La natura giuridica e gli effetti della dichiarazione di pubblica utilità
Si è detto che la dichiarazione di pubblica utilità rappresenta una condizione legittimante ovvero un presupposto necessario per l’esercizio del potere espropriativo [13], presentandosi, di conseguenza, come «teologicamente collegata, e […] strumentale, sotto il profilo funzionale, al provvedimento espropriativo» [14].

Del resto qualunque sia, nel caso concreto, la forma giuridica rivestita dalla dichiarazione di pubblica utilità e, quindi, a prescindere che si tratti di dichiarazione espressa, implicita o ex lege, essa si sostanzia sempre in un accertamento della pubblica utilità dell’opera, producendo, così, l’effetto tipico e principale di autorizzare l’espropriazione stessa [15].

In questa p... _OMISSIS_ ...ichiarazione di pubblica utilità diviene la sede istituzionale nella quale prende vita l’accertamento della pubblica utilità dell’opera ovvero l’accertamento della sussistenza o meno delle ragioni di pubblico interesse che, nella relativa fattispecie di riferimento, giustificano, legittimano e, di conseguenza, autorizzano, sulla base di un’attenta e accurata valutazione compartiva degli interessi contrapposti, il ricorso alla procedura espropriativa e, di conseguenza, il sacrificio del diritto di proprietà [16].

Si tratta di una ricostruzione che consente di comprendere perché la dottrina e la giurisprudenza vedano nella dichiarazione di pubblica utilità un subprocedimento del procedimento di espropriazione ovvero un procedimento prelim... _OMISSIS_ ...;espropriazione intesa nel suo complesso [17]. Si ravvisa, infatti, l’esistenza di due procedimenti distinti e autonomi, ancorché connessi da un nesso di presupposizione, che conduce a ritenere la dichiarazione di pubblica utilità un provvedimento amministrativo a sé stante, posto a conclusione di un procedimento connesso ma distinto da quello espropriativo, e come tale produttivo di effetti giuridici propri e, quindi, autonomamente e, soprattutto, immediatamente impugnabile [18].

È bene precisare che gli effetti giudici della dichiarazione di pubblica utilità si producono ipso iure a seguito della semplice emanazione di uno degli atti dichiarativi della pubblica utilità anche se non sono espressamente indicati nel provvedimento che la dispone [19].
... _OMISSIS_ ...F| la ratio giustificatrice


Dopo aver analizzato la durata temporale della dichiarazione di pubblica utilità occorre interrogarsi sulla ragion d’essere di una tale disciplina.

Nella ricerca della ratio giustificatrice della disciplina temporale della dichiarazione di pubblica utilità, la dottrina e la giurisprudenza hanno individuato nel principio di certezza del diritto il fattore che accomuna le richieste di tutela degli interessi sia pubblici che privati.

L’ordinamento giuridico non può tollerare nessuna situazione in cui l’incertezza sulla sorte giuridica dei beni espropriandi sia protratta in maniera indefinita né, tantomeno, può avallare ipotesi di esecuzione di opere che, a causa del tempo trasc... _OMISSIS_ ... più rispondenti all’interesse generale da cui ha tratto origine la procedura espropriativa [77].

Ed è proprio in virtù di queste considerazioni che si ravvisa l’importanza di circoscrivere temporalmente gli effetti derivanti dalla dichiarazione di pubblica utilità, offrendo ai proprietari del bene una garanzia fondamentale a tutela del proprio diritto e, allo stesso tempo, assicurando la sollecita realizzazione delle opere di pubblica utilità [78].

Del resto la dichiarazione di pubblica utilità rappresenta un mero preannuncio dell’espropriazione, creando, così, uno stato di incertezza, e assoggettando il bene ad una condizione di espropriabilità, situazioni che non possono protrarsi indefinitamente senza ledere, da un l... _OMISSIS_ ...tario dei beni suscettibili di espropriazione e, dall’altro, la collettività che non vede, per inerzia o negligenza dell’amministrazione, la realizzazione dell’opera per cui la pubblica utilità è stata dichiarata [79].

In definitiva, in vista della necessità di tutelare contemporaneamente i privati proprietari dei beni e l’interesse generale alla sollecita realizzazione delle opere di pubblica utilità, vengono posti i limiti temporali di efficacia della dichiarazione di pubblica utilità [80].

Invero tale limitazione è connaturata al concetto stesso di pubblica utilità, concetto che presuppone che la realizzazione di un’opera avvenga per il soddisfacimento di un pubblico interesse concreto e attuale [81].

... _OMISSIS_ ...to, in quanto il carattere essenziale dei termini di efficacia della dichiarazione di pubblica utilità è ravvisabile anche nei casi di dichiarazione implicita o ex lege [82]. In entrambe le fattispecie occorre, infatti, stabilire il limite di durata temporale della dichiarazione che, nella prima ipotesi, viene rimesso all’atto da cui deriva - insieme ai suoi effetti tipici - l’ulteriore effetto tipico della dichiarazione, mentre, nella seconda ipotesi, nel primo atto della procedura espropriativa [83].