Carrello
Carrello vuoto



Determinazione della base imponibile delle imposte ipotecaria e catastale


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:IL CODICE DEL CATASTO
anno:2017
pagine: 2292 in formato A4, equivalenti a 3896 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 40,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TRIBUTI --> IMPOSTA IPOTECARIA E CATASTALE --> AGEVOLAZIONI --> PIANI PARTICOLAREGGIATI

Le agevolazioni di cui all'art. 33, comma 3, legge 23 dicembre 2000, n. 388 devono ritenersi applicabili tutte le volte in cui l'immobile si trovi in un'area soggetta ad uno strumento urbanistico che consenta, ai fini della edificabilità, gli stessi risultati del piano particolareggiato, non rilevando che si tratti di uno strumento di programmazione secondaria e non uno strumento attuativo.

Le agevolazioni fiscali di cui alla L. 23 dicembre 2000, n. 388, art. 33, comma 3 si applicano a seguito della sottoscrizione della convenzione sempre che l'utilizzazione edificatoria dell'area avvenga entro cinque anni dal trasferimento.

TRIBUTI --> IMPOSTA IPOTECARIA E CATASTALE --> ESENZIONI

L'esenzione dall'imposta catastale per le sole volture eseguite nell'interesse dello Stato, ma non per quelle degli enti locali non può comportare, sotto alcun profilo, la compromissione dell'autonomia degli enti territoriali, perché trova giustificazione proprio nella rilevata peculiare posizione dello Stato, in quanto non equiparabile agli altri soggetti istituzionali che compongono l'ordinamento repubblicano, e si armon... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... tale aspetto, con le analoghe esenzioni previste per lo Stato stesso dalle imposte ipotecaria, di registro e di bollo.

TRIBUTI --> IMPOSTA IPOTECARIA E CATASTALE --> IMPONIBILE

Nella determinazione della base imponibile delle imposte ipotecaria e catastale, l'attribuzione, prescritta dagli artt. 2 e 10 d. lgs. 347/1999 dello stesso valore assegnato ai fini dell'imposta di registro va intesa senza prescindere dalla diversità di oggetto propria di ogni singola imposta.

TRIBUTI --> IMPOSTA IPOTECARIA E CATASTALE --> IMPONIBILE --> CONFERIMENTI A SOCIETÀ

In caso di conferimenti immobiliari in società la base imponibile delle imposte ipotecaria e catastale va determinata tenendo conto del valore degli immobili in sé considerati, restando preclusa la detrazione dal valore degli immobili degli oneri e delle passività, come il mutuo garantito da ipoteca gravante sull'immobile conferito, accollato alla conferitaria, senza che possa pertanto trovare applicazione lo specifico criterio indicato, per l'imposta di registro, dall'art. 50, co. 3, D.P.R. 131/1986.

TRIBUTI --> IMPOSTA IPOTECARIA E CATASTALE --> IMPONIBILE --> IMMOBILI DI INTERESSE STORICO
<... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...orme agevolative per i possessori degli immobili di cui alla legge 1089/1939 sono di stretta interpretazione e quindi non estensibili ai casi non espressamente previsti: pertanto, l'art. 11, co. 2, legge 413/1991 si applica alle sole imposte sui redditi e non può essere esteso alle imposte indirette.

L'art. 7 legge 488/1999 non ha modificato la disciplina delle imposte ipotecarie e catastali per i trasferimenti di immobili riconosciuti di interesse storico, che pertanto continua ad applicarsi in misura proporzionale e non fissa.

Il riferimento - contenuto nell'art. 1, nota 1, della tariffa allegata al D. Lgs. n. 346/1990 - al quarto e quinto periodo dell'art. 1, co. 1, della tariffa 1^ allegata al D.P.R. n. 131/1986, integra un'ipotesi di rinvio fisso o statico, tale cioè che il contenuto della norma richiamante non è influenzato dalle vicende modificative della norma richiamata: pertanto, anche dopo le modifiche introdotte dall'art. 7 legge 488/1999 l'atto di trasferimento di immobili di interesse storico, artistico ed architettonico resta soggetto all'imposta ipotecaria e catastale in misura proporzionale.

TRIBUTI --> IMPOSTA IPOTECARIA E CATASTALE --> IMPONIBILE --> PASSIVITÀ

In t... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ste catastali e ipotecarie, il D.Lgs. 31 ottobre 1990, n. 347, art. 2, comma 1, secondo cui l'imposta proporzionale dovuta sulle trascrizioni è commisurata alla base imponibile determinata ai fini dell'imposta di registro o dell'imposta sulle successioni e donazioni, va inteso nel senso dell'idoneità del solo valore in sé (cioè del valore in re) dei beni immobili e ciò comporta che il valore degli immobili va determinato senza tenere conto delle passività che non siano strettamente inerenti.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI