Carrello
Carrello vuoto



L'assenza di strumenti urbanistici attuativi non giustifica di per sé il diniego del titolo edilizio


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OPERE EDILIZIE E TITOLO EDILIZIO
anno:2018
pagine: 6201 in formato A4, equivalenti a 10542 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TITOLO EDILIZIO --> DINIEGO --> NECESSITÀ PIANO ATTUATIVO

In assenza di pianificazione di dettaglio che determini i parametri urbanistico-edilizi, è legittimo il diniego posto dal Comune al rilascio del permesso di costruire al fine di approvare precedentemente un piano urbanistico particolareggiato che permetta un corretto e ordinato sviluppo del territorio in armonia con il preesistente tessuto urbano.

La previsione di piano che subordina l'edificazione alla preventiva approvazione di strumento attuativo non può validamente giustificare il diniego di permesso di costruire allorché risulti un adeguato livello di urbanizzazione primaria e secondaria e una pressoché completa edificazione.

È illegittimo il diniego di concessione edilizia fondato sulla carenza del piano attuativo prescritto dal piano regolatore qualora l'amministrazione abbia omesso di valutare in modo rigoroso l'incidenza del nuovo insediamento sulla situazione generale del comprensorio; qualora cioè non si sia tenuto conto in modo adeguato dello stato di urbanizzazione già esistente nella zona delle futura insistenza dell'edificazione né siano sta... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...ente evidenziate le concrete, ulteriori esigenze di urbanizzazione indotte dalla nuova costruzione.

In caso di una sostanziale, anche se non completa urbanizzazione, l'amministrazione non può, né deve, invocare a fondamento del diniego di permesso di costruire la sola mancanza del piano attuativo, ma è tenuta a verificare e valutare quale sia lo stato di urbanizzazione già presente nella zona e deve congruamente evidenziare e motivare quali siano le concrete e ulteriori esigenze di urbanizzazione indotte dalla nuova costruzione.

L'assenza di strumenti urbanistici attuativi non può costituire ragione idonea, da sola, a negare il rilascio della concessione edilizia nelle zone già urbanizzate, giacché, in simili casi, l'indiscriminato blocco dell'attività edificatoria si risolve in un illegittimo vincolo di inedificabilità extra ordinem; la reiezione si potrebbe, infatti, giustificare soltanto nel caso in cui l'amministrazione potesse dimostrare che di tali strumenti attuativi vi sia effettiva necessità a causa dello stato di insufficiente urbanizzazione primaria e secondaria della zona.

E' illegittimo il dini... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...essione edilizia quando l'Amministrazione, sia pur in carenza del prescritto piano attuativo, non tenga adeguatamente conto dello stato di urbanizzazione già esistente nella zona interessata dalla futura edificazione e non evidenzi congruamente le concrete, ulteriori esigenze di urbanizzazione richieste da una nuova costruzione.

Laddove venga manifestata una volontà pianificatoria attraverso la redazione di piani di esecuzione (di iniziativa pubblica o privata), volti a realizzare concretamente le scelte urbanistiche delineate nello strumento generale, la circostanza della più o meno completa urbanizzazione della zona interessata non può valere, di per sé, a giustificare un giudizio di superfluità del piano stesso e a giudicare illegittimo il diniego di permesso di costruire motivato in base all'assenza, nella pianificazione del territorio, dello strumento di dettaglio.

In assenza dello strumento attuativo, incombe sul Comune l'obbligo di puntuale motivazione soltanto nell'ipotesi in cui venga rilasciato il permesso di costruire, essendo in caso contrario sufficiente il richiamo alla mancanza del piano attuativo.

Va ritenuta idonea a ... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...le ragioni del diniego del titolo edilizio la motivazione del provvedimento, secondo cui l'area oggetto di intervento ricade in zona interessata da Piano di Recupero ex lege 47/85.

E' illegittimo il diniego di concessione edilizia, fondato sulla carenza di un piano di lottizzazione (anche se richiesto dal piano regolatore) quando l'area sia urbanizzata e non sia adeguatamente ponderato lo stato di urbanizzazione già presente nella zona interessata, né siano in modo congruo evidenziate le concrete, ulteriori esigenze di urbanizzazione indotte dalla nuova costruzione.

Non può essere consentito all'ente locale di negare il rilascio di una concessione edilizia, trincerandosi dietro l'opposizione di un rifiuto basato sul solo argomento formale della mancanza della strumentazione urbanistica di dettaglio.

E' illegittimo il diniego di concessione edilizia fondato sulla rilevata carenza di un piano di lottizzazione, anche se richiesto dal piano regolatore, quando l'area sia integralmente urbanizzata, perché l'esigenza della previa approvazione dello strumento attuativo si giustifica solo quando si tratti di asservire per la prima volta un'area non ancora u... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...ad un insediamento edilizio di carattere residenziale o produttivo, mediante la costruzione di uno o più fabbricati, da cui deriva la necessità di prevedere la realizzazione di opere di urbanizzazione primarie e secondarie.
La concessione edilizia può essere rilasciata in assenza del piano attuativo, richiesto dalle norme di piano regolatore, solo quando in sede istruttoria l'Amministrazione abbia accertato che l'area edificabile di proprietà del richiedente è l'unica a non essere stata ancora edificata e si trovi in una zona integralmente interessata da costruzioni e dotata delle opere di urbanizzazione.

Qualora la previsione di strumento urbanistico subordini l'attività edificatoria alla preventiva formazione di un piano attuativo (nel caso di specie piano di recupero), è legittimo il rigetto della concessione edilizia sui terreni sulla scorta della mancata adozione del piano.

La preventiva necessità di uno strumento attuativo ai fini del rilascio del titolo abilitativo all'edificazione, è superabile solo nel caso si dimostri sia che l'area del richiedente è l'unica a non essere stata ancora edificata sia che la s... [Omissis - La versione integrale � presente nel prodotto - Omissis] ...ovi in una zona integralmente dotata delle opere di urbanizzazione; in caso di zone solo parzialmente urbanizzate, esposte quindi al rischio di compromissione di valori urbanistici, la pianificazione attuativa può ancora conseguire l'effetto di correggere e compensare il disordine edilizio in atto.

E' illegittimo il diniego di concessione edilizia fondato sulla rilevata carenza di uno strumento attuativo dello strumento urbanistico generale quando l'area sia integralmente urbanizzata, atteso che l'esigenza della previa approvazione di uno strumento attuativo si giustifica solo quando si tratti d'asservire per la prima volta un'area non ancora urbanizzata ad un insediamento edilizio di carattere residenziale o produttivo.

TITOLO EDILIZIO --> DINIEGO --> NECESSITÀ VARIANTE URBANISTICA

E' legittimo il diniego di permesso di costruire motivato semplicemente con l'affermazione che l'intervento necessita di una variante urbanistica.


 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI