministrazione dalla tempestiva adozione dei provvedimenti contingibili ed urgenti.

L'assoluta imprevedibilità della situazione da affrontare non può considerarsi un presupposto indefettibile per l'adozione delle ordinanze extra ordinem ex art. 54 comma 2, T.U. enti locali.

Il provvedimento contingibile deve essere giustificato dall'imprevedibilità dell'evento, intesa come accadimento che si pone al di fuori dell'ordinato svolgersi degli eventi, requisito con tutta evidenza insussistente nella fattispecie in cui è ragionevolmente prevedibile che la problematica, solo provvisoriamente tamponata, immancabilmente si ripropone alla scadenza prestabilita.

Il fatto che la situazione di pericolo fosse nota da tempo non può essere di ostacolo all'esigenza di porvi rimedio con ordinanza contingibile ed urgente.

Il potere l'ordinanza ex art. 54 D. Lgs. 267/2000 è legittimamente emanabile anche per rimuovere situazioni risalenti nel tempo ed in relazione alle quali non si era intervenuti in precedenz... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...a tale riguardo sufficiente la permanenza al momento dell'emanazione dell'atto della situazione di pericolo.

La previsione di un'ordinanza extra ordinem in un atto antecedente (nella specie, in una convenzione) dimostra un intento per così dire programmatico della P.A. di ricorrere al predetto strumento e lo rende manifestamente incompatibile con i presupposti dell'eccezionalità, immediatezza ed imprevedibilità della situazione emergenziale, legittimanti l'esercizio del potere di ordinanza.

L'ordinanza contingibile e urgente non può essere utilizzata per soddisfare esigenze che siano prevedibili e ordinarie.

La non previsione e non prevedibilità della situazione di pericolo è tra i requisiti indefettibili la cui contestuale presenza consente l'adozione di ordinanze contingibili e urgenti ai sensi degli artt. 50, comma 5, e 54, comma 2 del d. lgs. 18 agosto 2000, n. 267.

La potestà del Sindaco di adottare provvedimenti contingibili e urgenti è strettamente finalizzata a prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità dei cittadini, con la conseguenza che il potere di urgenza può essere esercitato solo per affrontare situazioni di cara... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ionale ed impreviste, che costituiscano concreta minaccia per la pubblica incolumità e per le quali non sia impossibile utilizzare i normali mezzi apprestati dall'ordinamento giuridico.

La prevedibilità del bisogno pubblico ne rende possibile il soddisfacimento mediante una normale procedura espropriativa, senza ricorrere a provvedimenti contingibili e urgenti.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> PRESUPPOSTI --> PERICULUM IN MORA

A causa della caduta di massi su strada aperta al pubblico deriva la necessità d'intervenire tempestivamente a tutela della pubblica incolumità, e ciò rende esercitabile il potere di ordinanza contingibile ed urgente in capo al Sindaco, stante la necessità di provvedere con immediatezza in ordine a situazioni di pericolo che non sia possibile fronteggiare con gli ordinari strumenti apprestati dall'ordinamento. Il presupposto necessario per l'adozione dell'ordinanza consiste nell'attualità del pericolo al momento in cui intervenga il provvedimento, non rilevando il tempo trascorso dalla sua insorgenza.

I presupposti e le condizioni che legittimano l'esercizio del potere di ordinanza, sono fissati in m... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...to restrittivo, ossia quando si tratti di affrontare situazioni di carattere eccezionale e impreviste, costituenti concreta minaccia per la pubblica incolumità e per le quali sia impossibile utilizzare i normali mezzi apprestati dall'ordinamento giuridico.

Il presupposto per l'adozione dell'ordinanza contingibile e urgente risiede nella necessità di provvedere nella immediatezza per il pericolo per la pubblica incolumità anche se non imminente, quando sussiste una ragionevole probabilità che possa verificarsi.

Ai sensi dell'art. 54 T.U.E.L., l'emanazione di un'ordinanza sindacale contingibile e urgente richiede la sussistenza di una situazione di effettivo pericolo di danno grave ed imminente per l'incolumità pubblica, debitamente motivata a seguito di approfondita istruttoria.

La possibilità di ricorrere allo strumento dell'ordinanza contingibile e urgente è legata alla sussistenza di un pericolo concreto ed attuale, che impone di provvedere in via d'urgenza con strumenti extra ordinem, per porre rimedio a situazioni di natura eccezionale ed imprevedibile di pericolo attuale e imminente per l'incolumità pubblica, non fronteggiabili con gli strumenti ordinari apprestati dall'ordi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... />
Ai fini della legittimità dell'ordinanza sindacale di cui all'art. 54 del D. Lgs. n. 267/2000 questa deve necessariamente fondarsi su una eccezionale situazione di pericolo, tale da non potere essere fronteggiata se non con interventi immediati ed indilazionabili, non rientranti tra gli ordinari mezzi previsti dall'ordinamento giuridico.

La periodicità del fenomeno pericoloso (nella specie, la fuoriuscita dei liquami fognari) non fa certo venir meno l'attualità del pericolo, ossia il presupposto di urgenza richiesto per l'adozione dell'ordinanza ex art. 54 t.u. enti locali.

La pregressa conoscenza da parte di un comune della pericolosità degli interventi di antropizzazione di un torrente rende illegittima l'ordinanza contingibile e urgente adottata dal sindaco atteso il difetto del requisito dell'attualità del pericolo.

Il potere sindacale di emanare ordinanze contingibili richiede la sussistenza di un effettivo pericolo di danno grave ed imminente per l'incolumità pubblica non fronteggiabile con gli ordinari strumenti di amministrazione attiva.

L'adozione di ordinanze contingibili ed urgenti presuppone la sussistenza, l'attualità e la gravità del peri... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...grave; il rischio concreto di un danno grave e imminente. Più precisamente: urgenza di provvedere significa indilazionabilità; la contingibilità presuppone una situazione di provvisorietà e di temporaneità che caratterizza anche l'intervento da porre in essere, che non può assolutamente tramutarsi in una misura ordinaria.

Il presupposto necessario per l'adozione di una ordinanza contingibile ed urgente è la sussistenza del rischio concreto di un danno grave e immanente per l'incolumità pubblica.

La potestà del Sindaco di adottare, quale ufficiale di Governo, provvedimenti contingibili ed urgenti è strettamente finalizzata a prevenire ed eliminare gravi pericoli che minacciano l'incolumità dei cittadini: il potere di urgenza può essere esercitato infatti solo per affrontare situazioni di carattere eccezionale ed impreviste, costituenti concreta minaccia per la pubblica incolumità, per le quali sia impossibile utilizzare i normali mezzi apprestati dall'ordinamento giuridico e unicamente in presenza di un preventivo e puntuale accertamento della situazione, che deve fondarsi su prove concrete e non su mere presunzioni.

L'art. 54 del T.U.E.L. attrib... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ndaco il potere di emanare ordinanze contingibili ed urgenti in materia di sanità ed igiene. sempreché sussistano i presupposti della straordinarietà e dell'urgenza della situazione, che non possono essere espressi in termini ambigui e contraddittori.

Ai sensi degli artt. 50 e 54 T.U.E.L., per giustificare il ricorso allo strumento dell'ordinanza, il collegamento con le esigenze di protezione dell'igiene e della salute pubblica costituisce presupposto necessario ma non sufficiente, qualora non sussistano gli ulteriori particolari requisiti di urgenza.

Il potere sindacale di emanare le ordinanze contingibili e urgenti è esercitabile anche di fronte a situazioni di mero pericolo, cioè di probabilità che accada un evento dannoso, e non di danno già in atto.

Ancorchè il potere sindacale di emanare ordinanze contingibili ed urgenti permetta anche la imposizione di obblighi di fare a carico dei destinatari, l'esercizio di tale potere non può dirsi prescindere dalla sussistenza di una situazione di effettivo pericolo per la pubblica incolumità la quale non sia fronteggiabile con ordinari strumenti di amministrazione attiva, debitamente motivata a seguito di istruttoria.[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... Il Sindaco può emanare le ordinanze contingibili ed urgenti in materia di edilizia, polizia locale ed igiene solo nei casi in cui, in mancanza di altra norma che autorizzi a provvedere altrimenti, si verifichino accadimenti, di carattere eccezionale ed imprevedibile, che determinano una situazione di pericolo per la sicurezza e l'igiene pubblica che bisogna eliminare immediatamente.

Superata l'urgenza, è necessario ricercare soluzioni che, in maniera definitiva, risolvano il problema tramite anche la formalizzazione di idonee procedure di localizzazione definitiva dell'opera.

Superato "l'impatto" della necessità di localizzare un sito idoneo per una discarica mediante un'ordinanza contingibile ed urgente, l'interesse pubblico permane, ma non sopravanza più quello privato, di tal guisa che la stessa procedura prevede la necessità di accomodamento degli interessi pubblici e privati in gioco, senza più il ricorso ai provvedimenti previsti per l'emergenza.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> PRESUPPOSTI --> PREESISTENTI LIMITAZIONI

L'adozione di provvedimenti contingibili ed urgenti non è condizionata della pregressa esistenza ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...di servitù o di altra limitazione reale del diritto di proprietà per produrre effetti sulla stessa, atteso che la limitazione della proprietà privata è proprio la conseguenza dell'esercizio di un potere extra ordinem conferito, in via straordinaria ed eccezionale, a determinate Autorità amministrative, in presenza di presupposti previsti dall'ordinamento e rigorosamente accertati, ma in ogni caso nel rispetto dei principi generali dell'ordinamento giuridico, di incidere su diritti anche costituzionalmente garantiti, quale il diritto di proprietà.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> PRESUPPOSTI --> PROPORZIONALITÀ

L'ordinanza contingibile e urgente deve rispettare il principio di proporzionalità, nel senso che la tutela dell'interesse pubblico sotteso (incolumità pubblica e/o sicurezza urbana) deve essere perseguita, oltre che facendo uso dei precetti della logica e dell'imparzialità ai quali deve sempre ispirarsi tutta l'attività amministrativa, con strumenti idonei a realizzare gli obiettivi perseguiti (tutela dell'incolumità pubblica e/o della sicurezza urbana), senza eccedere, utilizzando misure non necessarie per la... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...l'interesse pubblico, e perciò cercando di incidere sui soggetti privati nella misura strettamente necessaria, provocando così il minor sacrificio possibile dei contrapposti interessi privati.

L'intervento per il quale è disposta l'ordinanza contingibile ed urgente non deve avere necessariamente il carattere della provvisorietà, atteso che suo connotato essenziale è l'adeguatezza della misura a far fronte alla situazione determinata dall'evento straordinario.

Nell'adozione di provvedimenti contingibili e urgenti non esiste, in astratto, un metro di valutazione fisso da seguire, ma la soluzione va individuata di volta in volta, secondo la natura del rischio da fronteggiare. Sono, infatti, le esigenze obiettive che si riscontrano nel caso concreto che determinano la "misura" dell'intervento, anche se la soluzione deve corrispondere alle finalità del momento, senza che possa assumere, cioè, i caratteri della continuità e della stabilità.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> PRESUPPOSTI --> TEMPORANEITÀ

Le ordinanze contingibili e urgenti hanno la caratteristica intrinseca di non potersi sostituire i... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...nte alla regolamentazione ordinaria. Tra i requisiti della loro validità vi è la fissazione di un termine di efficacia: il carattere della contingibilità esprime l'urgente necessità di provvedere con efficacia ed immediatezza nei casi di pericolo attuale od imminente ed a ciò si correla la natura necessariamente provvisoria di siffatti provvedimenti, la quale implica che le misure previste devono avere efficacia temporalmente limitata. Le ordinanze in questione non possono dunque avere efficacia indeterminata nel tempo, ed essere volte a porre rimedio in via definitiva ad eventi fronteggiabili con gli strumenti ordinari a disposizione, sulla base dell'assetto delle attribuzioni previste dagli atti di normazione primaria e secondaria e dagli accordi stipulati tra le parti.

Tra i requisiti di validità delle ordinanze contingibili e urgenti vi è la fissazione di un termine di efficacia del provvedimento.

Il carattere della contingibilità delle ordinanze contingibili ed urgenti esprime l'urgente necessità di provvedere con efficacia ed immediatezza in casi di pericolo attuale od imminente e a ciò è correlato necessariamente il carattere della provvisorietà, che implica c... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...e previste devono avere efficacia temporalmente limitata: infatti solo in via temporanea può essere consentito l'uso di strumenti extra ordinem, che permettono la compressione di diritti ed interessi privati con mezzi diversi da quelli tipici indicati dalla legge.

Il limite temporale delle ordinanze contingibili ed urgenti deve essere adeguato al rischio da fronteggiare, nel senso che deve essere rapportato al tempo necessario per fronteggiarlo, attraverso gli strumenti ordinari, che devono essere attivati nel più breve tempo possibile, e non in attesa che venga risolto il problema generale da cui il rischio è scaturito, in tempi del tutto incerti.

Il potere straordinario di emanare ordinanze contingibili ed urgenti è contemplato dalla legge solo per fronteggiare situazioni non solo urgenti, ma anche temporanee e comunque connesse ad eventi imprevedibili, tali da non potere essere fronteggiate con gli ordinari mezzi amministrativi.

Sono illegittime le ordinanze sindacali contingibili e urgenti che non indicano un preciso limite temporale di efficacia il quale deve essere adeguato al rischio da fronteggiare attraverso gli strumenti ordinari.

L'ordinanza sindacale contingibile e urgente che sos... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ncessioni cimiteriali consentendo l'utilizzo temporaneo dei relativi loculi è illegittima laddove il limite di efficacia temporale formalmente enunciato nella stessa viene sostanzialmente disatteso mediante ripetute proroghe.

La contingibilità delle ordinanze extra ordinem deve essere rapportata al tempo necessario per fronteggiare il rischio con mezzi ordinari e non a quello necessario per la soluzione a regime della vicenda che ha originato il rischio.

La definitività degli effetti del provvedimento ex art. 38 l. 142/00 (ora art. 54 d. lgs. 267/00) è in contrasto con la funzione tendenzialmente transitoria – in difetto di strumenti tipici più confacenti - che l'ordinanza contingibile e urgente deve di norma assumere, salvo situazioni irreversibili.

L'ordinanza contingibile e urgente postula che essa abbia efficacia temporanea; diversamente, ove il provvedimento asseritamente contingibile avesse efficacia indeterminata nel tempo ovvero definitiva, verrebbe meno la ragione giustificatrice della straordinarietà dell'intervento, il quale dovrebbe essere adottato in conformità con la disciplina legislativa di settore.

Nell'esercizio del potere di cui all'art. 54 D. Lgs... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...il Sindaco non può adottare provvedimenti a contenuto normativo ed efficacia a tempo indeterminato, potendo derogare alla normativa primaria solo in maniera temporalmente delimitata e nei limiti della concreta situazione di fatto che si intende fronteggiare, dovendosi infatti garantire il principio di legalità sostanziale posto alla base dello Stato di diritto.

Il carattere provvisorio delle prescrizioni contenute nell'ordinanza contingibile e urgente non è requisito indefettibile, dovendo la relativa durata essere correlata alla situazione di pericolo che si intende contrastare, coerentemente con la natura di atto-fonte di norme giuridiche della tale tipologia provvedimentale in esame.

E' illegittima l'ordinanza contingibile ed urgente priva del carattere della provvisorietà ed il cui contenuto ne evidenzi anzi l'intento di dettare con essa una disciplina stabile e definitiva della fattispecie regolata.

Non sono ammesse le ordinanze contingibili ed urgenti ogni qual volta il provvedimento, in relazione al suo scopo, debba rivestire il carattere di continuità e stabilità di effetti.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> PRESUPPOSTI -->... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...r />
I requisiti di necessità ed urgenza cui si riferisce l'art. 54 D. Lgs. n. 267/2000 sono intesi nel senso che il provvedimento extra ordinem deve necessariamente fondarsi su una eccezionale situazione di pericolo, tale da non potere essere fronteggiata se non con interventi immediati ed indilazionabili, non rientranti tra gli ordinari mezzi previsti dall'ordinamento giuridico.

Il sindaco può ricorrere motivatamente allo strumento dell'ordinanza contingibile e urgente unicamente al fine di fronteggiare con immediatezza sia una situazione di natura eccezionale ed imprevedibile, sia una condizione di pericolo imminente al momento dell'adozione dell'ordinanza, indipendentemente dalla circostanza che la situazione di emergenza fosse sorta in epoca antecedente.

I requisiti di necessità ed urgenza dell'ordinanza sindacale di cui all'art. 54 D. Lgs. n. 267/2000 vanno intesi nel senso che il provvedimento extra ordinem si deve necessariamente fondarsi su una eccezionale situazione di pericolo, tale da non potere essere fronteggiata se non con interventi immediati e indilazionabili, non rientranti tra gli ordinari mezzi previsti dall'ordinamento giuridico.

Ai fini dell'ordinanza sindacale emanata dal Sindaco ai... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...'art. 54 D. Lgs. 267/2000, i requisiti di necessità ed urgenza cui si riferisce la norma sono intesi nel senso che il provvedimento extra ordinem si deve necessariamente fondare su una eccezionale situazione di pericolo, tale da non potere essere fronteggiata se non con interventi immediati ed indilazionabili, non rientranti tra gli ordinari mezzi previsti dall'ordinamento giuridico.

Il potere di emanare ordinanze contingibili ed urgenti presuppone, oltre all'esistenza ed indicazione, nel provvedimento gravato, di una situazione di pericolo, quale ragionevole probabilità che accada un evento dannoso ove la P.A. non intervenga prontamente, anche la necessità di provvedere con immediatezza in ordine a situazioni di carattere eccezionale ed imprevedibile, cui sia impossibile fare fronte con gli strumenti ordinari apprestati dall'ordinamento.

In tema di ordinanze contingibili ed urgenti, l'emergenzialità della situazione presupposta va valutata in relazione alla situazione di fatto esistente, che costituisce, per l'appunto, il presupposto necessario che impone la necessità di intervenire con urgenza con strumenti straordinari.

Le ordinanze contingibili e urgenti prescindono dall'imputabilità all'a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...one, o a terzi, ovvero a fatti naturali, della cause che hanno generato la situazione di pericolo; pertanto, di fronte all'urgenza di provvedere, non rileva affatto chi o cosa abbia determinato la situazione di pericolo che il provvedimento è rivolto a rimuovere.

Il potere di ordinanza regolato dall'art. 54 D. Lgs. 267/2000 presuppone necessariamente situazioni non tipizzate dalla legge di pericolo effettivo, la cui sussistenza deve essere suffragata da istruttoria adeguata e congrua motivazione, ed in ragione delle quali si giustifica la deviazione dal principio di tipicità degli atti amministrativi e la possibilità di derogare alla disciplina vigente, stante la configurazione residuale, quasi di chiusura, di tale tipologia provvedimentale.

In tema di ordinanze contingibili ed urgenti, la preesistenza della situazione eccezionale non fa venir meno il requisito dell'urgenza laddove si evidenzi il quadro di una scala evolutiva che ne denota il progressivo aggravamento.

Il potere di emettere "ordinanze contingibili ed urgenti", va esercitato nell'imminenza del pericolo e non già a distanza di tempo (nel caso di specie due anni dopo) dall'evento che lo ha cagionato.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI