La concessione del bene demaniale marittimo per finalità turistico-ricreative

DEMANIO E PATRIMONIO --> CONCESSIONE E AUTORIZZAZIONE --> CONCESSIONE DEMANIALE MARITTIMA --> TIPOLOGIE --> CONCESSIONE STAGIONALE

L’inerzia e l’omessa adozione di un provvedimento espresso sull’istanza di mantenimento delle strutture stagionali proposta dal concessionario costituisce un comportamento contra legem e l’obbligo di riscontro permane anche nel caso in cui – per l’intempestività della istanza – si sia proceduto allo smontaggio delle strutture.

In disparte la vicenda relativa alla normativa delle proroghe delle concessioni e alla sua inconciliabilità con la direttiva Bolkestein, l’incertezza normativa del settore delle concessioni demaniali marittime si ricollega in larga par... _OMISSIS_ ... relative allo smontaggio periodico delle strutture, sia in ragione della normativa vigente, sia in ragione delle diverse e a volte contrastanti pronunce giurisdizionali; in tal senso la norma di cui all’art. 1 comma 246, l. 1456/2018 potrebbe definirsi come assimilabile ad una misura di salvaguardia.

L’autorizzazione alla permanenza per l’intero anno delle strutture balneari è ipotesi eccezionale, in parte giustificata dal carattere comunque temporaneo delle concessioni demaniali, con la conseguenza che se nella valutazione dell’Amministrazione il pregio paesaggistico richiede che solo i manufatti amovibili possano essere ritenuti compatibili con il vincolo sussistente sull'area concessa, quando cessi l’esigenza stagionale che ne... _OMISSIS_ ...squo;istallazione, è del tutto coerente sotto il profilo logico ancora prima che giuridico che di tali manufatti si preveda la rimozione.

L’esistenza di un’autorizzazione al mantenimento di uno stabilimento balneare per il solo periodo estivo non implica che la stessa debba necessariamente essere concessa anche per il periodo invernale: risponde infatti ad un criterio tecnico del tutto logico, o comunque non irragionevole, che la valutazione dell’impatto paesaggistico di tale stabilimento abbia riguardo alla differenza dei contesti, estivo e invernale, nonché al fatto che la concessione per tale ultimo periodo (ovvero, secondo l’id quod plerumque accidit), si giustifica anche alla luce di un complessivo bilanciamento degli interess... _OMISSIS_ ...F|
Con la destagionalizzazione della gestione degli stabilimenti balneari, prevista dall’art. 2 della l.r. n. 15 del 2005, dall’art. 51 della l.r. n. 16 del 2017 e dall’art. 42, comma 4, della l.r. n. 3 del 2016, il legislatore regionale ha verosimilmente voluto incentivare l’attività turistica, sia dal lato dell’offerta che da quello della domanda, per un verso consentendo all’impresa di mantenere la struttura per tutto l’anno, per altro verso rendendo più “comoda” la fruizione del lido marino da parte dell’utenza.

I tempi tecnici necessari per ottenere un'autorizzazione stagionale (previa proposizione dell’azione giudiziaria avverso l’inerzia o il silenzio: azione necessaria, in... _OMISSIS_ ... della condotta inerte e/o dilatoria assunta dal Comune) possono dar luogo ad una situazione di patologico stallo che può riproporsi ogni anno, con conseguente “impossibilità strutturale” di ottenere, in tempo utile, il provvedimento richiesto. E’ evidente che in tale situazione - costituente un vero e proprio “circolo vizioso” - la c.d. “attualità” dell’interesse ad ottenere una pronunzia giurisdizionale che sancisca (pur se “ora per allora”) l’obbligo dell’Amministrazione di provvedere, permane e non viene meno (ma si cristallizza); e ciò in quanto una pronunzia di tal genere ben può assumere (e viene in concreto ad assumere) una funzione conformativa atta ad impedire che il ritardo amministrativo si r... _OMISSIS_ ...mente (con sistematica e permanente costanza) e divenga patologicamente cronico, nella intollerabile assenza di alcuna efficace risposta da parte dell’Ordinamento.

In conformità all’obbligo generale, introdotto dall’art.2 della L. n.241 del 1990, di concludere sempre il procedimento con un provvedimento espresso, l'amministrazione ha l’obbligo di provvedere tempestivamente - e cioè con anticipo rispetto all’inizio della stagione balneare - sull’istanza di concessione stagionale.

L’oggetto della concessione demaniale, che è un atto a effetti incrementativi, può essere distinto in due diverse situazioni giuridiche soggettive, rappresentate dal diritto di occupare l’area demaniale e dal diritto di uti... _OMISSIS_ ...;area demaniale: le due situazioni, oltre ad essere differenti sotto un profilo giuridico ed ontologico, possono espressamente differenziate nel provvedimento concessorio (ad esempio prevedendo che l'occupazione è permanente ma l'utilizzo è limitato ai periodi estivi).

Per le strutture realizzate sul suolo demaniale per l’esercizio del diritto d’uso che risultano essere dotate di una tendenziale stabilità manca la precarietà funzionale, cioè anche in caso di espressa previsione della concessione non sarebbe possibile procedere a una pronta rimozione della struttura.

E' illegittimo l'ordine di rimozione e sgombero disposto per occupazione del demanio marittimo nei mesi invernali se la concessione ha una durata limitata con riferimento... _OMISSIS_ ...o di uso, mentre l’occupazione non è temporalmente limitata ai soli mesi estivi.

Nell'atto di concessione demaniale marittima per stabilimento balneare può essere distinta la situazione dell’occupazione del bene demaniale, non limitata temporalmente dal Comune, e la situazione dell’uso del bene demaniale, al contrario limitata temporalmente ai mesi estivi. La distinzione in questione appare teleologicamente giustificabile (anche ai sensi dell’art. 1369 c.c., da ritenersi applicabile, secondo il preferibile orientamento, anche agli atti amministrativi ai sensi dell’art. 1324 c.c.), in considerazione del carattere delle strutture realizzate sul suolo demaniale per l’esercizio del diritto d’uso che risultano essere dotate... _OMISSIS_ ...iale stabilità.

La natura stagionale della attività determina come naturale conseguenza che l’interesse a contrastare la determinazione relativa al contributo di segreteria per il rilascio del permesso a costruire su beni demaniali di superficie superiore a 1000 mq in attuazione delle previsioni del D.L. n. 8 del 1993, art. 10 comma 10, sorga solo se e quando il titolare della concessione demaniale decida di impiantare lo stabilimento balneare.

Poiché l’installazione stagionale delle strutture balneari deve avvenire previa presentazione di una denunzia di inizio di attività, non può dubitarsi della competenza del comune in esito alla funzione di controllo della conformità dell’iniziativa rispetto a tutti gli atti presupposti, d... _OMISSIS_ ... senso non solo il rapporto che l’articolo 22 del d.P.R. 380/2001 pone tra la denunzia e l’autorizzazione paesaggistica, ma anche l’intestazione in capo al comune dei compiti di gestione del demanio marittimo.

In caso di decadenza dalla concessione demaniale marittima disposta per violazione dell'obbligo di rimuovere tutte le opere al termine, l'accertamento del vizio di disparità di trattamento rispetto ad altri concessionari che versavano nelle medesime condizioni presuppone la prova circa il fatto che le condizioni metereologhe relative alla stagio...


...continua.  Qui sono visibili 8000 su 19901 caratteri complessivi dell'articolo.

Il presente articolo è un'aggregazione di sintesi giurisprudenziali estrapolate da un nostro codice o repertorio. Il cliente può acquistare - quando superiore a una certa lunghezza - il semplice articolo così come appare in questa pagina, senza gli omissis e senza la limitazione quantitativa. Tuttavia, nel caso occorrano informazioni più complete, si invita ad acquistare il codice o repertorio, dove le sintesi qui visibili sono associate agli estremi e agli estratti originali delle sentenze a cui si riferiscono (vedasi il sampler del prodotto).

Acquista per soli 3,00 € l'articolo, che ti verrà inviato via mail e che potrai scaricarti dalla tua area privata nella sua interezza e senza omissis.

Acquista articolo