Carrello
Carrello vuoto



Titolo edilizio per gli allevamenti di bestiame


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OPERE EDILIZIE E TITOLO EDILIZIO
anno:2018
pagine: 6201 in formato A4, equivalenti a 10542 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 50,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


TITOLO EDILIZIO --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> ALLEVAMENTI DI BESTIAME

Non sono opere precarie i box, le gabbie e le mangiatoie a servizio di un allevamento di suini, ancorché non siano infissi stabilmente al suolo, ma solo aderenti.

La trasformazione di una stalla per conigli in edificio adibito alla commercializzazione di prodotti agricoli costituisce intervento di ristrutturazione edilizia, anche se l'attività che si svolge nel manufatto continua ad essere ricondotta a quelle contemplate dall'art. 2135 c.c..

Il ricorso alle migliori tecniche di spandimento dei liquami è l'individuazione dei terreni idonei allo smaltimento degli stessi mediante fertirrigazione può condizionare non solo il rilascio dell'autorizzazione allo spandimento, ma anche sul rilascio del titolo edilizio per la realizzazione dell'allevamento.

Nella Regione Piemonte, la realizzazione di vasche di stoccaggio liquami provenienti da allevamenti suinicoli richiede la previa autorizzazione alla trasformazione del suolo ai sensi della legge regionale 9.8.1989, n. 45.

Per il combinato disposto degli artt. 2 e 6 della l.r. n. 24/85, nella Regione Veneto si considera annesso rustico -e dunque opera pe... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ... in quanto destinata alla conduzione del fondo- il fabbricato destinato ad allevamento zootecnico la cui superficie non superi il 50% del fondo di pertinenza.

L'istanza edilizia finalizzata ad adeguare un allevamento di bestiame alle nuove tecniche cautelative, per una migliore funzionalità del medesimo, mediante la costruzione di vasche destinate a contenere deiezioni animali, non può essere rigettata sulla base dell'indimostrata affermazione che opere di questo genere comportino l'aumento dei capi di bestiame oltre il numero permesso.

TITOLO EDILIZIO --> OPERE ED INTERVENTI, CASISTICA --> DEPOSITO ATTREZZI E RICOVERO BESTIAME

La costruzione di un "capanno" adibito a ricovero attrezzi di non modeste dimensioni non rientra nell'attività edilizia libera ma necessita di apposito titolo autorizzatorio.

Ha natura di pertinenza un deposito agricolo di limitate dimensioni posto in termini accessori rispetto ad un immobile principale, con conseguente insussistenza dei presupposti per la demolizione non trattandosi di opera soggetta a concessione ediliziapermesso di costruire.

La costruzione di un prefabbricato destinato a deposito materiali agricoli e ricovero di animali post... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...io del fondo costituisce nuova costruzione e non un manufatto pertinenziale nella misura in cui determina una sensibile alterazione dello stato dei luoghi.

La costruzione di una baracca in lamiera di modeste dimensioni adibita a rimessa attrezzi e ricovero animali necessita del permesso di costruire in quanto opera non precaria e idonea ad arrecare una trasformazione del territorio.

La casetta prefabbricata in legno destinata a deposito attrezzi non costituisce volume utile.

L'intervento edilizio consistente in baracca di legno con copertura in lamiera destinata in parte a ricovero attrezzi agricoli e in parte per la stabulazione di un pecora integra il concetto di nuova costruzione previsto dalla legge, non essendo il manufatto destinato a soddisfare esigenze meramente temporanee.

La realizzazione di opere destinate al ricovero di animali o di attrezzature agricole, per l'uso prolungato cui sono destinate, richiede la concessione edilizia, posto che le stesse incidono in modo permanente e non precario sull'assetto edilizio del territorio.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI