Carrello
Carrello vuoto



La revoca dei piani urbanistici

 PIANI URBANISTICI
 PEEP
 PIANO DI LOTTIZZAZIONE
 PIANO DI RECUPERO
 REVOCA PARZIALE

Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:AUTOTUTELA AMMINISTRATIVA nel governo del territorio
anno:2018
pagine: 1174 in formato A4, equivalenti a 1996 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 30,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> PIANI URBANISTICI

La revoca della delibera di adozione di una variante generale al p.r.g. elimina il primo atto consiliare dell'iter procedimentale, riportando quest'ultimo allo stadio immediatamente antecedente l'adozione: ne consegue che ben può l'amministrazione mantenere fermi taluni atti del procedimento ritenuti compatibili con la ripresa dello stesso, ossia con la rielaborazione del nuovo strumento urbanistico.

E' legittima la revoca dell'atto pianificatorio che, integrando l'ipotesi di una nuova valutazione dell'interesse pubblico originario, rinnovata alla luce di esigenze di tutela ambientale che non erano state precedentemente considerate, viene a collocarsi pienamente nell'ambito dell'art. 21-quinques della legge n. 241/1990.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> PIANI URBANISTICI --> PEEP --> DELIBERA ASSEGNAZIONE AREE

La revoca della delibera che assegna in diritto di superficie le aree P.E.E.P. è di competenza del Consiglio comunale.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> PIANI URBANISTICI --> PIANO DI LOTTIZZAZIONE

La convenzione di lottizzazione ha natura di accordo sostitutivo del ... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...to, dal quale l'amministrazione, nell'esercizio della facoltà accordatale dall'art. 11, comma 4, della legge 7 agosto 1990, n. 241, è autorizzata a sciogliersi per sopravvenuti motivi di pubblico interesse ed a regolare unilateralmente ed autoritativamente i rapporti e le attività oggetto della convenzione.

La mera pendenza del ricorso giurisdizionale avverso la strumentazione urbanistica comunale non può costituire ragione sufficiente per revocare l'assenso al piano di lottizzazione.

La necessità di acquisire chiarimenti tecnici giustifica, al più, una dilazione ma non una revoca del provvedimento di adozione del piano di lottizzazione.

PATOLOGIA --> AUTOTUTELA --> REVOCA --> PIANI URBANISTICI --> PIANO DI RECUPERO

La delibera di revoca del Piano di recupero di iniziativa privata non costituisce variante al PRG: diversamente opinando si finirebbe per "creare" d'en plein una nuova tipologia di strumento di pianificazione dell'assetto del territorio, libero quanto a mezzi e forme, anche considerando che tale delibera non può assolutamente sostituire un atto che è definito variante per forme e contenuto direttamente dalla legge.

PATOLOGIA -... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...UTELA --> REVOCA --> PIANI URBANISTICI --> REVOCA PARZIALE

Come la variante di PRG finalizzata a mutare la destinazione urbanistica può riguardare aree delimitate (come accade per i piani di recupero), o anche singole aree individuate per interventi tesi a favorire iniziative imprenditoriali, altrettanto appare logico possa accadere per la sua revoca, la quale non deve perciò essere necessariamente accompagnata da una pianificazione che riguardi ambiti territoriali ben più vasti rispetto alla singola area che risulti interessata.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI