Carrello
Carrello vuoto



Opere e interventi ammissibili in fascia di rispetto cimiteriale


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL CIMITERO
anno:2017
pagine: 932 in formato A4, equivalenti a 1584 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> FASCE DI RISPETTO E DISTANZE LEGALI --> FASCE DI RISPETTO --> CIMITERIALE

È obbligo dell'amministrazione che rilevi una situazione di contrasto tra una determinata opera e il vincolo cimiteriale illustrare, da un lato, la situazione di fatto e, dall'altro, specificare le specifiche caratteristiche delle opere (quali, a titolo di esempio, la distanza rilevata e l'impatto sull'ambiente circostante) che hanno indotto a formulare il giudizio di incompatibilità, non essendo sufficiente il mero richiamo alle fonti normative di riferimento (art. 338 R.D. 1265/1934).

La fascia di rispetto cimiteriale va misurata dal muro di cinta del cimitero.

La fascia di rispetto cimiteriale prevista dall'art. 338 R.D. 1265/1934 persegue una triplice finalità: a) assicurare condizioni di igiene e di salubrità mediante la conservazione di una "cintura sanitaria" intorno allo stesso cimitero, b) garantire la tranquillità e il decoro ai luoghi di sepoltura, c) consentire futuri ampliamenti del cimitero. Tali ragioni non sussistono più qualora il cimitero sia stato formalmente soppresso con delibera del consiglio comunale, le inumazioni non siano pi&ugrav... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...te e siano state autorizzate altre nuove costruzioni.

Il vincolo di rispetto cimiteriale, riguarda non solo i centri abitati, ma anche i fabbricati sparsi.

Negli interventi urbanistici che ai sensi del quinto comma dell'art. 338 t.u.l.s. (R.D. 1265/1934) consentono ai Comuni di derogare alla fascia di rispetto non può farsi rientrare la previsione di edificabilità generalizzata sottesa all'approvazione di un piano di riqualificazione della viabilità.

A fronte della domanda di sanatoria relativa alla costruzione sita all'interno di una fascia di rispetto cimiteriale, l'Amministrazione è tenuta a valutare se tale opera possa aggravare il peso insediativo dell'area con la realizzazione di volumi edilizi tali da considerarsi nuove costruzioni.

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> FASCE DI RISPETTO E DISTANZE LEGALI --> FASCE DI RISPETTO --> CIMITERIALE --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA


L'art. 338 R.D. 1265/1934 vieta l'edificazione, nella fascia di duecento metri dal muro di cinta dei cimiteri, di manufatti che possono essere qualificati come costruzioni edilizie: quindi l'installazione di un impianto di telefonia mobile che - per le proprie caratter... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...on può in alcun modo essere classificato come un manufatto edilizio non è incompatibile con il vincolo cimiteriale.

Le stazioni radio base sono opere di urbanizzazione primaria, compatibili con qualsiasi zonizzazione prevista dagli strumenti urbanistici vigenti, e dunque possono essere installate anche in zona di rispetto cimiteriale, tenuto anche conto che non ledono gli interessi dei quali il vincolo di inedificabilità persegue la tutela.

Nelle aree sottoposte a vincolo cimiteriale non sono ammessi gli interventi di edilizia c.d. 'libera', ostandovi la previsione di cui al comma 1 dell'articolo 6 del d.P.R. 380 del 2001 il quale fa in ogni caso salve le preclusioni rinvenienti "[da] altre normative di settore aventi incidenza sulla disciplina dell'attività edilizia (…)".

La modifica parziale o totale di un edificio preesistente, con creazione di un organismo edilizio oggettivamente diverso dal precedente, rientra nel concetto di "nuova costruzione", la quale, rispetto al vincolo assoluto di inedificabilità all'interno della fascia di rispetto cimiteriale posto dall'art. 338 del T.U. n. 1265/1934, non è suscettibile di sanatoria.

Il divieto di edificare nella fascia di r... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...iteriale non opera nei confronti di un impianto di telefonia mobile che non può essere classificato come costruzione edilizia.

Il vincolo di rispetto cimiteriale riguarda quelle costruzioni incompatibili con la funzione cimiteriale, in quanto destinate ad ospitare stabilmente l'uomo ( abitazioni, alberghi, ospedali, scuole, etc.) e non le opere prive invece di tale funzione, specie se di carattere viario.

L'asserito contrasto con previsioni di P.R.G., secondo i rilievi cartografici, non può implicare l'illegittimità del progetto di ampliamento cimiteriale, quando non sia contestato che il suolo privato ricada nella fascia assoggettata al vincolo cimiteriale, di tal che, e in ogni caso, risulti affatto prevalente il vincolo legale, e si ponga non già l'esigenza di una variante urbanistica ma, semmai, di adeguamento delle previsioni grafiche se e in quanto erronee, confuse, contrastanti con il sovraordinato limite legale.

Le stazioni radio base, in quanto opere di urbanizzazione primaria, oltre ad essere compatibili con qualsiasi zonizzazione prevista dagli strumenti urbanistici vigenti, possono essere installate anche in zona di rispetto cimiteriale, atteso anche il fatto che rispetto a tali installazioni no... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o i problemi relativi alla tutela delle esigenze a cui è preordinato l'art. 338 R.D. 1265/1934.

Il vincolo cimiteriale deve essere osservato anche nelle fattispecie di riedificazione di edifici preesistenti e distrutti antecedentemente alla data imposizione del vincolo.

Non è incompatibile con la ratio della fascia di rispetto cimiteriale l'esposizione di vetture a cielo aperto, in quanto la semplice allocazione di automobili su un terreno a cielo aperto non può qualificarsi come costruzione edilizia o come opera incompatibile con la sacralità del luogo, essendo semplicemente la modalità di espletamento di un'attività commerciale.

La preesistenza della fascia di rispetto cimiteriale, costituente vincolo di inedificabilità assoluta, è incompatibile con qualsiasi ampliamento della civile abitazione, indipendentemente dalla maggiore o minore consistenza dell'intervento edilizio.

Il vincolo cimiteriale riguarda anche gli edifici sparsi utilizzati per il ricovero di attrezzi agricoli o aventi destinazione diversa da quella abitativa, ponendosi persino rispetto ad essi l'esigenza, perseguita dall'art. 338, comma 1, del R.D. n. 1265/1934, di salvaguardare la salubrit&agra... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...a e di consentire futuri ampliamenti del cimitero.

VINCOLI URBANISTICI ED EDIFICABILITÀ --> FASCE DI RISPETTO E DISTANZE LEGALI --> FASCE DI RISPETTO --> CIMITERIALE --> RIMOZIONE

Il vincolo cimiteriale determina una situazione di inedificabilità ex lege, suscettibile di venire rimossa solo in ipotesi eccezionali e comunque solo per considerazioni di interesse pubblico, in presenza delle condizioni specificate nell'art. 338, quarto comma del regio decreto n. 27 luglio 1034, n. 1265 (c.d. 'Testo unico delle leggi sanitarie'); ma non per interessi privati, come ad esempio per legittimare ex post realizzazioni edilizie abusive di privati, o comunque interventi edilizi futuri, su un'area a tal fine indisponibile per ragioni di ordine igienico-sanitario, nonché per la sacralità dei luoghi di sepoltura, salve ulteriori esigenze di mantenimento di un'area di possibile espansione della cinta cimiteriale.

Il procedimento attivabile dai singoli proprietari all'interno della fascia di rispetto cimiteriale è in ogni caso soltanto quello finalizzato agli interventi di cui all'articolo 338, settimo comma, del Testo unico delle leggi sanitarie (recupero o cambio di destinazione d'uso di edificazioni pre... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... mentre resta attivabile nel solo interesse pubblico la procedura di riduzione della fascia inedificabile in questione.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI