Carrello
Carrello vuoto



Titolo edilizio per opere su suolo pubblico

L’edificazione, anche sul suolo demaniale, deve sempre avvenire in conformità agli strumenti urbanistici predisposti dalla competente autorità locale e resta subordinata al previo rilascio della concessione edilizia nonché all’osservanza delle eventuali condizioni imposte con l’atto concessorio.

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:TITOLO EDILIZIO
anno:2016
pagine: 3122 in formato A4, equivalenti a 5307 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


La collocazione sull'arenile di un manufatto leggero ancorché stabile richiede il preventivo rilascio del titolo edilizio.

La pedana per gli arredi esterni di un locale ove, per le sue caratteristiche, non risulta finalizzata a soddisfare esigenze meramente temporanee, comporta una trasformazione di tipo permanente del suolo su cui poggia ed assume rilievo dal punto di vista edilizio.

Non si possono rilasciare concessioni edilizie, che consentano l'occupazione o il perdurare dell'occupazione di suolo pubblico, senza che sussista un titolo che giustifichi l'occupazione stessa.

La passerella di notevole lunghezza (nella specie 400 metri) che aggetta su di un canale realizza una significativa trasformazione dell'assetto del territorio demaniale e richiede in quanto tale il permesso di costruire.

Richiede il permesso di costruire l'intervento consistente nella posa in opera di tendone plastificato poggiante su pali in ferro infissi nel terreno e nella costruzione di un bancone in muratura uso bar da realizzarsi su area demaniale, in quanto trattasi di opere permanenti poste a servizio durevole dell'attività commerciale, ancorché quest'ultima a carattere stagionale.

L'edificazione, anche su... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...aniale, deve sempre avvenire in conformità agli strumenti urbanistici predisposti dalla competente autorità locale e resta subordinata al previo rilascio della concessione edilizia nonché all'osservanza delle eventuali condizioni imposte con l'atto concessorio.

L'esecuzione di opere edilizie non del tutto precarie su suolo del demanio marittimo richiede il rilascio della preventiva concessione edilizia da parte del Sindaco, in quanto la concessione della Capitaneria di porto è necessaria solo per l'utilizzazione dell'area demaniale e non costituisce titolo idoneo per l'edificazione.

La natura dei materiali usati per la realizzazione di docce sul litorale e la facile rimuovibilità delle stesse, unitamente all'uso stagionale di tali strutture, inducono a ritenere le stesse non soggette a permesso di costruire: si tratta infatti di manufatti precari e non idonei, come tali, a produrre una stabile modificazione del territorio.

In forza dell'art. 109 della l.r. Friuli Venezia Giulia n. 52 del 1991, i manufatti costruiti su suolo pubblico sono assoggettati a concessione edilizia, a prescindere dalla loro tipologia e dalla loro consistenza.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI