ULTIMI APPROFONDIMENTI CARICATI

Stai vedendo 2042-1896 di 3823 risultati

La C.T.U. (Consulenza Tecnica d'Ufficio) preventiva

Merita particolare trattazione la cosiddetta C.T.U. preventiva, un procedimento che consente di ottenere in tempi speditivi un accertamento tecnico ufficiale, redatto da un esperto nominato direttamente dal presidente del tribunale, su un problema specifico che può permettere, nei casi più fortunati, addirittura di raggiungere un accordo per risolvere la vertenza. Si può usare in svariati casi come ad esempio: valutazione di migliorie o danni ad un immobile, danni alla persona, danni da sinistro

L'albo dei consulenti tecnici d'Ufficio

Nella scelta dei consulenti tecnici d'ufficio il Giudice generalmente si avvale dell'Albo dei periti che è un registro nel quale sono iscritti i nomi delle persone, fornite di particolari competenze professionali e tecniche alle quali il giudice può affidare l'incarico di effettuare perizie utili ai fini del giudizio. L'Albo diviso per categorie, cioè per discipline o gruppo di discipline, deve essere istituito presso ogni Tribunale.

La valutazione di un terreno edificabile: osservazioni del consulente tecnico di parte

Il più probabile valore di mercato corrisponde nell’estimo a quel valore che, una pluralità di operatori economici interessati all'acquisto di beni immobili, senza particolari motivazioni e quindi da considerare imprenditori ordinari, sarebbe disposta a pagare, alla data di stima, per ottenerne la proprietà. Pertanto, il “più probabile valore di mercato” di un bene immobile è quello ordinario, quel valore che ha la più alta probabilità di accadimento tra i diversi apprezzamenti possibili

Indennità di sopraelevazione: C.T.U. e C.T.P. a confronto

La valutazione di un’area edificabile può essere effettuata secondo il suo stato di edificabilità, che può identificarsi in: stato iniziale: area nuda (senza permesso di costruire), stato intermedio (con permesso di costruire), stato finale: area ad edificazione avvenuta. Per la stima potranno essere utilizzate: la stima sintetica per comparazione, la stima con criterio a valore di trasformazione e la stima per incidenza percentuale del valore dell'area sulla costruzione

La stima del valore economico di un immobile urbano: osservazioni del C.T.P.

Nella stima di un immobile urbano è necessario tenere conto anche dello stato attuale in cui versa l'edificio, correggendo eventualmente la valutazione mediante l'applicazione di opportuni «coefficienti di svalutazione» in relazione alle caratteristiche estrinseche ed intrinseche possedute.

Osservazioni del consulente tecnico di parte a proposito della stima del valore di un immobile rurale

Per la determinazione del valore di mercatodell'immobile, il C.T.U. adotta il criterio di stima a valore di trasformazione. Nello specifico infatti “gli immobili vengono considerati un bene di produzione ed il loro valore è calcolato in funzione del prodotto edilizio finito (ristrutturazione totale degli immobili) ed in funzione dei costi sostenuti per la loro ristrutturazione.

Valutazione immobiliare di una struttura alberghiera: la dottrina

Comunemente, un complesso immobiliare, a seconda dell’aspetto economico considerato, può essere differentemente stimato, e pertanto allo stesso potrebbero essere attribuiti più valori di stima di entità anche diversa sebbene essi dovrebbero tendere a coincidere, nelle condizioni teoriche di mercato in regime di libera concorrenza e di equilibrio economico. Dall'aspetto economico di un immobile scaturisce dunque il criterio di stima, cioè l’analisi da seguire per pervenire a un giudizio di valore

La stima di un blocco edilizio avente caratteristiche storico artistiche

Il valore di mercato di un blocco edilizio di caratteristiche storico artistiche va determinato mediante l'elaborazione dei dati reperiti nelle indagini operando secondo due presupposti: conservazione delle superfici attuali e ampliamento delle consistenze superficiali. Nell'esprimere il giudizio di stima si considera l’immobile nello stato di fatto in cui versa ritenendolo coerente, anche nel caso di completa ristrutturazione, con le norme urbanistiche vigenti alivello nazionale e comunali

Valore locativo di porzioni di un complesso immobiliare di tipo produttivo

Nella determinazione del più probabile valore locativo di alcune componenti immobiliari facenti parte di un complesso di tipo produttivo, il professionista dovrà procedere innanzitutto all'identificazione delle componenti immobiliari oggetto di stima (porzioni immobiliari da acquisire con nuova locazione, porzioni immobiliari attualmente in locazione, aree scoperte comuni). Successivamente andrà a calcolare la superficie ragguagliata in considerazione dell'estensione della parte locabile.

La valutazione delle porzioni di un complesso immobiliare di tipo produttivo

In linea generale, l'approccio valutativo utilizzato per la stima degli immobili di tipo produttivo comprende: costo di produzione, costo di produzione deprezzato, criterio a valore di trasformazione, stima a capitalizzazione del reddito. A determinate condizioni, potrà essere comunque usato anche il metodo di stima per comparazione. In particolare, nel caso qui esposto, dato lo scopo dell'indagine, si terrà conto delle caratteristiche intrinseche ed estrinseche delle porzioni immobiliari.

Stima immobiliare di un appartamento situato nel centro storico di Roma

La metodologia posta in essere per la stima presuppone un’adeguata disponibilità di dati relativi al mercato delle locazioni della Capitale. In particolare, detta metodologia si fonda sull’adozione del procedimento statistico dell’intervallo di confidenza basato sulla t di Student. Il procedimento è quindi lo stesso utilizzato dall’OMI ed è fondato sulla costruzione di un intervallo di valori entro cui ricade il valore medio dell'immobile avente caratteristiche ordinarie ovvero più frequenti

Determinazione del valore di mercato di un appartamento nel Centro Storico di Rieti

La formulazione di un giudizio di valore, secondo la dottrina, deve svolgersi in 3 distinti momenti: individuazione del tipo economico del valore da stimare, scelta di uno o più procedimenti di stima, individuazione di dati elementari reali e di dati ipotetici. In una prima fase si determinerà l'intervallo entro cui ricade la maggior parte dei valori relativi alla tipologia immobiliare considerata, mentre nella seconda si andrà ad individuare il valore da adottare per l’unità immobiliare de quo

Pagina 158 di 319 50 110 158 210 270