Carrello
Carrello vuoto



Ammissibilità dell'imposizione contemporanea della TOSAP/COSAP e dell'imposta sulla pubblicità


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DI COSAP E TOSAP
anno:2018
pagine: 285 in formato A4, equivalenti a 484 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 20,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TRIBUTI --> TOSAP --> RAPPORTO CON L'IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ

La diversità dei presupposti rende cumulabili i tributi alternativi ICP/CIMP, da un lato, e i prelievi TOSAP/COSAP, dall'altro: del resto, la disciplina legislativa nell'ipotesi di occupazione di beni pubblici a fini pubblicitari - espressamente non esclude che la TOSAP o il COSAP si cumulino con l'imposta sulla pubblicità (D.Lgs. n. 507 del 1993, art. 9, comma 7; comma modificato dalla L. 23 dicembre 2000, n. 388, art. 145, comma 55) e prevede, anzi, che la tariffa del CIMP sia "comprensiva" della TOSAP o del COSAP (D.Lgs. n. 446 del 1997, art. 62, comma 2, lett. d; lettera modificata dalla L. 28 dicembre 2001, n. 448, art. 10, comma 5, lett. b).

A norma del D.Lgs. n. 507 del 1993, art. 9, comma 7, in caso di pubblicità effettuata su impianti installati su beni appartenenti o dati in godimento al comune, l'applicazione dell'imposta sulla pubblicità non esclude quella della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche nonché il pagamento di canoni di locazione o di concessione.

La giurisprudenza che esclude la sottoposizione alla TOSAP per gli impianti pubblicitari soggetti a imposta di pubblicità non da ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ineludibile dato testuale del D.Lgs. n. 507 del 1993, art. 9, comma 7.

La contemporanea soggezione a TOSAP ed imposta sulla pubblicità non integra un'ipotesi di vietata doppia imposizione, in quanto l'imposta comunale sulla pubblicità ha oggetto diverso dalla tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche.

L'indirizzo della Suprema Corte secondo il quale l'imposta sulla pubblicità assorbirebbe e ricomprenderebbe anche la tassa per l'occupazione del suolo pubblico non sembra tenere in debito conto il disposto del D.Lgs. n. 507 del 1993, art. 9, comma 7, a tenore del quale, qualora la pubblicità sia effettuata su impianti installati su beni appartenenti o dati in godimento al comune, l'applicazione dell'imposta sulla pubblicità non esclude quella della tassa per l'occupazione di spazi ed aree pubbliche.

L'imposta comunale sulla pubblicità non è speciale rispetto alla TOSAP e ciò consente l'applicazione di entrambi i tributi, nella specifica ipotesi in cui gli impianti pubblicitari siano installati su beni appartenenti o concessi in godimento ad enti territoriali.

DEMANIO E PATRIMONIO --> COSAP --> RAPPORTO CON L'IMPOSTA SULLA PUBBLICITÀ

... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ste alcuna alternatività tra l'imposta sulla pubblicità ed il canone Osap.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI