Il danno causato dall’illegittimo annullamento del permesso di costruire

In questo paragrafo, verrà affrontata una particolare ipotesi di danno da disturbo derivante dall’indebita compressione delle facoltà inerenti ai diritti dominicali.

Tratteremo, infatti, del pregiudizio causato al privato a seguito dell’illegittimo annullamento del permesso di costruire. In particolar modo, analizzeremo la problematica inerente allo schema strutturale entro il quale sussumere questo peculiare caso di responsabilità della pubblica amministrazione.

Si vedrà, infatti, che parte della recente giurisprudenza amministrativa di primo grado ritiene che la situazione concreta che sta alla base di una tale responsabilità possa essere considerata una delle ipotesi nelle quali è configurabile il c.d. contatto sociale tra p.a. e... _OMISSIS_ ...ciò, l’adozione del modello risarcitorio definito agli artt. 1218 c.c. e seguenti.
Prima di affrontare tale problematica, però, occorre analizzare la natura e la consistenza del pregiudizio che scaturisce al privato nel caso in questione.

Come detto, siamo in presenza di una particolare ipotesi di danno da disturbo derivante dall’indebita compressione delle facoltà inerenti ai diritti dominicali.

Il permesso di costruire, infatti, regolato agli artt. 10 e seguenti del T. U. Ed. , equivale alla precedente concessione edilizia che, come ha avuto modo di chiarire la Corte Costituzionale, è un atto che autorizza il proprietario ad esercitare una delle facoltà poste nella sua sfera giuridica soggettiva.

È, dunque, ... _OMISSIS_ ...zatorio che rimuove uno dei limiti al pieno godimento del diritto di proprietà previsti dall’ordinamento.

Il Giudice delle leggi, con la sentenza n. 5/1980, ha, infatti, smentito quell’orientamento dottrinale e giurisprudenziale che considerava la concessione come un atto attributivo di un nuovo diritto in capo al proprietario: il diritto ad edificare.
Tale orientamento affermava che il mutamento legislativo apportato dalla L. n. 10/1977 fosse sintomatico di una diversa concezione della proprietà e del regime dei suoli. La predetta legge, infatti, è intervenuta all’interno del precedente quadro legislativo , apportando due rilevanti elementi di novità:


l’onerosità del titolo abilitativo per ogni att... _OMISSIS_ ...rmazione urbanistica ed edilizia del territorio;
il passaggio dalla licenza alla concessione edilizia.

L’impostazione sistematica adottata da questo orientamento asseriva che, mentre il primo di tali titoli abilitativi presupponeva che lo ius aedificandi fosse una facoltà compresa nel diritto di proprietà e per questo riconducibile essenzialmente allo schema autorizzatorio, la concessione edilizia comportava lo scorporo di quella facoltà dal diritto di proprietà e la sua conseguente subordinazione alla previa acquisizione di un apposito provvedimento di tipo costitutivo.

La Corte Costituzionale, non avvallando una tale impostazione, ha affermato, invece, che il diritto ad edificare inerisce sempre al diritto di propri... _OMISSIS_ ...nque, soltanto al proprietario la facoltà di ottenere la concessione edilizia , che, nonostante la diversa denominazione data dal legislatore del 1977, resta un atto di tipo autorizzatorio, distinto dalla licenza edilizia per il suo carattere oneroso.

Il D.P.R. n. 380/2001, agli artt. 10 e seguenti che disciplinano il permesso di costruire, ha mutato nuovamente la denominazione di un tale atto , con l’intento proprio di ribadire che il titolo edilizio non è attributivo di nuovi diritti, ma attiene all’accertamento delle condizioni previste dall’ordinamento per l’esercizio dello ius aedificandi.

Il provvedimento di rilascio del permesso di costruire è, dunque, indubbiamente un atto di tipo autorizzatorio, in quanto va a ... _OMISSIS_ ...ei limiti che impediscono al proprietario il pieno godimento del diritto dominicale posto nella sua sfera giuridica soggettiva.

È possibile affermare, dunque, che, nel momento in cui viene rilasciato il permesso di costruire, si crea in capo al privato un affidamento giuridicamente rilevante circa la possibilità di effettuare concretamente l’opera che ha in progetto di costruire. Se tale permesso viene annullato con un provvedimento dichiarato successivamente illegittimo, il cittadino può rivolgersi al giudice amministrativo per vedersi risarcire il danno provocato dal disturbo derivante dal non aver potuto godere appieno del proprio diritto di proprietà .

L’an e il quantum di un tale risarcimento devono essere valutati dal giudic... _OMISSIS_ ...rametri analizzati nel paragrafo precedente.

Si dovrà, dunque, accertare, anzitutto che effettivamente si sia formato, a seguito dell’emanazione del permesso di costruire, un affidamento giuridicamente rilevante in capo al privato. Tale affidamento deve essere incolpevole; occorre, cioè, che il privato abbia confidato senza colpa sulla legittimità dell’atto autorizzatorio. Qualora, infatti, emerga in giudizio che egli era a conoscenza o utilizzando l’ordinaria diligenza avrebbe potuto avere notizia dell’illegittimità di un tale atto, non può ritenersi formato nessun affidamento all’interno della sua sfera giuridica soggettiva. Così come alcun affidamento può ritenersi formato qualora il proprietario sia stato a conoscenza ... _OMISSIS_ ...o sapere dell’esistenza anche solo di un elemento che costituisce chiaro indice di una possibile patologia invalidante del permesso di costruire.

Il giudice, nell’accertare il quantum del danno patrimoniale subito dal privato, dovrà poi tenere conto di tutte quelle spese dallo stesso effettuate a causa della sospensione dei lavori provocata dall’illegittimo provvedimento di revoca o di annullamento dell’atto autorizzatorio.

Si dovrà, quindi, procedere ad un’attenta analisi delle voci di danno riconducibili, in via diretta o indiretta, agli effetti di una tale sospensione, evitando gli opposti pericoli di un risarcimento superiore o inferiore all’effettivo pregiudizio subito, come detto nel precedente paragra... _OMISSIS_ ...LF| È possibile, inoltre, che tale sospensione provochi anche


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 20747 caratteri complessivi dell'articolo.

 Sono omessi dal presente articolo eventuali note ed altri contenuti reperibili nel prodotto

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo