Carrello
Carrello vuoto



La responsabilità erariale nell'occupazione d'urgenza


Questo articolo è composto da sintesi giurisprudenziali contenute nel sottostante prodotto in formato pdf, nel quale si trovano anche gli estratti originali e gli estremi delle sentenze a cui le sintesi si riferiscono. Scaricati gratis un demo dal box sottostante.

Articolo tratto dal sottostante PDF, acquistabile e scaricabile in pochi minuti

Verrai indirizzato al dettaglio del prodotto fra 60 secondi.
titolo:OCCUPAZIONE LEGITTIMA DI BENI PRIVATI PER PUBBLICA UTILITÀ
anno:2018
pagine: 1271 in formato A4, equivalenti a 2161 pagine in formato libro
formato: pdf  
prezzo:
€ 35,00

  leggi qui come funziona      scarica gratis alcune pagine!!


RESPONSABILITÀ CONTABILE --> SOGGETTI --> APPORTO CAUSALE --> RITARDO DURANTE L'OCCUPAZIONE LEGITTIMA

Il fatto che alla data di scadenza del mandato ricoperto residuino ancora diversi mesi per l'utile completamento della procedura espropriativa, non è rilevante ai fini dell'esclusione della responsabilità; ciò in quanto non si deve attendere l'ultimo momento per avviare al completamento la procedura ablatoria.

L'antigiuridico ritardo nel provvedere all'espropriazione si è accumulato non solo dopo la scadenza dei termini di occupazione, ma anche e soprattutto nel periodo di occupazione legittima, ovvero a partire dal momento del provvedimento di occupazione in poi.

Il riparto del danno erariale deve considerare l'apporto causale sia di coloro che presiedevano all'esproprio durante il periodo di occupazione legittima, sia di coloro che se ne occuparono dopo la scadenza del termine delle espropriazioni

RESPONSABILITÀ CONTABILE --> SOGGETTI --> COLPA GRAVE/DOLO --> CONDOTTA OMISSIVA --> INOSSERVANZA TERMINI OCCUPAZIONE

In ipotesi di mancata conclusione del procedimento entro i termini di occupazione prorogati con diverse disposizione legislative, d... [Omissis - La versione integrale è presente nel prodotto - Omissis] ...spondono gli amministratori che avevano tutto il tempo per rendere formale l'espropriazione immobiliare e ciò anche qualora il provvedimento si fosse palesato illegittimo per carenza di potere (per intervenuta scadenza dei termini di pubblica utilità); ciò in quanto in suddetta ipotesi si sarebbe comunque trasferito in capo agli interessati espropriati, l'onere della eventuale impugnazione dello stesso innanzi agli organi di giustizia amministrativa.



 
 Il pdf da cui è tratto questo articolo si acquista con pochi click e si scarica subito dopo il pagamento. Per maggiori info clicca qui.


© COPYRIGHT. È ammessa la riproduzione del contenuto solo con la citazione della fonte e del link

ALTRI ARTICOLI CHE POTREBBERO INTERESSARTI