Carrello
Carrello vuoto



Titolo edilizio: istanza


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:TITOLO EDILIZIO
anno:2016
pagine: 3122 in formato A4, equivalenti a 5307 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


Il silenzio - assenso in edilizia rappresenta un caso di silenzio - accoglimento e trova applicazione allorquando la domanda di concessione o di autorizzazione edilizia sia conforme alla disciplina legislativa di base, per cui il relativo provvedimento positivo costituisce atto dovuto.

Il Comune è tenuto a esaminare il progetto di intervento edilizio presentato nello stato in cui gli è sottoposto, senza poter compiere su di esso delle operazioni di "ortopedia" che implicherebbero, oltre a modifiche tecniche non necessariamente semplici, anche un riesame dell'incidenza urbanistica complessiva dell'intervento medesimo.

Il potere di decidere sulla domanda di permesso di costruire ben può contenere, come il più contiene il meno, anche il potere di esaminare, quali questioni pregiudiziali, la possibile sanabilità di taluni elementi di difformità riscontrati nel manufatto cui si riferisce la domanda di permesso di costruire.

Deve recisamente escludersi che la presentazione di un modulo prestampato, ancorché sottoscritto dalla parte, privo di qualsiasi allegazione documentale essenziale per la sua qualificazione quale richiesta di concessione edilizia possa assumere rilievo ai fini dell'applica... [Omissis - La versione integrale √® presente nel prodotto - Omissis] ...e; della normativa antecedente ad una modifica normativa (nella specie, per il tramite della disposizione transitoria di cui all'art. 44 comma 1 della l.r. Toscana n. 52/1999, della previgente disciplina della l.r. n. 41/1984).

La documentazione progettuale da esibire a corredo delle richieste di rilascio del titolo edilizio è disciplinata dal Regolamento edilizio e non è quindi materia incisa dal PRG e dalle sue disposizioni attuative.

L'istanza di rettifica del titolo edilizio conforme alla domanda edilizia a suo tempo presentata si risolve in un'inammissibile protestatio contra factum proprium.

La presentazione di una nuova domanda con un progetto sostanzialmente diverso ha per conseguenza che la prima domanda di concessione edilizia deve ritenersi implicitamente rinunciata per effetto della successiva nuova domanda.

L'istanza di titolo edilizio per la quale sono state redatte nuove tavole ed è stata predisposta nuova relazione tecnica, non può essere considerata come richiesta di riesame della domanda precedente.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI