Carrello
Carrello vuoto



Il contributo di costruzione necessario per ottenere il titolo edilizio include in sé il costo di costruzione e le spese di urbanizzazione


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OPERE EDILIZIE E TITOLO EDILIZIO
anno:2018
pagine: 6201 in formato A4, equivalenti a 10542 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TITOLO EDILIZIO --> ONERI E CONTRIBUTI

Le controversie in materia di determinazione e pagamento degli oneri concessori, investendo l'esistenza o l'entità di una obbligazione legale, concernono diritti soggettivi e rientrano nella giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo pertanto, la relativa domanda non soggiace al regime della decadenza propria del processo di impugnazione, ma può essere proposta nel termine della prescrizione ordinaria ed indipendentemente dall'impugnazione di atti.

L'atto di imposizione del pagamento degli oneri concessori non ha carattere autoritativo, ma si risolve in un mero atto ricognitivo e contabile applicativo di precedenti provvedimenti di carattere generale, e la sua mancata tempestiva adozione non implica alcun potere dell'amministrazione di differire il suo diritto di credito, configurandosi piuttosto come mancato esercizio del diritto stesso, idoneo a far decorrere il periodo di prescrizione.

La controversia relativa alla determinazione degli oneri, ai criteri da applicarsi per la relativa quantificazione e alla ripetizione di quanto indebitamente versato appartiene alla giurisdizione esclusiva del giudice amministrativo.

La tutela dell'affidamento non è ... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...le in relazione ad un preteso credito del privato al quale è opponibile, senza limiti di tempo, l'obbligo dell'amministrazione di sottrarsi ad oneri patrimoniali ingiustificati.

In tema di sanatoria edilizia deve aversi riguardo, per la determinazione delle somme dovute a titolo di oblazione, alla data di presentazione della domanda di condono mentre per gli oneri concessori alla data di rilascio del provvedimento abilitativo.

La richiesta di rimborso delle somme versate a titolo di contributo di costruzione deve provenire dal soggetto che ha materialmente effettuato il pagamento; da ciò deriva l'esclusione della legittimazione del mero cointestatario del titolo edilizio.

Nella terminologia corrente, gli "oneri" sono tutti quelli necessari ad ottenere il permesso di costruire e cioè sia quelli corrispettivi alla fruizione delle opere di urbanizzazione (oneri di urbanizzazione in senso stretto) che quelli commisurati al costo di costruzione, entrambi contributi che il privato deve corrispondere per ottenere il titolo.

Il rilascio della concessione edilizia è correlato al pagamento di un contributo, il cui ammontare è commisurato alle spese che il Comune sostiene per la realizz... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...e opere di urbanizzazione e al costo di costruzione.

Il contributo di costruzione include in sé il costo di costruzione e le spese di urbanizzazione: di queste due voci, la convenzione di piano esecutivo può assorbire in tutto o in parte la seconda, lasciando tuttavia impregiudicata l'esazione dei costi di costruzione o degli ulteriori oneri di urbanizzazione che si rendano dovuti in occasione degli interventi edilizi programmati nello strumento esecutivo.

Il procedimento di revisione degli oneri concessori mira ad adeguarne l'importo a fenomeni di natura sostanzialmente inflattiva legati all'aumento generalizzato dei costi di urbanizzazione o costruzione in maniera da far corrispondere a permessi edilizi rilasciati in epoche diverse un impegno economico sostanzialmente uniforme sui singoli istanti.

Vi è una sostanziale continuità tra le norme del D.P.R. 380/2001 e le norme della legge 10/1977 concernenti la determinazione degli oneri dovuti dal soggetto a cui è rilasciato il titolo edilizio.

La determinazione degli oneri previsti per il rilascio del titolo in sanatoria non necessita di particolare motivazione, in quanto costituisce il risultato di un calcolo materiale, essendo la misu... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ... direttamente ricollegata dalla legge al carico urbanistico accertato, secondo parametri rigorosamente stabiliti.

Dall'art. 16 D.P.R. 380/2001 si desume in maniera incontrovertibile che l'obbligazione relativa al pagamento degli oneri concessori è legata al rilascio del titolo edilizio, pertanto è illegittima la delibera di assegnazione delle aree PEEP che imponga il pagamento degli oneri concessori.

L'art. 16 D.P.R. 380/2001, che, con riferimento agli oneri di urbanizzazione prevede che nel caso di mancata definizione delle tabelle parametriche da parte della Regione e fino alla definizione delle stesse, i Comuni provvedono, in via provvisoria, con deliberazione del consiglio comunale, è analogicamente applicabile anche nell'ipotesi in cui la Regione ritardi nel fissare i criteri di quantificazione del c.d."onere ecologico".

Se è vero che di regola le tabelle parametriche regionali e comunali sono prive di efficacia retroattiva e non possono dunque trovare applicazione per i permessi di costruire concessi prima della loro operatività, deve ritenersi che nel caso in cui le tabelle parametriche intervengano per la prima volta a definire i criteri di calcolo del contributo un qualche effetto ... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ... possa pur sempre prodursi salvo il generale limite dei rapporti esauriti.

Il contributo commisurato al c.d."onere ecologico", come il contributo di urbanizzazione, è sempre dovuto in corrispondenza del rilascio di titolo abilitativo per la realizzazione di attività edilizie, indipendentemente dal fatto che l'intervento edilizio assentito comporti un'alterazione delle caratteristiche originarie del luogo interessato tale da richiedere l'intervento dell'amministrazione per il ripristino dell'ambiente.

Ai fini degli oneri concessori, il progetto edilizio non può essere frazionato, ai fini della individuazione dei titoli edilizi necessari alla sua attuazione e dei corrispondenti regimi giuridici, nei vari interventi in esso previsti, diversi tra loro per consistenza e caratteristiche, rilevando l'impatto complessivo dell'opera, nelle sue molteplici articolazioni.

In materia di contributi di cui all'art. 3 della Legge n. 10/1977 relativi a concessione edilizia, se è vero che la liquidazione del contributo viene effettuata dall'amministrazione, tale liquidazione non dà tuttavia luogo ad un provvedimento, ancorché di carattere paritetico, avente natura costitutiva. Si tratta, invece, di a... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...ve; meramente ricognitiva e contabile, perché frutto dell'applicazione di criteri automatici di determinazione del quantum debeatur.

Sulla base del generale principio che correla gli oneri di urbanizzazione al carico urbanistico, costituisce intervento edilizio oneroso quello consistente nella divisione e nel frazionamento di un'unità immobiliare in due o più unità qualora, a seguito di tale operazione e stante l'autonoma utilizzabilità delle stesse, si realizzi un aumento del carico urbanistico.

TITOLO EDILIZIO --> ONERI E CONTRIBUTI --> AUTORIZZAZIONE EDILIZIA

L'esenzione di cui all'art. 9, lettera f), della legge 28 gennaio 1977, n. 10 (esenzione del versamento dei contributi per il rilascio della concessione edilizia assentita) trova fondamento nella finalità di agevolare l'esecuzione di opere destinate al soddisfacimento di interessi pubblici o dalle quali la collettività possa comunque trarne una utilità, sempre che l'esecuzione sia compiuta da un ente istituzionalmente competente tramite un concessionario di opera pubblica.

Anche la sottoposizione a regime di autorizzazione può o deve essere coniugata con il pagamento di oneri e contributi di ur... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...e, in quanto, nel sistema, non è escluso che, a prescindere da quale sia la normativa regionale applicabile, il mutamento di destinazione d'uso funzionale - pur solo autorizzabile - sia subordinato al pagamento di contributi.

TITOLO EDILIZIO --> ONERI E CONTRIBUTI --> COMPENSAZIONE

La mera adozione di un P.U.A. non fa sorgere in capo alla P.A. un credito liquido ed esigibile al versamento degli oneri di urbanizzazione per la lottizzazione e dunque la P.A. non può opporre questi crediti in compensazione nel caso in cui un soggetto a cui era stato rilasciato un titolo edilizio per l'esecuzione di interventi su un immobile ricompresi nella lottizzazione chieda la restituzione del contributo di costruzione a seguito della decadenza del titolo abilitativo.

TITOLO EDILIZIO --> ONERI E CONTRIBUTI --> CONDOMINIO

Pur se ai sensi dell'articolo 9, lettera d) della legge n. 10/1977 l'esenzione dal contributo di concessione è consentita anche per l'ampliamento che non superi il 20 per cento dell'unità immobiliare, è decisivo considerare che si tratta in tal caso di una esenzione che riguarda esclusivamente gli edifici unifamiliari, e non anche opere e interventi condominiali: la ratio d... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...one - di favorire le singole unità immobiliari destinate ad abitazioni - non si concilia con il carattere di opera condominiale.

Senza approvazione dell'assemblea condominiale, l'amministratore non può decidere nulla in ordine al pagamento degli oneri concessori dovuti dal condominio.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI