Carrello
Carrello vuoto



Il rapporto dell'occupazione d'urgenza con i vincoli urbanistici


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONE LEGITTIMA DI BENI PRIVATI PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2018
pagine: 1271 in formato A4, equivalenti a 2161 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 35,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


OCCUPAZIONE --> RAPPORTO CON I VINCOLI URBANISTICI

L'ordinanza di occupazione d'urgenza consente di anticipare l'acquisizione del possesso dell'area, prima ancora che sia emesso il decreto di esproprio, ma si basa sugli atti delle due precedenti fasi, concernenti l'apposizione del vincolo preordinato all'esproprio e la dichiarazione di pubblica utilità. Pertanto, qualora la dichiarazione di pubblica utilità risulti illegittima e vada annullata, per violazione delle regole sulla partecipazione degli interessati, va annullata, per illegittimità derivata, anche l'ordinanza di occupazione d'urgenza.

La carenza di apposizione del vincolo espropriativo è sicuramente tale da riverberarsi nell'illegittimità del decreto con il quale è disposta l'occupazione anticipata dei suoli, non sussistendo, alla data della sua adozione, una efficace dichiarazione di pubblica utilità suscettibile di legittimare il successivo corso del procedimento espropriativo.

Gli effetti dell'occupazione, ossia la materiale apprensione delle aree, non retroagiscono alla data dell'atto ma dal momento della sua messa in atto. Pertanto, l'esistenza di una decisione di procedere all'occupazione, espressa prima dell'approva... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...onale) del progetto in variante, non comporta una violazione della potestà dominicale della parte sino al momento della sua concreta attuazione. Gli effetti della deliberazione comunale sono da intendersi temporaneamente sospesi, in attesa che sia adottata e divenga esecutiva l'approvazione conclusiva della Regione.

Illegittima è l'occupazione d'urgenza disposta senza aver previamente formalizzato l'approvazione di variante urbanistica adottata a norma dell'art. 19 DPR 327/2001, così da incidere con atti ablatori su terreni privati in modo illegittimo e prematuro, in assenza del prescritto vincolo espropriativo.

Non è possibile emanare il decreto di occupazione d'urgenza e la dichiarazione di pubblica utilità e di indifferibilità ed urgenza, in assenza di un valido ed efficace vincolo preordinato all'esproprio, come in ipotesi in cui la variante risulti soltanto adottata, ma non anche definitivamente approvata.

OCCUPAZIONE --> DECRETO MOTIVATO ART. 22 BIS DPR 327/2001 --> CONDIZIONI --> VINCOLO

L'eventuale mancanza di un efficace vincolo preordinato all'esproprio e di un'efficace dichiarazione di pubblica utilità, rende il decreto di occupazione d'urgenza illegit... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...n inefficace (con la conseguente asserita insussistenza di oneri di immediata impugnazione), non essendo l'efficacia degli atti amministrativi autoritativi (quale per l'appunto il decreto di occupazione d'urgenza) condizionata dalla loro legittimità.

Il mancato perfezionamento del procedimento di approvazione della variante, con la conseguente inefficacia del vincolo preordinato all'espropriazione, non costituiscono vizio della delibera di adozione della variante stessa, ma pregiudicano la legittimità dei procedimenti ablatori a valle, e quindi (nel caso di specie), del decreto di occupazione d'urgenza.

Sono illegittimi i provvedimenti di occupazione d'urgenza e gli atti ad essa presupposti qualora adottati senza la preventiva reiterazione del vincolo mediante variante al PRG.

L'occupazione d'urgenza, di cui all'articolo 22 bis del d.p.r. n.327 del 2001, postula i presupposti del vincolo preordinato all'esproprio e della dichiarazione di pubblica utilità.

Anche se per la definitiva sottoposizione del bene al vincolo di esproprio occorre attendere la piena efficacia dell'atto di approvazione urbanistica (art. 9 comma primo D.P.R. n. 327/2001), ai fini della legittimità del decreto di occupazio... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...za, è sufficiente la dichiarazione di pubblica utilità che, ai sensi dell'art. 17 del D.P.R. n. 327/2001, coincide con l'approvazione del progetto definitivo. Non si ritiene all'uopo necessaria l'ulteriore delibera del Consiglio Comunale, che renda efficace la variante urbanistica.

 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI