Carrello
Carrello vuoto



Motivazione del titolo edilizio


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OPERE EDILIZIE E TITOLO EDILIZIO
anno:2018
pagine: 6201 in formato A4, equivalenti a 10542 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TITOLO EDILIZIO --> MOTIVAZIONE

Allorquando sono rilasciate concessioni edilizie, la struttura motivazionale del provvedimento può di regola basarsi sulla indicazione della normativa applicabile e sulla sussistenza in positivo dei relativi presupposti.

L'onere di motivazione puntuale sussiste anche nei casi di assenso del titolo edilizio dovendosi dar conto del percorso logico seguito dall'amministrazione per verificare e riconoscere la compatibilità effettiva degli interventi edificatori in riferimento agli specifici vincoli paesaggistici dei luoghi.

Il titolo edilizio non necessita di alcuna motivazione che non sia quella della rispondenza dell'opera alle prescrizioni attualmente vigenti.

Il provvedimento con cui è rilasciato il permesso di costruire non necessita di altra motivazione che non sia quella della rispondenza dell'opera alle prescrizioni attualmente vigenti.

L'interesse pubblico sotteso alla tutela della zona urbana di interesse ambientale da salvaguardare viene valutato dalla pianificazione urbanistica, per cui la sua omessa considerazione non può costituire motivo di annullamento del titolo edilizio.

Il provvedimento di definizi... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...ratica edilizia non necessita di altra motivazione oltre quella relativa alla rispondenza della istanza alla normativa urbanistico-edilizia.

Una volta accertata, in sede istruttoria, la conformità del progetto alle prescrizioni di riferimento, la concessione edilizia non necessita di alcuna ulteriore motivazione.

L'obbligo di motivazione puntuale incombe sempre nella materia urbanistica, dovendo l'amministrazione indicare al privato le ragioni per le quali è rigettata l'istanza di costruzione, onde renderlo edotto degli ostacoli che impediscono lo ius aedificandi.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI