L’autotutela amministrativa

Occorre inquadrare l’istituto dell'autotutela amministrativa isolandolo nell’ambito dell’attività di tutela del bene pubblico, demaniale ed indisponibile, come disposto ai sensi dell’art. 823, comma 2 c.c.

L’ “estrazione” dello strumento di autodifesa è necessario perché la trattazione di quanto marcatamente riconosciuto dal legislatore all’autorità amministrativa per la salvaguardia dei propri interessi fondiari in nome del vincolo di destinazione pubblica è davvero ampio e proietta il suo raggio d’azione in ogni direzione, occorrerebbe tra l’altro approfondire la problematica storica sulla cognizione esclusiva del giudice amministrativo, ma in questa sede si preferisce concentrare l’attenzio... _OMISSIS_ ...te sull’aspetto puro di tale potere, confrontandolo per quanto possibile con la dimensione applicativa del caso concreto.

Il bene demaniale e quello annoverato nello stesso regime in quanto parte del patrimonio indisponibile sono assoggettati all’egida dell’autotutela amministrativa in funzione dell’interesse pubblico cui risponde l’uso del bene.

Il presupposto che caratterizza dunque il potere amministrativo è proprio questo, ciò significa che pur sussistendo dei diritti concessori in capo al privato, la P.A. esercita in veste autoritativa l’azione esecutiva amministrativa in virtù dell’appartenenza del diritto dominicale, che non trascende nel rapporto concessorio.

Dal punto di vista og... _OMISSIS_ ...o;autotutela esplica un’azione di contrasto contro una minaccia reale e già avvenuta, che consiste nell’usurpazione o anche in una mera violazione del bene tale da impedirne l’uso legittimo a cui era predestinato.

Nondimeno, l’interesse sancito in alcune previsioni normative è meritevole di autotutela pur se il comportamento materiale tenuto dal privato è legittimo perché ottemperante comunque alle condizioni richieste tipicamente dalla legislazione in materia.

Ad esempio, l’analisi delle priorità dei contenuti sulle nuove opere in prossimità del demanio marittimo di previsione dell’art. 55 del codice della navigazione, se violate, conducono il giudice amministrativo a preservare l’ordine di sgombero d... _OMISSIS_ ...alizzati nell’alveo della fascia di rispetto anche se gli stessi sono rispondenti alle regole della tutela ambientale e paesaggistica e, quindi, compatibili con un’altra tipologia di interessi pubblici.

Nelle risultanze istruttorie, l’autotutela amministrativa di cui all’art. 823, comma 2 c.c. viene individuata come una delle differenze poste a baluardo difensivo della proprietà pubblica rispetto a quella privata, avente lo scopo di risolvere in via contingente lo spossessamento subito, ciò permettendo al soggetto pubblico con ampia discrezionalità di scelta la decisione alternativa se avvalersi dello strumento esecutivo amministrativo o perorare lo scopo attraverso quello ordinario innanzi all’autorità giudiziaria.

... _OMISSIS_ ...raggiungimento dello scopo di garanzia della proprietà pubblica è privilegiato con l’esercizio prima facie concesso di autotutela possessoria rispetto perfino ai mezzi ordinari di tutela previsti dagli artt. 1168, 1169 e 1170 del codice civile, che notoriamente sono riconosciuti per la loro rapidità di esecuzione.

Una delle condizioni relative all’emissione dell’ordine di autotutela è quella di ripristinare lo stato dei luoghi precedente all’attività di usurpazione.

Bisogna comprendere che gli obiettivi perseguiti in questa fattispecie sono di due tipi: non solo quello di interrompere l’azione illecita dovuta alla realizzazione dell’opera (abusiva) che viola la normale prosecuzione della missione pubblica, ma... _OMISSIS_ ...emolitorio e ricostruttivo di reintegra del bene nel patrimonio di appartenenza alle condizioni materiali precedentemente godute, che lo vincolavano al soddisfacimento del fine istituzionale.

L’imposizione della ricostituzione della funzionalità quo ante rappresenta l’aspetto punitivo della misura posta in essere, in tal modo il soggetto che surrettiziamente ha determinato il comportamento lesivo della collettività risarcisce la stessa mediante l’esborso della somma necessaria a ripagarla della sofferenza derivata dalla privazione del bene violato, ciò anche se ha agito in buona fede convintamente di non essere in contrasto con il precetto legislativo.

Se “ignorantia iuris non excusat” non lo fa neppure l’af... _OMISSIS_ ...uò insorgere nel terzo di perseguire una condotta giuridicamente rilevante mantenendo di fatto l’occupazione abusiva del bene.

L’affermazione scaturisce da svariati contesti prestati alla cognizione del giudice amministrativo, che diventano però suscettibili di un’omologa interpretazione conservatrice del principio dell’autotutela e, più segnatamente, dei suoi effetti applicatici espressione di una rigorosa potestà difensiva.

In particolare, preme evidenziare in ambito concessorio come la mera proposizione di trattative per il rinnovo del rapporto, poi andate fallite, o l’insorgenza creduta dello stesso per facta concludentia, ad esempio per disuso o per semplice tolleranza, da parte della P.A. giustifichi l’... _OMISSIS_ ...l provvedimento amministrativo di rilascio del bene per difetto di legittimità.

Il significato di quanto si è appena affermato è ictu oculi di per sé abbastanza evidente, se la concessione con cui si aveva in godimento il bene è scaduta e non è stata rinnovata, pur se la P.A. non invia una diffida volta alla liberazione di quanto illegittimamente occupato, continuando a percepire i canoni, non significa che la convenzione si sia rinnovata tacitamente e non si possa agire per questo attraverso l’azione esecutiva amministrativa.

Il mantenimento dello stato occupazionale sine titulo è il presupposto fondante l’esercizio del potere di autotutela anche quando il bene stesso è incorporato nella massa dei beni aziendali attraverso cui vien... _OMISSIS_ ...rsquo;attività d’impresa oggetto di concessione.

L’incidenza della tutela possessoria in parola prevale anche nel caso in cui il privato contravventore presenti una domanda di sanatoria che regolarizza l’abuso posto in essere.

Ovviamente, è altrettanto riprovevole e privo di qualsivoglia giustificativo il caso in cui la condizione contra legem non matura successivamente alla scadenza del provvedimento autorizzativo o concessorio, ma sorge in quanto l’impossessamento avviene senza il preventivo consenso dell’autorità competente.

Di segno opposto e isolato rispetto al panorama giurisprudenziale rigorosamente restrittivo appena evidenziato, è l’orientamento che concede un’apertura al legit... _OMISSIS_ ...o come esimente alla condotta sanzionata dall’autotutela se l’evento lesivo è avvenuto in concorso di colpa tra il privato, in buona fede, e la P.A. che ha rafforzato la convinzione della sua legittimità con compiacenza.


La tutela giudiziale: il principio dell’alternatività.

In una situazione meritevole di tutela perché clandestina e usurpativa del bene pubblico, la P.A. versa nelle condizioni di poter...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 12810 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo