Carrello
Carrello vuoto



Titolo edilizio per cancelli e sbarre

L'installazione di cancelli è subordinata a d.i.a..

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:TITOLO EDILIZIO
anno:2016
pagine: 3122 in formato A4, equivalenti a 5307 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 45,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


L'installazione di una sbarra con conseguente interclusione di una strada qualificata dal passaggio da parte di terzi e dal collegamento con altra strada è un intervento che richiede il preventivo rilascio del titolo edilizio.

L'installazione di un cancello, non comportando di norma trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio, richiede la presentazione di una d.i.a..

L'installazione di cancelli è subordinata a d.i.a..

Per la collocazione di un manufatto consistente in un cancello in ferro di modeste dimensioni e esistente da diversi anni, non occorre alcun titolo edilizio: e se pure si ritenesse necessaria (alla luce della normativa regionale), in assenza di essa potrebbe irrogarsi la sanzione amministrativa pecuniaria prevista dall'art.10 L.n. 47/1985 e non, invece, ingiungersi la demolizione e/o rimozione che, perciò, nella specie è illegittima.

Il posizionamento di una sbarra metallica a chiusura di un tratto di strada non necessita del permesso di costruire, risultando al massimo subordinato a SCIA, per cui non può essere sanzionato con l'ordine di rimozione.

Per il posizionamento di un cancello non è necessario munirsi del permesso di costruire.
[Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...L'apposizione di un cancello o di una sbarra è riconducibile alle fattispecie disciplinate dagli artt. 22 e 23 del Dpr n. 380/01.

L'installazione di un cancello, non comportando di norma la trasformazione urbanistica ed edilizia del territorio, non richiede il rilascio di una concessione edilizia.

La collocazione di un cancello si configura come opera pertinenziale al servizio di edificio già esistente e pertanto è soggetta non a concessione edilizia, bensì a D.I.A.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI