Carrello
Carrello vuoto



Perfezionamento del titolo edilizio

 PROFILI GENERALI
 DEFINIZIONE PARZIALE
 NON RECETTIZIO
 NOTIFICA
 RECETTIZIO

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:TITOLO EDILIZIO
anno:2016
pagine: 3122 in formato A4, equivalenti a 5307 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TITOLO EDILIZIO --> perfezionamento

La mera comunicazione con la quale il responsabile del procedimento partecipa la sussistenza del parere favorevole in ordine al richiesto permesso del titolo abilitativo, ancorché accompagnata dalla quantificazione degli oneri a corrispondersi, non coincide con il formale momento perfezionativo del titolo edilizio che postula la rituale conclusione del relativo procedimento.

Ai fini del risarcimento del danno da ritardo, sussiste la ingiustificata violazione dell'art. 31, comma 5, della legge 17 agosto 1942, n. 1150 (se applicabile ratione temporis) laddove l'amministrazione non abbia notificato le proprie determinazioni entro sessanta giorni dall'istanza di concessione edilizia.

Al fine di dare adeguata rappresentazione alla volontà delle parti, valorizzare il loro comportamento e tutelare il principio della conservazione degli atti giuridici, è legittimo leggere il riferimento alla "approvazione" da parte del Comune (nozione che si addice alle fasi progettuali relative alle opere pubbliche e non all'azione di controllo sull'edilizia privata) come riferita al rilascio dei titoli abilitativi richiesti.

Ai fini dell'individuazione del... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...to terminale della procedura per il rilascio della concessione edilizia ex legge 10/1977, occorre avere riguardo a quello dell'atto di determinazione del contributo, necessariamente questo presupponendo la intervenuta positiva "determinazione di legge sulla domanda", ossia l'accoglimento di questa da parte dell'organo competente.

Nel caso in cui la determinazione dell'amministrazione comunale abbia un contenuto riferito alla manifestazione di volontà di accoglimento della domanda di concessione edilizia, il rilascio del documento formale di concessione edilizia, pur necessario, diventa atto esecutivo e dovuto, a contenuto ricognitivo, che conterrà elementi che incidono solo sull'efficacia e non sull'esistenza e validità della concessione medesima.

Il permesso di costruire risulta efficace non dalla data di emanazione, ma dalla data in cui viene rilasciato al destinatario.

Il procedimento preordinato al rilascio di una concessione edilizia deve reputarsi concluso allorquando l'amministrazione comunale non si limiti a comunicare al soggetto interessato il solo parere favorevole della c.e.c., ma ne faccia proprie le determinazioni e, nel contempo formuli la nota di comunicazione come accoglimento dell'i... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] .../>
TITOLO EDILIZIO --> perfezionamento --> DEFINIZIONE PARZIALE

Il provvedimento che accolga l'istanza di permesso di costruire relativamente ad alcune opere soltanto non può in alcun modo qualificarsi alla stregua di provvedimento parzialmente negativo, trattandosi invece di atto che ha definito solo in parte il procedimento: tale procedimento rimane dunque in attesa di definizione per la parte non interessata dal permesso di costruire.

TITOLO EDILIZIO --> perfezionamento --> NON RECETTIZIO

Nel sistema del testo unico dell'edilizia il legislatore ha inteso far coincidere la locuzione "rilascio" del titolo edilizio con l'emanazione del relativo provvedimento, e non con la consegna o ritiro dello stesso. Tanto alla luce dell'art. 20, n. 7, del d.P.R. n. 380/2001, secondo cui dell'avvenuto rilascio del permesso di costruire è data notizia al pubblico mediante affissione all'albo pretorio e dell'art. 13 di detto d.P.R., per cui il permesso di costruire è rilasciato dal dirigente o responsabile del competente ufficio comunale nel rispetto delle leggi, dei regolamenti e degli strumenti urbanistici.

TITOLO EDILIZIO --> perfezionamento --> NOTIFICA
[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...perfezionamento della concessione edilizia ovvero del permesso a costruire si ha quando il comune, conclusa favorevolmente l'istruttoria, comunica all'interessato l'esito positivo della domanda, mentre il successivo pagamento degli oneri e il rilascio materiale del permesso a costruire costituiscono momenti di perfezionamento dell'efficacia di un provvedimento già esistente.

TITOLO EDILIZIO --> perfezionamento --> NOTIFICA --> TERMINI

Sebbene non sussista una previsione espressa di procedere "immediatamente" alla notifica della concessione edilizia, dalla lettura complessiva della normativa e dalla ratio della disciplina dei termini decadenziali contenuti nella concessione per l'inizio e per la fine dei lavori emerge che sull'Ufficio comunale incombe un obbligo ben preciso di evasione immediata della comunicazione della concessione edilizia all'interessato.

Il ritardo dell'ufficio nella doverosa comunicazione del titolo edilizio al richiedente comporta una corrispondente lesione sia dell'interesse privato che dell'interesse pubblico ed è illegittimo.

Laddove un titolo edilizio sia stato notificato al richiedente in tempi irragionevolmente lunghi, da apprezzarsi in base all... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...dimensioni degli uffici e della organizzazione del Comune, sussiste in capo all'Ente un preciso obbligo di intervento volto ad accertare l'attuale validità del titolo edilizio e la responsabilità della mancata comunicazione, che costituisce violazione dei doveri di ufficio dei responsabili degli uffici preposti.

TITOLO EDILIZIO --> perfezionamento --> RECETTIZIO

La concessione edilizia ha natura recettizia, per cui il termine di decadenza di un anno per l'inizio dei lavori ha inizio non dalla data in cui il provvedimento è emanato, ma dalla data in cui esso è "rilasciato", ossia consegnato nelle debite forme amministrative facenti fede certa della data, al titolare o al suo delegato.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI