Riparto di giurisdizione nelle controversie concernenti indennità e canoni relativi a concessioni demaniali

GIUDIZIO --> GIURISDIZIONE E COMPETENZA --> CONCESSIONE DI BENI PUBBLICI --> CONTROVERSIE PATRIMONIALI

Appartengono al giudice ordinario le controversie in materia di pagamento di indennità e canoni relativi a beni demaniali che abbiano un contenuto meramente patrimoniale, mentre le controversie coinvolgenti l’esercizio di poteri di valutazione preliminari alla determinazione del canone, incidenti sull’an e non solo sul quantum, sono attratte nella cognizione del giudice amministrativo.

Va affermata la giurisdizione del giudice amministrativo sul contenzioso concernente i provvedimenti di rideterminazione del canone demaniale sulle concessioni marittime, in applicazione dell'art. 1, comma 251, della legge finanziaria 2007 (r... _OMISSIS_ ...zionalmente legittimo da Corte Cost. 22 ottobre 2010, n. 302; da applicare anche, ai sensi del successivo comma 252, per le misure dei canoni sulle concessioni per la realizzazione e gestione di strutture per la nautica da diporto), qualora non si tratti di mera quantificazione del canone, ma di integrale revisione, previa ricognizione tecnico-discrezionale del carattere di pertinenze demaniali marittime delle opere realizzate in precedenza dal concessionario, nonché in considerazione dell’inamovibilità o meno delle stesse.

L'art. 133 comma 1 lettera b) d. lgs. n. 104/2010, nel devolvere al giudice amministrativo la cognizione esclusiva delle controversie relative ai rapporti di concessione di beni pubblici, riserva, però, all'Autorità giudiziaria ordina... _OMISSIS_ ...tive alle pretese patrimoniali ad esse connesse (indennità, canoni e altri corrispettivi), senza che rilevi il titolo (o anche la mancanza di esso) in base al quale queste sono azionate.

Sussiste la giurisdizione del giudice ordinario quando trattasi di controversia concernente la mera determinazione dei canoni concessori quantificabili sulla base di criteri certi e predeterminati, tali da non coinvolgere l'espressione di alcuna valutazione discrezionale orientata alla tutela di interessi di natura pubblicistica da parte della P.A.

Nell'ambito dei rapporti di concessione di beni pubblici, l'art. 133, comma 1, lett. b), del D.Lgs. n. 104 del 2010, nell'attribuire alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo le controversie in materia t... _OMISSIS_ ...bblica amministrazione, fa espressamente salve quelle aventi ad oggetto indennità, canoni ed altri corrispettivi, le quali, pertanto, in base al criterio generale del riparto di giurisdizione fondato sulla situazione giuridica soggettiva dedotta in giudizio, restano soggette alla giurisdizione del giudice ordinario qualora involgano diritti soggettivi a contenuto patrimoniale.

Esula dalla giurisdizione amministrativa la controversia che abbia ad oggetto esclusivamente il corrispettivo dovuto dal concessionario, nelle quali non venga in rilievo l'esercizio di poteri pubblicistici dell'autorità concedente.

Rientra nella giurisdizione del giudice amministrativo la verifica dell'azione autoritativa sull'intera economia del rapporto concessorio, avut... _OMISSIS_ ...riguardo alla sussistenza ed alle modalità di esercizio, con atto regolamentare, del sotteso potere impositivo. In quest'ultima ipotesi infatti la controversia ha per oggetto non soltanto la misura del canone di concessione di un bene demaniale, bensì la qualificazione giuridica o la natura intrinseca dell’atto concessorio, sicché le conseguenze patrimoniali (cioè la misura del canone) sono meramente accessorie rispetto alla questione principale.

L'art. 133, comma 1, lettera b) del d.lgs. n. 104/2010, nel devolvere al giudice amministrativo la cognizione esclusiva delle controversie relative ai rapporti di concessione di beni pubblici, riserva, però, all'Autorità giudiziaria ordinaria quelle relative alle pretese patrimoniali ad esse connesse (ind... _OMISSIS_ ...e altri corrispettivi), senza che rilevi il titolo in base al quale queste sono azionate.

In materia di concessioni amministrative, l'art. 113, comma 1, lett. b) del codice del processo amministrativo, nell'attribuire alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo ogni controversia relativa ai rapporti di concessione di beni e servizi pubblici, fatte salve quelle aventi ad oggetto indennità, canoni o altri corrispettivi, non implica affatto, in queste ultime ipotesi, un regime di giurisdizione esclusiva del giudice ordinario. Spettano, infatti, in base ai criteri generali del riparto di giurisdizione, alla giurisdizione ordinaria solo quelle controversie sui profili in esame che abbiano contenuto meramente patrimoniale, senza che assuma rilievo un pot... _OMISSIS_ ...to della P.A. a tutela di ipotesi generali, mentre restano nella giurisdizione amministrativa quelle che coinvolgano l'esercizio di poteri discrezionali inerenti alla determinazione del canone, dell'indennità o di altri corrispettivi.

Taluni atti delle pubbliche amministrazioni relativi ai canoni concessori non si confrontano con situazioni giuridiche di diritto soggettivo ma d’interesse legittimo; in tali casi, rimanendo competente a conoscere la controversia il giudice amministrativo, in sede di giurisdizione di legittimità (cfr. art. 7 c.p.a.). Ciò accade quando l’atto concerne una nuova determinazione del canone concessorio rispetto a quello inizialmente stabilito nell’atto di concessione del bene pubblico.

La rideterminazi... _OMISSIS_ ...concessori ha natura vincolata quando le condizioni e i presupposti fattuali per l’incremento sono già stabiliti dalla legge, così che l’amministrazione concedente si limita, nel provvedimento rivolto al privato, ad una mera quantificazione delle somme previo semplice accertamento tecnico dei presupposto fattuali, economici e aziendali. In tal caso la situazione soggettiva del privato ha la consistenza dell’interesse legittimo, comportando la giurisdizione del giudice amministrativo.

Ai sensi dell'art. 133, comma 1, lettera b), del d.lgs. 2 luglio 2010, n. 104, non vale ed escludere la giurisdizione amministrativa la circostanza che la controversia abbia ad oggetto il canone concessorio poiché solo le controversie di contenuto merament... _OMISSIS_ ... alle quali è estraneo ogni intervento dell’Amministrazione a tutela di interessi generali, sono riservate alla giurisdizione ordinaria. Ove invece la controversia abbia ad oggetto l’esercizio o il mancato esercizio di poteri discrezionali inerenti alla determinazione del canone ed incidenti sugli obblighi nascenti dal rapporto concessorio, essa è devoluta alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo.

Appartengono alla giurisdizione del giudice ordinario le controversie in materia di pagamento di indennità e canoni relativi a beni demaniali che abbiano un contenuto meramente patrimoniale, mentre rientrano nella sfera di competenza giurisdizionale del giudice amministrativo quelle controversie che coinvolgano questioni che occorra risolve... _OMISSIS_ ...nterpretazione della concessione, come nelle ipotesi in cui si tratti dell'esercizio di poteri di valutazione preliminare in vista della determinazione del canone (e non semplicemente di accertamento tecnico dei presupposti fattuali), che quindi incidano sull'an e non sul mero quantum del canone dovuto.

Rientra nella giurisdizione del G.O. la controversia che abbia ad oggetto l'impugnazione di un atto meramente applicativo della nuova base di calcolo del canone di concessione, come predisposta dall'art. 1, comma 251, della l. n. 296 del 2006. In tal caso, infatti, non vi sono spazi per l'esercizio di poteri discrezio...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 41535 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 5,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo