Carrello
Carrello vuoto



Titolo edilizio per l'esecuzione di tettoie

Gli interventi consistenti nell'installazione di tettoie o di altre strutture analoghe che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi possono ritenersi sottratti al regime del permesso di costruire soltanto ove la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendono evidente e riconoscibile la loro finalità di arredo o di riparo e protezione (anche da agenti atmosferici) dell'immobile cui accedono.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:TITOLO EDILIZIO
anno:2016
pagine: 3122 in formato A4, equivalenti a 5307 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


La realizzazione di opere quali una tettoia e una scala di collegamento tra due terrazzi di un appartamento necessitano del permesso di costruire edilizio, in quanto, pur avendo carattere pertinenziale rispetto all'immobile cui accedono, sono idonee ad incidere sull'assetto edilizio preesistente e determinano una situazione di stabilità tale da rendere qualificabile come nuova costruzione il relativo intervento edilizio.

La tettoia ha un'autonomia solo civilisticamente pertinenziale, ma non individuale e funzionale, entrando a far parte integrante di una costruzione preesistente, a guisa di opera nuova, la cui realizzazione comporta una trasformazione del territorio e dell'assetto edilizio anteriore, sì che la stessa arreca un proprio impatto volumetrico e, se priva di connotati di precarietà, è destinata a soddisfare esigenze non già temporanee e contingenti, ma durevoli nel tempo, con conseguente incremento del godimento dell'immobile cui inerisce e del relativo carico urbanistico; quando, dunque, carente del titolo abilitativo, una simile opera edilizia si presenta meritevole della sanzione demolitoria.

È legittima l'ingiunzione di demolizione di tettoie che risultano suscettibili di a... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lizzazione rispetto all'edificio principale e presentano dimensioni significative, tali da incidere in maniera permanente sull'assetto del territorio: la loro realizzazione infatti avrebbe necessitato del permesso di costruire, l'assenza del quale giustifica l'applicazione della sanzione di cui all'art. 31 del D.P.R. 6 giugno 2001, n. 380.

Poiché determinano aumento di volume e superfici le chiusure di patii (così da ricavare ulteriori ed ampi vani abitabili, non qualificabili come volumi tecnici in assenza di prova circa l'impossibilità di allocare impianti tecnici all'interno della parte preesistente del fabbricato) e la realizzazione di una grande tettoia (come tale avente incidenza urbanistica e non qualificabile come pertinenza, stante anche l'assenza di autonomia rispetto al resto dell'edificio), essi necessitano del previo rilascio di un permesso di costruire.

Non è possibile inquadrare tra le opere di edilizia libera e richiede dunque il titolo edilizio l'intervento consistente nell'installazione mediante ancoraggio stabile e fisso al suolo di una struttura in alluminio anodizzato laccato bianco fissata al muro e ancorata al pavimento tramite viti, su cui scorre una tenda retrattile in PVC per la copertura ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o sottostante.

Integra il reato previsto dal D.P.R. n. 380 del 2001, art. 44, lett. b) la realizzazione, senza il preventivo rilascio del permesso di costruire, di una tettoia di copertura che, non rientrando nella nozione tecnico-giuridica di pertinenza per la mancanza di una propria individualità fisica e strutturale, costituisce parte integrante dell'edificio sul quale viene realizzata.

Gli interventi consistenti nell'installazione di tettoie o di altre strutture che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi (cioè non compresi entro coperture volumetriche previste in un progetto assentito) possono ritenersi sottratti al regime del permesso di costruire soltanto e nei limiti in cui la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendano evidente e riconoscibile la loro finalità di arredo o di riparo e protezione (anche da agenti atmosferici) dell'immobile cui accedono; invece tali strutture non possono ritenersi installabili senza permesso di costruire allorquando abbiano dimensioni tali da arrecare una visibile alterazione del prospetto e della sagoma dell'edificio.

La tettoia di ridotte dimensioni, realizza... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ..."innocenti" e copertura in lamiera grecata e ubicata a ridosso di una delle pareti del locale garage, in corrispondenza di una finestra, è sottratta al permesso di costruire, in quanto la sua conformazione e le sue ridotte dimensioni ne rendano evidente e riconoscibile la finalità di arredo o di riparo e protezione dell'immobile cui accedono.

Non è necessario acquisire il permesso di costruire per realizzare una tettoia di modesta dimensione, che non realizza uno sviluppo della cubatura, né un volume superiore al venti per cento del volume dell'edificio su cui si appoggia.

La natura pertinenziale delle tettoie non esclude l'abusività delle stesse laddove accedano ad un edificio principale abusivo.

La realizzazione di tettoie in legno, ovvero di strutture aperte sui lati, necessita di permesso di costruire in quanto essa incide sull'assetto edilizio preesistente; incisione particolarmente significativa ove la tettoia insista su un territorio vincolato.

La realizzazione di una tettoia, nella misura in cui realizza l'inserimento di nuovi elementi ed impianti, resta subordinata al regime del permesso di costruire, ai sensi dell'articolo 10, comma primo, l... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...del D.P.R. 380/2001 laddove comporti una modifica della sagoma o del prospetto del fabbricato cui inerisce.

Quando una tettoia sia di consistenza oggettivamente notevole e quindi tale, ex se, da alterare in modo significativo l'assetto del territorio, essa, quand'anche si trovi in rapporto con altro bene (cd. principale), e sia in potenza facilmente smontabile, si sottrae per ciò stesso ad una definizione in termini di pertinenza, e reclama, all'opposto, il rilascio di un apposito e adeguato titolo concessorio.

La realizzazione di una tettoia è soggetta a concessione edilizia ai sensi dell'art. 1, l. 28 gennaio 1977 n. 10, in quanto essa, pur avendo carattere pertinenziale rispetto all'immobile cui accede, incide sull'assetto edilizio preesistente; incisione particolarmente significativa ove la tettoia insista su un territorio vincolato.

Necessitano del permesso di costruire i manufatti consistenti in tettoie destinate a ricovero di animali, fienile e rimessa mezzi agricoli.

Le tettoie o altre strutture che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi non possono ritenersi installabili senza per... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...struire allorquando le loro dimensioni siano di entità tale da arrecare una visibile alterazione all'edificio o alle parti dello stesso su cui vengono inserite; quando, quindi, per la loro consistenza dimensionale non possono più ritenersi assorbite, ovvero ricomprese in ragione della accessorietà, nell'edificio principale o della parte dello stesso cui accedono.

L'apposizione di pannellature alle tettoie fa sì che esse siano qualificabili come nuove volumetrie, bisognevoli del permesso di costruire: in edilizia, infatti, il presupposto per l'esistenza di un volume è costituito dalla costruzione di almeno un piano di base e due superfici verticali contigue, così da ottenere una superficie chiusa su un minimo di tre lati.

Gli interventi consistenti nella installazione di tettoie o di altre strutture che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi, cioè non compresi entro coperture volumetriche previste in un progetto assentito, possono ritenersi sottratti al regime del permesso di costruire soltanto ove la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendano evidente e riconoscibile la loro finalità d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...di riparo e protezione (anche da agenti atmosferici) dell'immobile cui accedono.

È illegittima l'ordinanza di demolizione avente ad oggetto una tettoia ricoperta in cannucciato e sostenuta da pali di legno che per la sua destinazione e i modesti volumi realizzati integra una pertinenza urbanistica.

La costruzione di una struttura metallica tamponata su due lati con muratura e cemento e copertura in lamiera comporta la necessità del permesso di costruire qualora stabilmente infissa al terreno ed anche se aperta sui quattro lati.

La tettoia realizzata per soddisfare esigenze aziendali di carattere permanente non può qualificarsi come opera precaria con conseguente necessità del previo rilascio del permesso di costruire.

Gli interventi consistenti nella installazione di tettoie o di altre strutture analoghe che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi sono sottratti al regime del permesso di costruire soltanto ove la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendono evidente e riconoscibile la loro finalità di arredo o di riparo e protezione dell'immobile cui accedono.

[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...lazione di tende e ombrelloni e di una copertura in cannicciato ancorate al suolo al fine di riparare gli operai di un'officina e i macchinari dal sole e dalle intemperie è sottoposta a permesso di costruire, in quanto rappresenta una trasformazione non precaria del territorio idonea ad incidere sul carico urbanistico.

Le tettoie o altre simili strutture di riparo e protezione di spazi liberi, possono ritenersi liberamente edificabili solo qualora la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendano evidente e riconoscibile la loro finalità di arredo, riparo o protezione, anche da agenti atmosferici, e quando, non presentino carattere di autonoma utilizzabilità.

La costruzione di una tettoia necessita della concessione edilizia in quanto essa, anche se costituisce pertinenza dell'immobile, incide sulla costruzione preesistente. La nozione di costruzione, ai fini del rilascio della concessione edilizia, si configura in presenza di opere che attuino una trasformazione urbanistico-edilizia del territorio, con perdurante modifica dello stato dei luoghi, a prescindere dal fatto che essa avvenga mediante realizzazione di opere murarie. A ciò deve peraltro aggiungersi che una tettoia collegata al muro ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...cio preesistente non può essere considerata in senso proprio pertinenza, in quanto fa corpo con la cosa principale a cui aderisce, di cui modifica la sagoma e comporta ampliamento, creando nuova volumetria.

La tettoia - stabilmente ancorata al muro perimetrale dell'immobile e di dimensioni non esigue – che dà luogo ad una modificazione della sagoma e del prospetto dell'edificio postula il previo rilascio di titolo abilitativo espresso.

È illegittimo l'ordine di demolizione di un manufatto a copertura di un impianto tecnologico, che, se abusivo, va sanzionato con la sanzione pecuniaria di cui all'art. 37 D.P.R. 380/2001.

La realizzazione di una tettoia è soggetta a concessione edilizia poiché, pur potendo avere carattere pertinenziale rispetto all'immobile cui accede, incide sull'assetto edilizio preesistente.

La tamponatura di pensiline e tettoie preesistenti, anche per volumi molto inferiori al presente, costituisce nuova superficie e giustifica la sanzione della demolizione.

Qualora un soggetto abbia tamponato una preesistente pensilina autorizzata con d.i.a. senza aver ottenuto il permesso di costruire, va ordinata la rimozione soltanto dell... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...ra, non dell'intero manufatto.

Le tettoie destinate a sola protezione di impianti tecnici prive di pareti verticali sono assoggettate a d.i.a..

La pensilina di ampie dimensioni e stabilmente ancorata al fabbricato, non può, essere considerata di natura pertinenziale, ma dà luogo ad una modificazione della sagoma e del prospetto dell'edificio che richiede il rilascio del titolo abilitativo espresso.

È necessario il permesso di costruire per la costruzione di una tettoia stabilmente infissa al suolo e chiusa da un lato da un muro divisorio.

Non ha carattere di opera precaria la tettoia realizzata per soddisfare esigenze aziendali di carattere permanente, che necessita di permesso di costruire.

È necessario il permesso di costruire per la tettoia di rilevanti dimensioni, stabilmente ancorata al fabbricato sul quale insiste, che, per le sue caratteristiche, comporta un indubbio carico urbanistico e paesaggistico, anche in considerazione del vincolo che grava sulla zona.

La pensilina costituita da travi in ferro con copertura in materiale plastico, per estensione e inamovibilità, si presenta come opera permanente comportante una modi... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...rritorio, abbisognevole pertanto di concessione edilizia.

La realizzazione di una tettoia presuppone il rilascio del permesso di costruire.

Gli interventi consistenti nell'installazione di tettoie o di altre strutture che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi, cioè non compresi entro coperture volumetriche previste in un progetto assentito, possono ritenersi sottratti al regime del permesso di costruire soltanto ove la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendono evidente e riconoscibile la loro finalità di semplice decoro o arredo o di riparo e protezione (anche da agenti atmosferici) della parte dell'immobile cui accedono.

Non possono ritenersi installabili senza permesso di costruire le tettoie di dimensioni di entità tale da arrecare una visibile alterazione all'edificio o alle parti dello stesso su cui vengono inserite, cioè quelle che per la loro consistenza dimensionale non possono più ritenersi assorbite, ovvero ricomprese in ragione dell'accessorietà, nell'edificio principale o nella parte dello stesso cui accedono.

Gli interventi consistenti nella instal... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...tettoie o di altre strutture che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi, cioè non compresi entro coperture volumetriche previste in un progetto assentito, possono ritenersi sottratti al regime del permesso di costruire soltanto ove la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendono evidente e riconoscibile la loro finalità di arredo o di riparo e protezione (anche da agenti atmosferici) dell'immobile cui accedono.

Gli interventi consistenti nella installazione di tettoie o di altre strutture che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi richiedono il preventivo rilascio del permesso di costruire allorquando le loro dimensioni sono di entità tale da arrecare una visibile alterazione all'edificio o alle parti dello stesso su cui vengono inserite, ossia quando, per la loro consistenza dimensionale non possono più ritenersi assorbite, ovvero ricomprese in ragione della accessorietà, nell'edificio principale o della parte dello stesso cui accedono.

Le tettoie non possono ritenersi installabili senza permesso di costruire allorqua... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... dimensioni tali da arrecare una visibile alterazione del prospetto dell'edificio.

La tettoia di rilevanti dimensioni chiusa su due lati in ondulato plastico semitrasparente destinata a ricovero animali richiede il permesso di costruire.

Necessita di permesso di costruire un ampliamento realizzato mediante una struttura in legno infissa stabilmente su muratura.

La realizzazione sul lastrico solare di un immobile di un manufatto con copertura in lamiere coibentate e struttura portante in profilati di ferro necessita di permesso di costruire.

La tettoia costituisce nuova costruzione che necessita di permesso di costruire tenuto conto che nella nozione di sagoma rientra anche lo sviluppo in altezza dell'immobile.

Una tettoia realizzata sul terrazzo di un fabbricato, in quanto struttura stabilmente ancorata al pavimento e destinata a soddisfare non una esigenza temporanea e contingente, ma prolungata nel tempo, è priva del carattere della precarietà ed amovibilità ed è quindi assoggettata al regime del permesso di costruire, dal momento che comporta una rilevante modifica dell'assetto edilizio preesistente.

La tettoia è realizzabile... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...messo di costruire in quanto comporti una modifica della sagoma o del prospetto del fabbricato cui inerisce.

Se la nuova copertura del berceau risulta assimilabile a un vero e proprio solaio e i rampicanti hanno una funzione puramente ornamentale, si tratta di un nuovo locale coperto, come tale non più qualificabile né come berceau né come semplice pertinenza dell'edificio e come tale eccedente rispetto ai limiti della dia.

Gli interventi consistenti nella installazione di tettoie o di altre strutture, che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi, cioè non compresi entro coperture volumetriche previste in un progetto assentito, non possono ritenersi installabili senza permesso di costruire allorquando le loro dimensioni sono di entità tale da arrecare una visibile alterazione all'edificio o alle parti dello stesso su cui vengono inserite; quando cioè per la loro consistenza dimensionale non possono più ritenersi assorbite, ovvero ricomprese in ragione della accessorietà, nell'edificio principale o della parte dello stesso cui accedono.

Gli interventi consistenti nella installazione di tett... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...sono ritenersi sottratti al regime del permesso di costruire soltanto ove la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendono evidente e riconoscibile la loro finalità di semplice decoro o arredo o di riparo e protezione (anche da agenti atmosferici) della parte dell'immobile cui accedono. Tali strutture non possono viceversa ritenersi installabili senza permesso di costruire allorquando per la loro consistenza dimensionale non possono più ritenersi assorbite, ovvero ricomprese in ragione della accessorietà, nell'edificio principale o nella parte dello stesso cui accedono.

Le tettoie sono da considerare soggette a permesso di costruire quando, per le loro consistenti dimensioni, arrecano una visibile alterazione all'edificio o alle parti in cui vengono inserite, non avendo quindi più carattere accessorio dell'edificio principale.

La costruzione di una tettoia necessita di permesso di costruire.

In presenza di determinate caratteristiche strutturali e dimensionali, la tettoia può costituire una vera e propria costruzione, per la cui realizzazione è obbligatorio il rilascio del permesso di costruire.

La tettoia costituisce un volume edilizio a tu... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...etti: pertanto esso deve essere preceduto o da un permesso di costruire o da una d.i.a., in mancanza dei quali deve esserne ordinata la demolizione ex art. 33, co. 6-bis, D.P.R. 380/2001.

La realizzazione di una tettoia è soggetta a concessione edilizia ai sensi dell'art. 1, L. 28 gennaio 1977 n. 10, in quanto essa, pur avendo carattere pertinenziale rispetto all'immobile cui accede, incide sull'assetto edilizio preesistente.

È necessario il permesso di costruire per la realizzazione di una tettoia stabilmente infissa nel terreno, la quale, costituendo "nuova costruzione" di un "manufatto edilizio fuori terra" ai sensi degli art. 3, comma 1, lett. e) e 10, comma 1, lett. a) d.P.R. 380/2001, non ha carattere meramente pertinenziale.

Manufatti del genere di tettoie, depositi di materiali, baracche, pollai e simili incidono in modo permanente sullo stato dei luoghi, sono infissi al suolo e destinati ad uso prolungato nel tempo e, pertanto, necessitano della concessione edilizia.

La tettoia realizzata sul terrazzo di un fabbricato, in quanto struttura stabilmente ancorata al pavimento e destinata a soddisfare non una esigenza temporanea e contingente, ma prolunga... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...o, è priva del carattere della precarietà ed amovibilità ed è quindi assoggettata al regime del permesso di costruire, dal momento che comporta una rilevante modifica dell'assetto edilizio preesistente.

La chiusura totale di una tettoia non rientra tra le opere per cui è possibile il ricorso alla procedura semplificata prevista dall'art. 20 L.R. Sicilia 4/2003.

La realizzazione di una tettoia aperta sui tre lati non necessita di permesso di costruire, essendo sufficiente soltanto la D.I.A..

Gli interventi consistenti nella installazione di tettoie o di altre strutture che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi, cioè non compresi entro coperture volumetriche previste in un progetto assentito, possono ritenersi sottratti al regime del permesso di costruire soltanto ove la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendono evidente e riconoscibile la loro finalità di semplice decoro o arredo o di riparo e protezione (anche da agenti atmosferici) della parte dell'immobile cui accedono.

Le tettoie e le altre strutture che siano apposte a parti di preesistenti ed... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi non possono ritenersi installabili senza permesso di costruire allorquando le loro dimensioni siano di entità tale da arrecare una visibile alterazione all'edificio o alle parti dello stesso su cui vengono inserite.

La realizzazione di una tettoia ancorata al suolo costituisce opera idonea ad alterare lo stato dei luoghi e a trasformare il territorio permanentemente e perciò richiede il rilascio di un permesso di costruire.

Anche la realizzazione di una mera tettoia può costituire una vera e propria costruzione in relazione alle dimensioni ed ai materiali utilizzati e come tale, in siffatte ipotesi, deve essere soggetta al permesso di costruire.

Le tettoie non possono essere installate senza permesso di costruire allorquando le loro dimensioni sono di entità tale da arrecare una visibile alterazione all'edificio o alle parti dello stesso su cui vengono inserite.

L'installazione di tettoie o di altre strutture che siano comunque apposte a parti di preesistenti edifici come strutture accessorie di protezione o di riparo di spazi liberi, cioè non compresi entro coperture volumetriche previste in un ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...sentito, non richiedono il titolo abilitativo soltanto se la loro conformazione e le loro ridotte dimensioni rendono evidente e riconoscibile la loro finalità di arredo o di riparo e protezione dell'immobile cui accedono.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI