Carrello
Carrello vuoto



Poteri del sindaco in materia di sgombero di immobili pubblici


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DELLE ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI
anno:2018
pagine: 357 in formato A4, equivalenti a 607 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 20,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> CASISTICA --> SGOMBERO

Il potere di autotutela possessoria di diritto pubblico riconosciuto dall'art. 378 l. n. 2248/1865, all. F, ("Legge sulle opere pubbliche") anche ai sindaci non presuppone la titolarità di un diritto reale di uso pubblico ma si fonda sull'esigenza di rimuovere gli ostacoli al libero transito esercitato anche in via di fatto dalla collettività.

Per disporre lo sgombero di un intero fabbricato condominiale non è necessaria una motivazione che dia conto della specifica inagibilità delle sue singole unità immobiliari.

Nei casi in cui sussista una obiettiva incertezza del confine demaniale la pubblica amministrazione, prima di procedere all'intimazione di sgombero, è tenuta a delimitare formalmente il confine demaniale con lo specifico procedimento previsto dall'art. 32 del Codice della Navigazione.

E' illegittimo l'ordine di sgombero di un'area demaniale che non sia preceduto dall'effettuazione dello speciale procedimento di delimitazione previsto dall'art. 32 Cod. Nav., qualora vi sia un'oggettiva incertezza circa l'esatta posizione dei confini.

Il provvedimento d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...di un bene confiscato alla criminalità organizzata costituisce esercizio del potere di autotutela di carattere rigidamente vincolato, per cui qualunque affermazione concernente la titolarità di diritti in ordine ad un tale bene non può trovare ingresso in sede amministrativa e tanto meno residua uno spazio per un'attività partecipativa del privato.

L'ordine di sgombero di un bene pubblico disposto per ragioni attinenti all'agibilità dell'immobile non può essere qualificato come un'ordinanza contingibile ed urgente se privo degli elementi essenziali previsti dall'art. 54, comma 4, del decreto legislativo n. 267/2000.

È illegittima l'ordinanza contingibile e urgente di sgombero di un immobile di proprietà comunale qualora la P.A. abbia voluto perseguire in via primaria non lo scopo di tutelare la sicurezza e l'incolumità pubblica, ma il fine di ottenere la restituzione del bene per asserite inadempienze del soggetto a cui era stato dato in disponibilità.

L'inadempimento del contratto accessivo della concessione di un alloggio pubblico non costituisce minaccia per la sicurezza pubblica, con conseguente illegittimità dell'ordinanza sindacale adottata ex art. 54 ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...r affrontare tale situazione.

L'ordine di sgomberare un immobile, con espressa avvertenza che, in caso di mancata ottemperanza, il Comune provvederà allo sgombero coatto, costituisce espressione dei poteri autoritativi tipici delle ordinanze contingibili e urgenti di cui all'art. 54 del d. lgs. N. 267 del 2000.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> CASISTICA --> SGOMBERO --> COMPETENZA

Gli atti di esercizio di potere gestionale, tra i quali l'ordinanza di sgombero per occupazione sine titulo, rientra nella competenza del dirigente comunale ovvero, nei comuni sprovvisti di tale qualifica, dei responsabili degli uffici e dei servizi e non del Sindaco.

Lo sgombero di un bene patrimoniale disponibile, disposto con provvedimento di necessità e urgenza, rientra nella competenza esclusiva del Sindaco.

PROCEDURE ATIPICHE O ALTERNATIVE --> ORDINANZE CONTINGIBILI E URGENTI --> CASISTICA --> SGOMBERO --> MOTIVAZIONE

Il provvedimento di sgombero di area occupata sine titulo risulta sufficientemente motivato, ai sensi dall'art. 3 della L. n. 241/90, indicando specificamente le ragioni per cui l'area risulta occupata sine titulo ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...osti sia di fatto che giuridici dell'ordinanza. Non occorre alcuna specifica motivazione in ordine alla sussistenza di un interesse pubblico allo sgombero, risultando tale provvedimento, in presenza di una occupazione sine titulo di aree pubbliche, un atto sostanzialmente vincolato e risultando in re ipsa la sussistenza di un interesse pubblico.

E' illegittima per difetto di motivazione l'ordinanza di necessità e urgenza che dispone lo sgombero di un bene del patrimonio disponibile dell'ente senza dare conto della sussistenza di una effettiva situazione di pericolo, suscettibile di minacciare l'incolumità dei cittadini e tale da giustificare il ricorso allo strumento eccezionale previsto dalla norma di riferimento.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI